Tale padre

Tale padre

rubrica a cura di Lorenzo Gasparrini - La prospettiva del papà: riflessioni e pensieri dal punto di vista del genitore maschio

L’eredità non è una proprietà

Tu non sai, caro padre, che cosa rimarrà a tuo figlio. Se hai la fortuna di possedere tante cose ci saranno leggi e atti che...

Gli accessori del babbo: il tempo

Ed ecco puntuale il secondo accessorio del babbo. Desian ci guida attraverso la scoperta del tempo, quello speso con i figli, quello che non...

Meno oggetti, più relazioni

Non sapevo neanche che cosa volessero dire decluttering e debranding, prima di questo mese. Ora lo so, e capisco che sono i soliti nomi...

I trucchi e i baratti con i figli

Un po' per abitudine, un po' per colpa dei miei studi, sono sempre molto interessato all'etimologia delle parole. Trucco significa anche, o almeno significava,...

Siamo tutti fenomeni

Nè l'involucro, nè l'oggetto è il bello, ma l'oggetto nel suo involucro. (Walter Benjamin) Credo che quella tra essere e apparire sia una falsa contrapposizione....

Il rapporto genitori, figli e tecnologia

Lo sviluppo tecnologico mette sempre più a dura prova il rapporto tra le generazioni. Là dove i bambini ne sanno più degli adulti, c'è...

La strada dei cambiamenti

Beh, il primo cambiamento per un padre è ovvio: sei padre. All’inizio è questo, una battuta, una frase, un inizio inconsapevole, segnato da quei giorni da solo in casa, con la tua compagna e tu* figli* ancora in ospedale.

Che cosa è successo, che cosa succederà

Siamo certamente diversi dai nostri genitori, e il mondo è probabilmente molto diverso da quello che loro si immaginavano per noi. Quali sono le...

Esserci

Quando si parla di psicologia, vedi spesso i padri ondeggiare tra due comportamenti estremi. Uno lo rende un'imitazione non ironica di Woody Allen: si sente dentro tutti i problemi codificati dalla pratica analitica, dà ragione a tutte le teorie che "spiegano" il comportamento dei figli, è pronto a iniziare tre terapie insieme più quelle per la prole.

Ancora la paternale?

Tra le forme di comunicazione più tipiche del rapporto tra padri e figli, c'è senza dubbio la paternale. Dice il vocabolario: "Rimprovero grave e severo, ma non aspro, fatto dal padre ai figli [...] soprattutto al fine di correggere, di far ravvedere".