E’ nato il blogstorming

Mamme e papà della blogosfera unitevi.
Genitoricrescono lancia il progetto Blogstorming. Ovvero: tutti i blogger per un argomento.
Come ci è venuto in mente:
L’idea si materializza per la prima volta in uno scambio di email con Panzallaria, passa poi attraverso la spontanea realizzazione attuata da Raperonzolo in un suo post, approda nella mente scoppiettante di Serena che ci pensa un po’ su e ne fa un vero e proprio blog-progetto. Silvia che faceva in tutto ciò? Nulla, aveva da fare… ma almeno le è venuto in mente il nome!
Perchè ci è venuto in  mente:
perchè un blog ha senso se è uno scambio di idee, esperienze, pareri e conoscenze. Perchè più siamo più pensiamo. Perchè i blog sono amici prima che diventino amiche le persone che li scrivono. Perchè su ogni argomento un punto di vista è sempre troppo poco. Perchè più ci si sposta dai propri punti di partenza, più si cresce. Perchè chi legge un blog vuole conoscere le opinioni degli altri. Perchè permettere ai lettori di viaggiare da un blog all’altro è il nostro scopo.
Come funziona:

  1. controlla quale è l’argomento trattato nel tema del mese
  2. scrivi un post sul tuo blog attinente al tema trattato. Il post può essere di qualsiasi tipo, di riflessione, critica (costruttiva), aneddottico, letterario, poetico….
  3. inserisci questa frase in fondo al tuo post:
    Questo post partecipa al
    <a href="http://genitoricrescono.com/blogstorming"> blogstorming</a>

  4. Inserisci il banner nel tuo blog, copiando il codice in fondo a questa pagina
  5. Riempi i campi del seguente formulario
    • Il tuo nome (*)

      La tua email (*)

      Nome del blog

      Indirizzo web del blog (incluso http://)

      Titolo del post che aderisce al blogstorming

      Estratto del post che aderisce al blogstorming. Questo è il testo che verrà pubblicato sulla notra pagina. Puoi semplicimente fare iil copia e incolla delle prime righe del tuo post.

      Indirizzo web diretto del post (incluso http://)

      Copia il testo che vedi qui sotto:

      captcha

    Noi ci occuperemo di inserire un link al tuo post nella pagina del blogstorming.

    Serena e Silvia

    Non dimenticare di inserire il banner nel tuo blog. Per farlo basta copiare il codice qui sotto:

    Banner grande (200 pixel):


    <a href="http://genitoricrescono.com"><img src="http://genitoricrescono.com/blogstorming_banner.jpg" alt="" ></a>

    Banner piccolo (150 pixel):


    <a href="http://genitoricrescono.com"><img src="http://genitoricrescono.com/blogstorming_banner_small.jpg" alt="" ></a>

    In caso di problemi, puoi contattarci scrivendo a blogstorming AT genitoricrescono.com.

    Serena e Silvia ringraziano Zia Federica per le sue realizzazioni grafiche

    Prova a leggere anche:

    Previous

    Il mio bambino amplificato

    E’ cominciato tutto da qui

    Next

    35 thoughts on “E’ nato il blogstorming”

    1. Grazie mille Serena… stavo navigando in lungo e in largo il sito per vedere se ero io l’impedita oppure se davvero non erano stati caricati!
      A presto.

      Reply
      • @Michela non è una domanda scema. Normalmente sono sempre alla pagina del blogstorming. Non ho ancora avuto il tempo di aggiornare al nuovo mese. Lo faccio quanto prima. Ho visto che hai partecipato, grazie!

        Reply
    2. @vale, aspettiamo la tua creazione;
      @cinzia, certo che va bene;
      aspettiamo da entrambe la mail di conferma per inserirvi

      Reply
    3. Ciao ragazze,
      vorrei partecipare anch’io e volevo sapere se potevo con un post pubblicato la settimana scorsa….

      Se si lo modifico aggiungendo banner e link

      Grazie Cinzia

      Reply
    4. Monia, dovresti “semplicemente” copiare il codice indicato nel post, e incollarlo nella tua sidebar. Mi spiace, non conosco myblog, quindi non so aiutarti meglio di così. Forse puoi provare a chiedere ad altri che usano lo stesso servizio. O magari puoi provare a mandarmi via email il messaggio di errore esatto (serenaATgenitoricrescono.com)

      Reply
    5. Ciao,
      mi piacerebbe partecipare a blogstorming, ma vi prego di aiutarmi circa l’inserimento del banner.
      Non è la prima volta che mi viene richiesto, mi serviva anche per altri servizi l’inserimento di un banner…dico la verità, negli altri casi c’erano anche le spiegazioni…ma comunque, non sono riuscita!
      Quale è la procedura esatta per l’inserimento?
      Diciamo che le 2 volte che ci ho provato, sempre se l’ho incollato nel punto giusto, si apriva una finestra di risposta che a grandi linee mi scriveva che non era accettabile perché non corretto e di verificare la fine riga (+ o -)
      Potete aiutarmi?
      Ciao
      Monia

      Reply
    6. Mammadicorsa, rincuorati con il fatto di poter contare sulla notte per riposare: il mio, all’età della tua… dormiva al massimo 3 ore di filato… Ha iniziato a dormire decentemente a 3 anni…
      Comunque concordo sul fatto che questi bambini hanno diversi lati positivi… ora così non me ne vengono in mente, ma dovrebbero averne!! 😉

      Reply
    7. Cara Silvia, ieri ho avuto la riprova di come nulla avviene per caso! Ho letto il vostro blog, ho fissato nella mente il vostro sito, le vostre definizioni puntuali, il vostro modo di agire e di scrivere. Poi sono tornata a casa e nel pomeriggio ho portato la mia piccolina (si fa per dire, da noi si dice che è “un sacramento”) al parco. Non sto scherzando, mi ha letteralmente messo KO! A due anni è riuscita a fare di tutto!! Si potrebbe pensare che sto scherzando, ma allora come si spiegano quei genitori che mi guardavano come un aliena mentre correvo come una pazza dietro a lei? Suppongo che alcuni pensassero che non ero capace a tenerla a bada, ma ho la certezza che altri invece pensavano “poverina!!!!”, una mamma infatti ridendo mi si è accostata e mia ha detto: “hai il tuo bel da fare! Pensa solo che se te ne viene un altro così sei già allenata!!!”. Bella consolazione. Comunque sono onesta: che soddisfazione vederla così allegra e contenta!!! Infondo per riposarci c’è la notte!

      Reply
    8. Carissima mammadicorsa: un nick che potremmo usare credo tutte indistintamente! praticamente sei la rappresentante di una generazione 🙂
      Qui nel blog chiamo mio figlio “sorcetto”, che, per chi non avesse dimestichezza con il romannesco, sta per “topolino”. Ti assicuro che non è un vezzeggiativo tenero: i topi sono animaletti intelligenti, ben organizzati, velocissimi, scattanti e potenzialmente distruttivi… Sai, qui a Roma, nel nostro immaginario, non c’è davvero il topolino di campagna… ma il terribile sorcio del Tevere!!!
      In realtà il sorcetto in casa viene amabilmente chiamato “carognetta”… ma mi sembrava un po’ forte per il blog!!
      LLe “competenze specifiche” mie e di Serena sull’argomento, consistono essenzialmente nell’avere due figli fortemente amplificati: tutto qui… E ti pare poco??? No, no… tu ci capisci e sai che non è poco!
      Da li abbiamo letto un po’ qua e la per darci una spiegazione plausibile ai cicloni che avevamo in circolazione per casa…
      Quindi, aspettiamo la tua unione al blogstorming con impazienza: vogliamo saperne di più su Pippicalzelunghe (Serena poi, vive a Stoccolma, la patria della Pippi originale…)

      Reply

    Leave a Comment