genitorisbroccano

genitorisbroccano è lo spazio da usare quando senti di avere solo voglia di urlare.
Quando non ne puoi più.
Quando senti che le tue qualità di mamma o papà paziente stanno venendo meno.
Quando tutti i tuoi buoni propositi sono miseramente crollati davanti all’incomprensibile ostinazione dei tuoi figli.
Quando hai mandato a farsi benedire tutte le tue più radicate convinzioni circa l’allenamento emotivo e l’empatia.
Quando sei riuscito a mettere tuo figlio in punizione già 3 volte da quando si è svegliato, e sono appena le 8.30 del mattino.
Quando hai ormai raggiunto la definitiva convinzione che sei una pessimamma o un papàpessimo.

Questa è una stanza insonorizzata: fuori da qui non sentono nulla. Ti leggeranno solo altri genitori solidali che sanno benissimo come ti senti.
Qui è vietato dare consigli (soprattutto quelli buoni).
Qui è vietato trovare soluzioni.
Qui è vietato citare “metodi”.
Qui è vietato fare i saputelli!
I commenti autorizzati sono solo le pacche sulle spalle: sarà nostra cura rimuovere ogni altro tipo di commento.

Da questo momento potete urlare! Nulla è inconfessabile per genitorisbroccano!

PS: Se invece hai bisogno di consigli, cerca un articolo nel resto del sito che faccia il caso tuo, e posta un commento lì : genitoricrescono.com

4245 COMMENTI

  1. Dove sono finiti, se mai sono esistiti, i nonni che stanno con gioia coi nipoti, senza trasformare il loro aiuto in un ricatto o facendolo pesare ai genitori (alle madri)? Dove sono?? Qualcuno mi risponda vi prego. Strangolata tra una suocera ricattatrice e una madre che non fa che sbuffare.. Mi sento così sola….

  2. NOn so piu’ come fare. Mi spiego: ho un figlio di 8 anni che sembra in pre adolescenza per come sbuffa, urla, insulta i fratelli e si oppone a qualunque nostra decisione. E’ un ribattere continuamente e cambia di umore ogni due per tre. So che questo cambiamento è legato al periodo di isolamento imposto per Covid e un po’ da quando frequenta il centro estivo sta migliorando perchè si sfoga ma intanto non è ancora tornato quello di prima; poi ho due gemelli, maschio e femmina, di tre anni. Lei piange e si impunta poco ma quando lo fa è una tragedia, piange per ore e strilla come un’ossessa, facendo capitolare quasi tutti, tranne me. Cosi’, ottenuto quel che vuole, la volta dopo ci riprova, mentre il mi sforzo di insegnarle alcun regole si perde nel nulla. Lui piange continuamente, per ogni cosa. E’ una cozza sempre attaccato a me e poi, appena torna il papà nei weekend, da me non si fa piu’ neppure toccare. E’ tutto “il mio papà” qui e là. Il papà parte per lavoro la domenica sera e lui si riattacca a me e piange se non lo guardo tutto il tempo. Quando uno è bravo,l’altro lo stuzzica e fa piangere e via cosi’, dalle 6.30 del mattino alle 10 di sera. Prima erano al nido fino a dopo pranzo, poi facevano il sonnellino e io lavoravo ancora al pc in studio fino alle 16. Da febbraio sono stati tutti e tre sempre con me, ora il grande ora va al centro estivo, i piccoli un giorno a settimana pure ed uno me li guarda mia madre perchè possa lavorare un minimo (sono libera professionista) e ricevere i clienti ma io ho esaurito tutta la pazienza.
    Mi sveglio piena di energia, voglia di fare e di coccolarli, con progetti ecc. ed alle 8 ho spento il sorriso e respiro solo dalle 10 di sera. Li porto in piscina, al lago, dagli amichetti, andiamo in montagna, allo zoo ecc. e loro fanno capricci comunque , piangono comunque, chiedono sempre di piu’. Non organizzo niente e mi distruggono la casa. Non c’è un pasto sereno da quando li ho svezzati.
    Non li sopporto piu’. Li amo, ma non li sopporto piu’. E’ difficile da spiegare ma vorrei solo lasciarli ai nonni, al centro estivo o al padre una settimana di seguito, due giorni almeno e tirare il fiato . Invece non è possibile. Urlo, li sgrido continuamente, a volte finisco per prenderli a parolacce perchè è l0unico modo per sfogarmi senza alzare le mani. Quando raggiungo il limite mi chiudo in bagno a cercare di calmarmi 10 minuti e loro da dietro la porta continuano a piangere o urlare chiamandomi.
    NOn riesco a stare dietro a tutto, non lavoro come vorrei e io tengo al mio lavoro, non riesco a prendermi cura di me, nè della casa come vorrei (faccio le pulizie alle 23 perchè prima non riesco mai). sono stanca, tanto tanto stanca. Mi dicono di chiedere aiuto ma a chi? Mio marito lavora all’estero, mia madre piu’ di un giorno a settimana non viene, i miei suoceri non esistono in pratica, il centro estivo chiuderà a agosto, il nido non riapre ed a settembre non si sa se ci sarà la materna. Vado a letto sentendomi una madre di merda e con miliardi di sensi di colpa, mi sveglio coccolandoli e vezzeggiandoli e loro in due ore mi distruggono e si ricomincia con urla, ricatti e sgridate. Ieri ho detto a mia madre che mi pento di aver cercato un secondo figlio ed il peggio è che in alcuni momenti lo penso davvero. Eppure li amo e cerco di proteggerli in ogni modo perchè il solo pensiero che si facciano male mi terrorizza. So che non potrei vivere senza di loro ma vorrei anche stare da sola, ogni tanto. RIPOSARE!

    • Cara, mi è venuta la stanchezza a me solo a leggere quello che scrivi.. Ci credo che sei stanca e ti meriti un po’ di sacrosanto riposo..non saprei che consigliarti, se non hai nessuno che ti aiuta tenendoti i bambini per un po’ è dura. Arriveranno tempi migliori, deve solo finire sto 2020 di m.. Già mandarli a scuola e asilo senza pensieri sarebbe già tantissimo

    • Non sei la sola. Leggendo mi sono venute le lacrime perché provo la stessa cosa. Non so come se ne esce ma spero che presto qualcosa cambierà

  3. Ho due figlie una di 5 e una di 3 anni. La piccola sono 2 anni che mi fa morire. Non le va mai bene niente, non fa nulla di quello che le dico/chiedo e se riesco a farglielo fare è solo dietro urla e minacce. Ho una rabbia così grande nei suoi confronti che a volte penso di odiarla. Ogni santa mattina mi sveglio con il proposito di stare calma, di andarle incontro, di portare pazienza per tutti i suoi pianti isterici, causati anche solo dal fatto che magari sono andata avanti 2 gradini in più sulla scala… ma dopo 15 minuti la mia pazienza è esaurita e riesco ad arrivare a sera solo perché dorme molto e poi la piazzo davanti alla TV. Non ho voglia di fare niente con lei perché so che rovinerebbe ogni cosa. Inutile sottolineare gli immensi sensi di colpa che sento dentro, specie quando vorrei che sparisse per potermi dedicare un po’ con l’altra figlia.

  4. Ma va, anche mio figlio qualche sculacciata l ha presa. Ma non è che il nostro rapporto sia cambiato, anzi.. I bambini hanno anche bisogno di capire dove sta il limite e noi siamo umane

  5. Bimbo di quasi tre anni, io sto tutto il giorno con lui spesso da sola. Nom vuole mai dormire, mai.
    Stamani si è svegliato alle 6.30, è andato a dormire alle 23.
    Io ho sbroccato di brutto, cercavo di farlo dormire con la mente ai panni e alla cucina da fare. È partito l’urlo e un piccolo scapaccione nel sederino (forse è il secondo che do in tutta la mia vita da mamma).
    Lui mo ha guardato come dire “la mia mamma che mi fa questo, con delusione e infelicità). Io mi sono sentita morire, ho chiesto scusa, gli ho spiegato che sono stamca, che ho altre mille cose da fare.
    Lui ha preso ed è andato dal babbo e dopo 10 minuti si è addormentato serenamente con lui che lo coccolava. Io mi sento una merda umana per non esserci arrivata ad esser dolce e paxiente, ho paura che cambi il nostro rapporto, che non mi veda più come la sua mamma adorata.

    • Stai tranquilla,il vostro rapporto non cambierà…però puoi delegare al papà la messa a letto… visto che cmq lui è con te tutto il giorno…non sei wonder domani,sei umana e poi come ti hanno già detto. Ci vogliono dei limiti

    • Carissima, io sento da ieri sera la lama gelida del rimorso per aver dato ieri sera una sberla a mia figlia di tre anni. Caldo, situazione difficile perché sto aspettando di iniziare un nuovo lavoro (sono in disoccupazione dall’inizio del lockdown), mia moglie in attesa della nostra seconda figlia, problemi a fare quadrare i conti. Avevamo passato un pomeriggio bello in piscina dove avevamo giocato molto e poi torniamo a casa e durante una lettura lei sale in piedi sul mio avambraccio. Le dico una, due, tre volte che mi fa male, infine non ci ho più visto! Sento ancora nelle orecchie il suo pianto di dolore e di stupore e io vorrei tagliarmi le mani per averlo fatto! Ma perché è così faticoso stare con i figli? Per quanto io la amo a volte vorrei scaraventarla fuori dalla finestra! Chissà che ricordi avrà di me in futuro!

  6. Sono mamma da 1 anno e mezzo.. E oggi ho raggiunto il limite. Mi sento una mamma sbagliata.. Mi fa soffrire di non provare quello che una madre dovrebbe provare. Mio figlio lo sento non mio… Ultimamente strilla e fa capricci per ogni cosa e quando strilla mi vorrei chiudere in una stanza. Certe volte mi manca il respiro e avrei bisogno di andare via da sola.. Il mio compagno non capisce il mio stato emotivo e pensa che sia io egoista. Ma essendo lui non mi aspetto più comprensione .. Arriva fino dove arriva. Ma se mi guardo allo specchio mi vedo una madre sbagliata e ho sensi di colpa enormi… Mi sento in colpa per non provare il mio essere madre. Amo mio figlio ma certe volte non riesco a dargli quello che dovrei dargli.. E non per egoismo ma perché mi sento, incredibilmente, non amata da lui.

    • Sbagliata rispetto a chi? Ad un idea di maternità che non corrisponde al vero…il fatto di non sopportare i capricci e le urla non fa di te una cattiva madre;fa di te un essere umano…la mamma delle pubblicità è solo un inganno e una trappola per tutte le donne che si sentono madri “sbagliate”per via di questi stereotipi..noi mamme del nuovo millennio siamo sole…siamo chiamate ad essere madri amorevoli e servizievoli….guai ad aver voglia di passare un po di tempo da sola…saremmo considerate egoiste e snaturate…tu sei come sei e sono sicura che sei una bravissima mamma non perfetta…i compagni ,si sa, sono bravissimi a giudicare…ma se provano mezza giornata a stare con i bambini ecco che svalvolano…

  7. La figlia del mio compagno è antipatica, presuntuosa e arrogante. Ci sono volte che è dolce mentre altre purtroppo la riconduco sempre ai comportamenti antipatici e cattivi che ho già subito da sua madre. La trovo viziata. Non è capace di vivere una giornata nella pace e tranquillità. A volte alzo la voce e poi mi dispiaccio sempre. Mi ha fatto scomparire la voglia di avere dei figli. Penso di non essere adatta e penso che mi sacrificherei troppo. Sono devastata.

  8. Ciao seppur con caratteristiche diverse anche io soffro questa simbiosi..adesso la scuola sarà pure finita ma io.sono s casa con lui ecc exx quindi non cambia molto. Sono stanca e chi mi.dice crescerà lo ammazzerei Perché.intanto io invecchio dentro proprio
    Sinceramente.stanca

  9. Mio marito è esaurito, e quando è esaurito (purtroppo non è la prima volta) fa scenate tremende di fronte ai bambini e urla cattiverie. È pieno di rancore contro chiunque. Si rifiuta di chiedere aiuto a uno psicologo. Non lo sopporto più!

    • Purtroppo nessuno sta parlando delle persone che avevano già delle fragilità psicologiche e a come questa situazione abbia fatto degenerare tutto. E nessuno sta parlando delle coppie di genitori (e non) e degli effetti devastanti di questa convivenza forzata.

    • Cheppalle, pure il mio… c’è da dire che prima che iniziasse tutta sta storia della quarantena eravamo entrambi enormemente stressati e socialmente sovraesposti… a me il lockdown ha rigenerato, anche perché la bambina (7 anni) è stata veramente meravigliosa responsabile dolce collaborativa ecc… certo pure io ho avuto e ho tuttora ansie varie dovute al riabituarsi al consorzio umano… ma lui è diventato proprio insofferente a tutto, non starebbe nemmeno 10 minuti a chiacchiera coi nostri amici di sempre al parco o in piazza, in casa non mi posso lamentare lava stende piega pulisce anche più di prima ma non sopporta più la gente. Me lo immaginavo che gli avrebbe fatto questo effetto, ma non è sano per lui, per me e ovviamente nemmeno per la bambina che comunque anche con le dovute regole ha bisogno di tornare a socializzare e invece lui è sempre nero con tutti, spesso mica ha torto eh, ma se ogni volta che vedi uno che non si disinfetta uno che tiene la mascherina sul mento uno che non la tiene per niente ti incazzi è ovvio che poi si vive di merda… infatti mi sta passando la voglia di uscire di casa… meglio stare sul divano a rincoglionirsi con le serie tv

    • Amo il mio compagno, ma odio il padre dei miei figli… e sono la stessa persona. Sono sempre combattuta e non capisco perché le cose non possano andare a braccetto. Non sarà mai un buon padre e io ho bisogno di lui come padre per mandare avanti la famiglia…. solo il compagno non mi basta.

  10. Scusate ma quelli che devono “decidere ” come è quando si riaprirà la scuola, hanno mai visto una scuola italiana? Vivono sulla terra o dove…Sono disgustata,amareggiata…

  11. Non so come funziona per poter scrivere qui, ma ci provo! Io sono una ragazza di 33 anni con due figli e un marito splendido! La bambina piu’ grande ha 11 anni e il piu’ piccolo 4. Viviamo in giro per il mondo cambiando stato continuamente, facendo scuola online! Mia figlia parla 3 lingue perfettamente, e fino a qui sembra tutto perfetto! Ma non e’ cosi’! Io lavoro al computer per una ditta americana quindi quando siamo in Europa il mio turno e’ sempre la notte e finisco il lavoro alle 5 del mattino! Poi vado a letto e mio marito si alza per il suo di lavoro fuori casa! Alle 8.30 sono gia in piedi e iniziano i problemi! Mia figlia e’ tutta un no continuo! Un battibecco! E lei sa che dopo 50 miei rimproveri scatta la sberla ma lei se ne frega altamente quindi urlo, sberla e poi corrosa dai sensi di colpa! oggi scrivo dalle Tenerife sono le 24 e ovviamente sto lavorando, dopo aver litigato con mia figlia perche’ non mi ha fatto un favore! Ho bisogno di ricominciare da zero! Vorrei tanto non averle mai dato una sberla oppure un urlo o insulto! Ma non e’ cosi’! Vi prego non so che posso fare! Ho pensato di ricominciare con domani! E provare a contare fino a 10.000 e non solo fino a 1000 ogni volta! Dimenticavo mia figlia soffre anche della sindrome di tourette in forma lieve ma con continui tic! E per concludere sono entrambi i bambini allergici a tantissimi cibi che se solo gli avvicinano alla bocca devo correre all’ospedale! Quindi mille paure e mille pensieri! Non sono la sola vero? Secondo voi mia figlia mi odiera’ da grande? Notte a tutti!

    • Scusa un attimo ma con le poche ore di sonno che ti fai dovresti preoccuparti per te stessa e non per uno schiaffo a tua figlia che tra l’altro, immagino, si sarà pure meritata..vivi serena

  12. Sono stufa di dover sentire urla continue continue della mis figlia di 2 anni. E urla di loro che litigano. È da quando è nata che urla
    Dopo la depressione post partum mi sta facendo esaurire, divorziare e fa prendere solo schiaffi alla sorella.
    Ls vorrei riempire di botte a volte. Non la sopporto

  13. che schifo..da un lato non sopporto pou di stare con mio figlio di sette anni che ancora malgrado la ormai certificata iper intelligenza cognitiva si comport ancora spesso come uno di 3 , dall’altro temo il rientro al mondo reale perché in questi mesi dopo un periodo iniziale di serenita’ (parlo della quarantena) , adesso sta regredendo su certi comportamenti e comunque a volte ancora da’ prova di non essere in grado di controllarsi su certe cose malgrado il gran lavoro psicologico fatto
    sono stufa..non vedo l’ora che abbia diciotto anni e mandarlo fuori dalle balle e digli che si arrangi..
    sono anni che penso solo a come sta lui a come deve migliorare per vivere meglio ecc ecc sono stufa marcia
    vorrei non esistesse …m godrei una vita finalmente
    a volte penso lui sia una punizione per me

    • Hai appena scritto quello che sto passando io! Mio figlio, iperattivo e con disturbo dell’attenzione. Dopo una prima fase in cui ero contenta di poterlo seguire nelle videolezioni e nei compiti durante la quarantena, ero felice di recuperare tutto il tempo perso poiché prima lavoravo tutto il giorno e mi sentivo sempre in colpa, ora invece non lo sopporto più!! Finalmente la “scuola” è finita e non abbiamo più i compiti come motivo di scontro, ma c’è tutto il resto!!! Non rispetta una regola, urla di continuo, è tutto un tic nervoso, non ascolta, si incavola per qualsiasi cosa e non gli sta mai bene niente, tortura sua sorella di continuo, non riesce ad organizzarsi a fare un gioco e se si annoia inizia a fare casino…. basta io non ne posso più!!! Mi sfinisce, l’ansia che mi provoca durante la giornata mi fa arrivare alla sera distrutta. Mi chiedo perché sia capitato proprio a me

    • Ciao Nadia,
      io sono una mamma quarantenne di uno splendido bambino di quasi 3 anni avuto x caso….felice di averlo avuto ma col padre non ci siamo proprio e di fatto è durata ben poco… premesso ciò delle volte rimpiango davvero di averlo avuto e vorrei non ci fosse più per tornare alla mia vita di prima senza tutti i suoi capricci e urla…..poi dopo che lo lascio mezza giornata alla nonna per lavorare ( ah che bello tornare alla mia scrivania….) mi manca da morire e mi sento in colpa per quello che rioesco a pensare e ..talvolta anche a dire …a lui che povero non c’entra nulla …. sono una pessima madre

    • Come ti capisco… Io ho 2 figli, uno di 16 anni ed una di 12 e mezzo. Vorrei dirti che il peggio passerà, ma non è così, il peggio deve ancora arrivare… Il ragazzo è in gamba ma è sempre stato agitato, provocatorio e sbruffone, fin da piccolissimo. Ora che è adolescente questi difetti sono diventati insormontabili… Pensa di essere Dio, non fa che dire parolacce e bestemmiare, prende a pugno o mobili se perde alla play ( mi ha spaccato l’anta di un armadio…) si sente il padrone dell’universo e noi siamo solo schiavi insopportabili che cerca di evitare il più possibile. Studia molto meno del minimo sindacale, finora è sempre stato promosso, neanche rimandato, ma solo grazie a me, ai miei urli, ai miei aiuti e, perché no, anche ai miei ceffoni! Ogni tanto uno ci scappa ancora, ma avrebbe bisogno di una ramata di botte mai viste nella vita, per togliergli quel sorrisetto da piglia culo che si ritrova… Mia figlia, che dire… Da piccola ha sofferto di mutismo selettivo, non ha mai dormito una notte e tutt’ora non dorme un cavolo, in compenso urla sempre come una pazza, qualsiasi cosa non vada come vuole. A scuola è molto brava ma la odia fortemente ed anche con lei sono urla continue per farle fare il suo dovere. Sono stanca, sfinita, potrei raccontare per ore ed ore come questi 2 figli mi abbiano ridotto la vita, di come mi abbiano completamente tolto il sorriso, forse così capireste le mie parole che mi fanno solo sembrare un mostro. Mio figlio, soprattutto, è un ingrato, solo una macchina mangia soldi che vorrebbe che noi non esistessimo… È difficile amare un figlio così, non è tutto così automatico come si crede… L’amore bisogna anche un minimo, meritarselo, almeno un minimo.. Scusate lo sfogo ma questa sera è stata peggiore delle altre…

Leave a Reply to Silvia Cancella la risposta