Famiglie in rete

Famiglie in rete

il web consapevole per genitori e figli

Facebook, bambini scomparsi e responsabilità sociale

Anna ha 5 anni, i capelli scuri e un dolce sorriso con le fossette. E' scomparsa mentre era al supermercato con i nonni. Gira...

I nativi e le Invasioni

Venerdì scorso (12 febbraio) la trasmissione de La7 Le Invasioni Barbariche ha realizzato un servizio dal titolo "Nativi digitali" con relativo dibattito in studio...

Di web, privacy e lupi cattivi

Il discorso dell'utilizzo dei social network e della privacy non è semplice, soprattutto se conivolge anche i bambini, e difficilmente si può racchiudere nelle...

App per bambini

Jolanda di Filastrocche.it scrive per noi questo post sulle applicazioni per "iQualcosa" o comunque per smartphone, rivolte ai bambini.

Famiglie tecnologiche alla gogna

I miei più sinceri complimenti a Barbara Millucci che è riuscita a pubblicare sul Corriere l’ennesimo articolo inutile, pieno di stereotipi, e superficiale in...

Cyberbullismo: i prepotenti vanno (anche) in rete

Mercoledì scorso a Milano, nell'incontro patrocinato da Navigare Sicuri di Telecom Italia si è parlato di Cyberbullismo . E' un argomento di cui ancora...

Ancora sul sexting: interroghiamoci sui motivi

La recente tappa di Navigare Sicuri a Bologna era incentrata sul fenomeno del sexting e questo mi dà l'occasione per riflettere ancora su questo...

Chi sono i nativi digitali?

L’uso di tablet al di sotto dei 3 anni non è più una novità. E’ sempre più diffusa l’immagine del bambino piccolo tenuto buono...

Cyberbullismo

Se ne parla, magari non moltissimo (anche perchè, chi dovrebbe parlarne, a volte non sa cos'è), soprattutto in Italia se ne parla poco, ma...

Sexting: mostrarsi o svendersi

Stiamo seguendo Navigare Sicuri di Telecom Italia, un progetto di cui abbiamo spiegato le finalità e i temi in questo post. Gli argomenti affrontati in questa campagna di informazione sono di grande importanza per tutti coloro che frequentano abitualmente la rete e lo sono ancora di più per i ragazzi, che, pur avendo tutti gli strumenti cognitivi per navigare, possono non aver ancora ben sviluppato quelli emotivi.