Seggiolino in auto fronte-retro fino ai 6 anni?

    25

    seggiolino-fronte-retroI bambini piccoli in Svezia vengono trasportati sempre sui seggiolini di sicurezza rivolti in verso contrario al senso di marcia. L’età minima consigliata per girare il seggiolino è quella di 4 anni, ma non sono pochi i genitori che tengono il seggiolino girato ancora più a lungo, finché il bambino riesce ad entrarci. Per l’occasione vengono prodotti seggiolini che tengono fino ai 25 kg (stiamo quindi parlando di 6 anni di età).

    Ma senza arrivare a tanto, non esistono nel mercato svedese seggiolini da mettere fronte senso di marcia fino ai 3 anni, e questo si riflette molto bene nel fatto che la Svezia è uno dei paesi con il minor numero di incidenti (Report Unicef “Child deaths by injury in rich nations).

    Ma perché bisogna far sedere il bambino in senso contrario alla marcia?
    Perché diminuisce il rischio di un fattore 5. I muscoli del collo del bambino non sono sviluppati come quelli di un adulto, e la sua testa pesa in proporzione molto più della testa di un adulto. Se il bambino è seduto nel senso di marcia in caso di incidente la sua testa verrà gettata con violenza in avanti pesando essenzialmente sul collo. Inoltre il bambino è a rischio maggiore di lesioni per l’impatto contro il sedile anteriore o per l’impatto con frammenti che in caso di incidente volano verso l’indietro, rischiando di colpirlo.

    5 volte più sicuro.
    In caso di incidente lo shock dell’urto verrà distribuito su un’area maggiore, che investe anche tutta la schiena, diminuendo quindi lo strappo sul collo. La pressione esercitata sul collo diventa 5 volte più debole che nel caso in cui il bambino è seduto rivolto nella direzione di marcia.
    Questo è il motivo per cui i seggiolini per neonati sono disegnati per essere messi in questa direzione.
    Ma la stessa sicurezza è valida anche per bambini più grandi, più a lungo possibile.

    Nel filmato potete vedere cosa avviene in caso di collisione nelle due situazioni.

    In Italia vengono venduti seggiolini da posizionare in senso contrario a quello di marcia soprattutto per i bambini più piccoli (i così detti “ovetti”). Già nella fascia 9/18 kg si acquistano seggiolini fronte strada e i bambini vengono spesso seduti nel senso di marcia dai 6 mesi d’età. Eppure anche campagne nazionali indicano come età più adatta per “girare” i bambini solo i 3-4 anni.

    Dai 6 anni svedesi ai 6 mesi italiani c’è una differenza enorme. Eccesso di zelo degli scandinavi? O difficoltà mediterranea a percepire il valore sociale della sicurezza?

    #seloamilegalo è la campagna per la sicurezza in auto dei bambini. Su seloamilegalo.it continueremo a tenerci aggiornati

    Prova a leggere anche:

    25 COMMENTI

    1. @al vorrei acquistare uno dei seggiolini che hai preso tu, mi puoi dire su che siti li hai trovati? grazie mille! Alessandra

    2. sono tedesca e anche in Germania sempre più mamme comprano i cosidetti seggiolini ‘Reboarder’rivolti in verso contrario.
      Se non erro stanno anche discutendo la legge EU. Sarebbe ora. I miei Pispoli hanno 6 mesi, ma fino ai tre anni siederanno sicuramente in seggiolini Reboarder.

    3. Ciao a tutte! Finalmente un articolo e una discussione in cui si parla in maniera concreta di questo argomento! Io sono prossima all’acquisto di un seggiolino auto per il mio primo bambino 🙂 (bambina in realtà) e volevo comprare questo seggiolino auto della Chicco! C’è però scritto che dai 9 ai 18kg deve essere montato in senso di marcia. Volendo, dato che da quanto ho capito è più sicuro, posso lasciarlo in senso opposto? Grazie mille!!!

      • @Laura le istruzioni sono molto confuse, la frase “Per bambini fino ai 13 kg di peso il seggiolino auto Eletta si deve ancorare in senso contrario a quello di marcia. Dai 9 ai 18 kg deve essere, invece, installato in senso di marcia.” è contraddittoria. Puoi contattare il produttore per chiarimenti, oppure optare per un modello diverso.

    4. Non puoi almeno mettere il seggiolino sul sedile anteriore (disattivando l’airbag), invece che usare l’alzata? Io comunque farei stare davanti la suocera e farei intrattenere il piccolo dalla grande… Il posto anteriore accanto al guidatore è in assoluto quello più a rischio in caso di incidente.

    5. Scusate, avrei una domanda: finora i miei 2 figli hanno sempre viaggiato dietro, con me in centro. Quest’estate però andranno al mare in macchina senza di me con mio marito e mia suocera. Lei in mezzo tra i 2 seggiolini non ci può stare, posso far viaggiare mia figlia (5 anni) sul sedile anteriore con l’alzatina così da far sedere mia suocera a fianco del piccolo (che purtroppo va intrattenuto perché dorme poco)?
      Ho fatto le prove e mi sembra che la cintura le stia bene sul collo e mi sembra sia consentito dalla legge. So che non è ottimale ma purtroppo è inevitabile…

    6. Io capisco la paura di “dimenticare” è vero che è meno probabile, ma è anche giusto iniziare a pensarci. Sul fattore seggiolino fronte o retro, in fondo basta pensare che in Italia ogni volta che è successo i bambini, se non sbaglio, erano rivolti frontalmente, quindi dubito incida molto. Però per pochi che siano i casi, pensare a qualche opzione per aiutare non sarebbe male, basterebbe un segnale nel caso si chiuda la macchina con le cinture del seggiolino allacciate, per dire…

      Per la visibilità bimbo, la mia prima è sempre stata dietro, lato passeggero, visibile. La seconda si è beccata l’altro posto, quindi se sono solo io non la si vede. Tranquilli? Non penso sia solo educazione… Le mie sono sempre state dietro, ovetto o seggiolino, legate, mai mai e mai in braccio, eppure con l’ovetto la prima ha pianto fino all’ultimo secondo e fino all’ultimo respiro, uno strazio, si è calmata girandola davanti, ma non perché mi vedeva, vai a capire, forse aveva semplicemente più cose da vedere, forse è stata la novità aggiunta al fatto che era già più grandina e poi ha ingranato…

      La seconda fronte o retro cambiava poco, non ha mai dormito facilmente in macchina, ma nemmeno si è mai lamentata troppo, insomma, i viaggi per lei non sono un piacere, ma li sopporta. Credo dipenda più dal carattere che dal seggiolino… In ogni caso diventando grandini, e qui si parla di seggiolini per i più grandini, iniziano a intrattenersi con i giochi, e ci si può attrezzare (o col cibo… sarà brutto ma le mie stanno tranquillissime mangiando in macchina, quindi tante partenze all’ora di merenda e via… anche se la macchina non ringrazia!)

    LASCIA UN COMMENTO