The Lion Guard, la savana vista dai bambini

0

Ho avuto modo di passare un pomeriggio insieme a mio figlio, per scoprire l’anteprima di The Lion Guard – Il ritorno del ruggito, la nuova serie di Disney Junior, che andrà in onda, con l’episodio speciale da 45 minuti, l’11 marzo alle 20:00 e poi proseguirà dal 6 aprile ogni mercoledì alle 17:00.

Diritti riservati Disney
Diritti riservati Disney
E’ una serie animata tratta da Il Re Leone, una seguito ideale, di cui sono protagonisti i figli degli eroi del famoso film.
Kion è un piccolo leone coraggioso, secondogenito di Simba e Nala, che insieme ai suoi amici animali della savana, formerà la Guardia del Leone per proteggere la terra del branco e il cerchio della vita.
Un’avventura che inizia con la rottura di uno schema tradizionale, proprio ad opera piccolo Kion, che non segue la tradizione di scegliere solo leoni per la Guardia: per lui l’importante è fare gruppo, non solo con i propri simili, ma con gli amici, tutti diversi tra loro, ma uniti da un comune obiettivo.

Durante l’evento di presentazione, abbiamo incontrato Valentina Isaja, responsabile del Bioparco Zoom di Torino che ha affascinato i bambini con i suoi racconti sugli animali della savana, ricchi di particolari che hanno colpito anche me.
La caratteristica di Zoom Torino è che qui gli animali vivono in assoluta libertà e ciò permette ai piccoli visitatori di scoprire appieno il concetto di cerchio della vita, conoscendo il loro habitat naturale, in un ambiente protetto dalla distruzione degli esseri umani. Alcune specie presenti nel parco, infatti, sono in via di estinzione, a causa della distruzione del loro habitat da parte dell’uomo: il progetto che ispira Zoom è l’insegnamento ai bambini di quanto questi animali e il loro territorio siano importanti per la vita, in modo che crescano con la consapevolezza del rispetto per l’ambiente.

The Lion Guard affronta questi stessi temi attraverso i suoi personaggi principali. Infatti, insieme a Kion, scopriremo il tasso Banga, un animale piccolo ma coraggioso, pronto a battersi senza paura per difendere la famiglia e gli amici; Fuli, il ghepardo, l’animale più veloce; Ono, un airone con una vista acutissima che gli permette di scorgere i pericoli a grande distanza e di procurarsi il cibo anche nell’acqua; Beshte, un’ippopotamo simpatico ed enorme, ma molto aggressivo solo se qualcuno tocca i suoi affetti.

Lion-Guard-Ste-KionHo visto bambini realmente affascinati sia dai racconti della responsabile del Bioparco che dalla visione di The Lion Guard. Probabilmente molti di loro sono talmente piccoli da non aver visto il Re Leone, al contrario di noi mamme presenti che l’avevamo visto tutte e lo ricordavamo nei minimi dettagli. Dal canto mio, adoro questo film e gli sono legata: la sua locandina è una delle prime tavole che ho riprodotto alla scuola di grafica. Per questo ho notato subito che i personaggi di questa serie riprendono fedelmente il tratto del film, che non è stato computerizzato eccessivamente con effetti speciali, ma mantiene la bellezza animata dalla mano di grandi artisti dei classici Disney.

Ma chi meglio di un bambino vi può raccontare questa esperienza? Stefano, curioso e appassionato, sta scoprendo proprio in questi giorni a scuola il mondo degli animali selvaggi e all’anteprima ha approfittato dell’esperta presente, per fare domande e chiedere

Sono andato a vedere l’anteprima della nuova serie Lion Guard, che racconta le avventure di Kion, il figlio di Simba il Re Leone, e dei suoi amici.
Prima di vedere il film ho fatto delle domande a una signora che lavora in uno zoo che si chiama Zoom, che non è proprio uno zoo ma è un Bioparco dove gli animali vivono in libertà.
Ci ha raccontato che il leone è uno degli animali più importanti perché ha un ruggito potente che si sente anche a 8 km di distanza, avvisa tutti gli altri animali dei pericoli imminenti.
Gli animali della foresta si aiutano sempre tra di loro, ognuno ha un ruolo definito e tutti vivono armoniosamente senza litigare perché nel cerchio della vita tutti gli animali vivono insieme e sono amici.
Lion-Guard-SteHo chiesto alla responsabile del Bioparco un chiarimento su una cosa che mi aveva raccontato la maestra proprio quella mattina, e mi ha raccontato che i leoni fanno la lotta per decidere il nuovo capobranco, quando il vecchio capobranco perde, il nuovo uccide i piccoli del vecchio capobranco per far sì che la nuova stirpe discenda solo da lui.
Ho scoperto che il pericolo maggiore nella savana è l’uomo, che distrugge l’ambiente in cui vivono
gli animali, e Lion Guard racconta proprio la storia della Guardia del Leone, un gruppo di amici animali che protegge la foresta dai pericoli.
Abbiamo anche scoperto altre curiosità sugli altri animali: ad esempio che il ghepardo ha una striscia nera sotto gli occhi per riflettere la luce del sole durante gli inseguimenti, così non ha nessuna distrazione. Ho scoperto che esiste anche un animale molto piccolo, ma è il più resistente di tutta la foresta, infatti tutti lo rispettano e nessuno ha paura di lui: è il tasso del miele, che nel film è Banga, un animale con la pelle ispida ed elastica che nessun animale riesce a ferire, anche i grandi predatori hanno paura di lui.
Anche gli erbivori come Beshte, che è un ippopotamo, sono importanti per l’equilibrio della foresta, perché hanno un grande fiuto e aiutano a scoprire i pericoli in agguato.
Mi è piaciuto molto questo gruppo di animali, perché i Lion Guard si aiutano a vicenda e riescono a sconfiggere i nemici con la loro amicizia: sono proprio come noi bambini, che insieme ci divertiamo e se qualcuno è pericoloso, noi lo mandiamo via.

Domani 11 marzo, possiamo seguire insieme la prima puntata speciale su Disney Junior, alle ore 20:00, commentando in diretta su Twitter con gli hashtag #DisneyJuniorIT e #lionguard.

– di Elena Valli Elegraf e Stefano –

– POST SPONSORIZZATO –

Prova a leggere anche:

LASCIA UN COMMENTO