#LeggiAMO: perché leggono i bambini?

2

Mi sono chiesta se fosse giusto parlare di lettura e di cosa significa leggere per i bambini, senza chiedere la loro opinione. E mentre me lo chiedevo, ho deciso di passare ai fatti, ho chiamato mio figlio grande che ora ha quasi nove anni, e gli ho chiesto se potevo fargli delle domande. Come spesso succede, le risposte dei bambini hanno il potere di farci riflettere. Ho pensato quindi di scrivere qui le sue risposte, ma anche di invitare tutti voi a fare altrettanto. Chiedete ai vostri figli qualcosa sulla lettura, e condividete le loro risposte nei commenti a questo post, ma anche sui social media, così da invitare anche altri genitori a riflettere insieme ai figli sull’importanza della lettura. Se lo fate usate l’hashtag #leggiAMO, così possiamo contarci tutti, e invadere il mondo di amore per i libri.

Ti piace leggere?
Si, non solo i libri però. La cosa che mi piace di più è leggere i giornaletti di paperino.

Come si fa a diventare bravi a leggere?
Bisogna leggere tanto. E’ meglio iniziare da libri facili, anche quelli semplici con le figure grandi e poche scritte. Poi piano piano si leggono libri sempre più difficili. Così si diventa bravi senza accorgersene.
Poi bisogna leggere a voce alta, perché si impara meglio, come facciamo anche a scuola. Se uno legge tanto ma solo a mente non impara così velocemente.

Perché è importante leggere secondo te?
Ci sono molti motivi per cui è importante. Ad esempio perché leggendo si imparano tante cose, anche quelle che non viviamo. Ma anche perché possiamo imparare meglio cose che già sappiamo, e così possiamo diventare più bravi. E poi per me è importante imparare a leggere perché così quando si diventa adulti si può leggere per i propri figli.

Se vostro figlio o vostra figlia è troppo piccola per rispondere alle domande, postate semplicemente una foto sui social media (potete condividerlo anche sul nostro gruppo Facebook se volete), in cui tenete il suo libro preferito. E non dimenticate l’hashtag #leggiAMO.

Questo è il libro scelto da mio figlio: una storia di cavalieri e draghi, ricca di coraggio e legami di amicizia che lasciano il segno.

leggiAMO2

Prova a leggere anche:

2 COMMENTI

  1. Ho intervistato le mie bimbe!
    C. (6 anni)
    1) certo, mi piacciono libri lunghi e corti con tante storie dentro
    2) imparando le lettere. Io le so e sono già brava anche se a volte a scuola mi sbaglio
    3) perchè se ad esempio perdi il tuo cane o il tuo gatto (che è più facile) metti un cartello e una persona che sa leggere lo vede e sa che tu cerchi il tuo cane

    M. (8 anni)
    1) si, i libri di fate e di avventure
    2) scrivendo tanto perchè impari anche scrivendo come si fanno le lettere e leggendo ad alta voce perchè così ti alleni
    3) per vivere meglio la vita e per imparare tutte le cose. Poi se ad esempio non sai parlare o hai perso la voce, se sai leggere e scrivere puoi dire lo stesso quello che vuoi

LASCIA UN COMMENTO