Un astuccio ecologico

3

Potrei dirvi che io e Silvia ci siamo preoccupate per voi, e abbiamo pensato che con questa crisi economica che perdura, avreste avuto bisogno di un po’ di aiuto per risparmiare. In realtà, siamo solo preoccupate del fatto che siete costretti a comprare quegli orrendi astucci sponsorizzati che promettono di aprirsi da soli. Ma poi alla fine serve veramente spendere così tanti soldi per il corredo scolastico? Siccome io e Silvia abbiamo la manualità di un duenne alle prese con i lacci delle scarpe, abbiamo chiesto aiuto ad una professionista. Alessia, autrice di School of scrap ha creato per noi un astuccio ecologico, con materiali riciclati, assolutamente economico, e naturalmente bellissimo. La sua semplicità mi fa quasi superare l’imbarazzo per la mia totale incapacità manuale, e mi fa venire la voglia di mettermi a lavorare con le forbici per crearmi un astuccio tutto mio. Per voi amanti del craft, che pensate che questo astuccio sia troppo semplice, potete provare a dare un’occhiata al portapenne riciclato eco chic o al Pencil roll a crochet. Buon craft a tutti!

Sono una mamma che pasticcia continuamente su tutti i fronti e proprio grazie a questo mio pasticciare Serena e Silvia mi hanno chiesto di inventarmi qualcosa per il rientro a scuola.

Tutte e tre pensavamo al risparmio e al riciclo, così mi sono lanciata nel mio solito “riciclo spinto” e ho riutilizzato un foglio di cartone ondulato di quello grosso grosso che si usa per gli imballaggi industriali o nei cantieri edili.
L’idea di fondo era di creare qualcosa di carino e di risparmiare, evitando di cadere nella solita filosofia del comprare le cose che hanno gli altri, perché secondo me è bello comprare cose belle se ci piacciono davvero ed è bello creare cose uniche con le proprie mani, quello che non è bello è seguire la pubblicità in televisione e la moda del “perché ce l’hanno tutti i miei amici” ed è proprio questo che è difficile insegnare ai nostri figli (e spesso ci cadono anche gli adulti), ma il “creare” qualcosa di speciale da sé può essere un modo per capirlo senza costrizioni e ramanzine e per appassionarli ad avere sempre qualcosa di diverso dalla massa.

L’occorrente per questo astuccio è semplicissimo e poco costoso: cartone ondulato da imballaggio (quello color avana con le onde grandi), cutter e/o taglierina a leva, righello, matita, piano da taglio, circa 1 mt. di nastro alto 1,5 cm.

Per trovare questo tipo di cartone basta andare fuori dagli ipermercati dove buttano gli scatoloni di cartone e gli imballaggi di elettrodomestici ed altri articoli ingombranti, oppure si può comprare nei negozi di articoli di carta e cartone.

Dopo aver trovato il cartone ho cercato una parte che non fosse rovinata e ne ho tagliato un rettangolo di 20×30 cm circa.

Dalla parte ondulata ho segnato una striscia centrale, con righello e matita, alta 2 cm. e ho segnato i punti da tagliare con il cutter, i tagli si fanno nelle scanalature tra un’onda e l’altra ma alternate, una scanalatura va tagliata e quella successiva no e così via.

Dopo aver segnato tutto ho messo il cartone sul piano da taglio (per evitare di rovinare il tavolo) e ho cominciato a tagliare le fessure con il cutter ed una lama nuova, stando attenta a fare il taglio perfettamente netto, dopo averle tagliate tutte ho passato il nastro per ottenere gli spazi per i pennarelli (o le matite colorate, i pastelli a cera, ecc.) e l’astuccio a costo zero è già finito, non resta che infilare i colori e chiuderlo con un
bel fiocco.


Questo lavoretto si può fare anche insieme ai bambini (basta che i tagli vengano fatti da mamma e papà) e il dorso esterno dell’astuccio è una specie di lavagna intonsa, ogni bambino può decorarlo e disegnarlo a piacimento rendendolo unico e personale, quindi via libera a opere d’arte, adesivi e idee creative 😉

Prova a leggere anche:

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO