Tema del mese: sicurezza

30

A luglio si parte da un progettino, che sarà corredato da un bel banner creato dalla nostra grafica Zia Fede, condiviso, pensato e realizzato con Vere Mamme e Farmacia Serra Genova.

Abbiamo pensato ad una campagna autogestita per la sicurezza in auto, proprio in questo mese in cui tantissimi bambini staranno in macchina per molte ore. La tentazione di lasciarli liberi è fortissima, si sa: si lamentano, piagnucolano, fanno i capricci perchè il seggiolino e la cintura li tengono fermi, perchè il viaggio è lungo, perchè si annoiano. E spesso noi genitori, già provati dal viaggio, dal carico di valigie e dai ritmi scanditi da autogrill e pipì, sentiamo sempre più forte la tentazione di cedere.
Eppure il seggiolino in auto e la cintura ben allacciata, sono fondamentali: salvano i bambini, è provato, è certo, non è una diceria.

Per questo vogliamo iniziare da qui per parlare in modo più ampio di sicurezza peri bambini in generale: sicurezza nei luoghi di vacanza, negli sport e nelle attività all’aperto, in auto, in mare, in montagna. E magari anche di sicurezza su internet, perchè non ci si dimentichi della tutela della loro mente, oltre che del loro fisico.

Ogni regola relativa alla sicurezza sembra, a noi adulti per primi, un’imposizione faticosa da rispettare: caschi, protezioni, cinture, controlli, salvagenti, sicurezze… tutti termini che evocano qualcosa di noioso e fastidioso. Eppure agire in modo sicuro è una via per essere liberi: per fare tante cose nuove e diverse senza paura. Proteggere i nostri bambini permette loro di spingersi oltre i limiti consueti e sperimentare.
Che poi è un bel concetto di vacanza! Fare qualcosa di diverso, ma non doversene pentire.

Interroghiamoci sui comportamenti prudenti, sul nostro compito di protezione e sulla nostre convinzioni sulla sicurezza: dall’auto, alla casa, alle attività all’aperto.

Prova a leggere anche:

30 COMMENTI

  1. Chiarissima, e in effetti lo snodo c’è, ma non viene bloccato, quindi alla fine la parte sotto del seggiolino (il pezzo del riduttore solo) scivola di nuovo verso il sedile e lo schienale torna dritto. Oddio, forse stavolta non mi sono spiegata io… Ho provato ad ovviare mettendo un asciugamano arrotolato tra il sedile e la seduta del seggiolino, così la seduta resta staccata dal sedile e il peso della bimba spinge automaticamente la parte dello schienale indietro, ma non funziona molto, e comunque la reclinatura è minima e se dorme ciondola uguale…

  2. ..Di solito hanno uno snodo che collega il sedile del seggiolino alla parte superiore che permette di avanzare la seduta stessa creando un pò d’inclinazione..così si dovrebbe guadagnare un pò di agio per il piccolo/a…non so se sono stata chiara..

  3. IO purtroppo non ho i sedili posteriori reclinabili 🙁 Quando ho preso il seggiolino con lo schienale (quello 9-18 chili, giusto?) pensavo che avendo il poggiatesta anche un po’ lateralmente sarebbe stata comoda. Invece all’ultimo viaggio che si è addormentata andava in qua e là lo stesso. Uffi!

  4. Io ho risolto l’inconveniente del ciondolamento del dolce ( ?!)capino reclinando il sedile stesso su cui è sistemato , Silviaovviamente verso il bagagliaio.Spero che il consiglio sia applicabile anche al caso di Silvia.

  5. Salve, sul tema seggiolino decido di intervenire: evviva questa (necessaria) campagna di sensibilizzazione.
    proprio perchè ho sempre ritenuto fondamentale (anche per pochi metri) l’uso del seggiolino ho da poco rinnovato il nostro passando da quello fino a dieci chili a quello successivo. l’inconveniente che mi capita è il seguente (chiedo lumi in base all’esperienza altrui): quando mia figlia si addormenta, cosa che regolarmente accade in trenta secondi netti, la testa ciondola in avanti e i collarini gonfiabili che speravo risolvessero, si sono rivelati inutili. il seggiolino non è abbastanza reclinabile così da consentire una posizione semi sdraiata, ed io mi ritrovo in ansia a controllare dallo specchietto il capo reclinato di mia figlia in una posizione scomodissima e temo anche pericolosa (in caso di tamponamento, frenata…aiuto!).
    qualcuno mi può aiutare?
    grazie
    silvia

  6. Grazie a Fiammetta per il video sicuramente faremo un nuovo post ,anche se avendole effettuate ai corsi di pronto soccorso su una bambola abbiamo qualche dubbio sulla reale capacita’, anche nostra, di mantenere la calma in tali situazioni.
    Indipendentemente da questo vale assolutamente la spesa di diffonderle!

LASCIA UN COMMENTO