genitorisbroccano

genitorisbroccano è lo spazio da usare quando senti di avere solo voglia di urlare.
Quando non ne puoi più.
Quando senti che le tue qualità di mamma o papà paziente stanno venendo meno.
Quando tutti i tuoi buoni propositi sono miseramente crollati davanti all’incomprensibile ostinazione dei tuoi figli.
Quando hai mandato a farsi benedire tutte le tue più radicate convinzioni circa l’allenamento emotivo e l’empatia.
Quando sei riuscito a mettere tuo figlio in punizione già 3 volte da quando si è svegliato, e sono appena le 8.30 del mattino.
Quando hai ormai raggiunto la definitiva convinzione che sei una pessimamma o un papàpessimo.

Questa è una stanza insonorizzata: fuori da qui non sentono nulla. Ti leggeranno solo altri genitori solidali che sanno benissimo come ti senti.
Qui è vietato dare consigli (soprattutto quelli buoni).
Qui è vietato trovare soluzioni.
Qui è vietato citare “metodi”.
Qui è vietato fare i saputelli!
I commenti autorizzati sono solo le pacche sulle spalle: sarà nostra cura rimuovere ogni altro tipo di commento.

Da questo momento potete urlare! Nulla è inconfessabile per genitorisbroccano!

PS: Se invece hai bisogno di consigli, cerca un articolo nel resto del sito che faccia il caso tuo, e posta un commento lì : genitoricrescono.com

3063 COMMENTI

  1. Ciao! Il mio sbrocco odierno e’ questo: mi sento giudicata (male) perche’ non voglio un secondo figlio/a. Ho una bimba di due anni, lavoro.part.time e nel resto del tempo gestisco da sola la.bambina. da sola nel senso sena nonni se non mia mamma per.le.emergenze. mia mamma ha 70 anni, con i miei suoceri pessimo rapporto. Dunqjr me la.cavo senza nonni. Il mio.compagno mi aiuta ma lavora full time. Entrambi siamo.contenti .a molto affaticati. La.nostra bimba dai 6 mesi a poco fa ha dormito poco e male. Ora va meglio. Le.mie amiche che aspettano il secondo hanno grandi aiuti dai nonni a cui delegano l’80 per.cento della gestione dei figli. E perche’ io vengo.considerata da meno? Perche non viene rispettato il fatto che faccio cio che posso, ma con le mie forze? Non e’ giusto. Mi semra che la responsabilita’ non sia premiata dall’opinione pubblica.in cui “brava se fai figli, poi qualcuno se ne occupera'”…

    • Ciao Marcella! Come ti capisco! Io ho un bimbo di 4 anni parecchio impegnativo, sto aspettando il secondo e sono piuttosto preoccupata, temo che non ce la farò a gestirli entrambi, anche se questo bambino l’ho desiderato e cercato tantissimo… Anch’io non ho aiuti, neanche per le emergenze dato che i nonni abitano lontano. E quando sarà il momento del parto? Chi chiamo a tenere il grande se succede di notte? Insomma non dormo dai pensieri che ho. Anch’io sono circondata da gente che scarica i figli continuamente ai nonni e si permette anche di dare consigli… Troppo facile così! E poi è vero che se non fai un secondo figlio vieni considerata un’egoista o una mamma “pentita”. Ma come si permettono? Io sono stata più volte criticata bonariamente perché ho aspettato troppo e quindi i miei figli non giocheranno mai insieme. Già dovevo darmi da fare prima e non aspettare che il grande diventasse un po’ più autonomo in modo da darmi la speranza di farcela….

  2. ……e la mattina ti svegli all’alba, e fino all’ora di pranzo piagnucoli in continuazione perché vuoi stare in braccio e non mi fai combinare niente (e perché hai sonno visto che ti sei svegliata presto), e al pomeriggio dopo la pappa ti addormenti per massimo 1 ora e non mi lasci il tempo neanche di lavare i piatti ed andare al bagno, e nel primo pomeriggio non fai fare i compiti a tuo fratello perché richiedi continuamente attenzioni, e dopo che torna papà ti appiccichi come una cozza a noi e non ci lasci neanche cenare…..BAASTAAAAAAA.
    Hai già 14 mesi, MA QUANDO DIVENTERAI UN PO PIU’ AUTONOMAAA?????????
    Ditemelo voi mamme, quando sono diventati un po’ più autonomi i vostri figli? La mia non si distrae con niente (giocattoli, musica, televisione, libri…….NIENTEEEEE)

    • Ciao Marcella! Ti capisco e sbroccavo per lo stesso motivo. Difficile dirti qua do, ma non dovrebbe mancare molto..di solito.intorno ai 18 mesi raggiungono qualche grado di autonomia in piu’ e fanno tirare un po’ il fiato!

  3. Eccomi di nuovo qua…oggi sbrocco non per mia figlia.ma x mio marito….e un periodo di merda….non lo sopporto più. .e lui non sopporta più me. Siamo in continua lite sempre x lo stesso motivo..educazione figlia. .io gli dico no..lui si…x tutto…dalla caramella prima di cena…o dal farla stare in piedi sul tavolo apparecchiato..o qualsiasi altra cosa che non andrebbe fatta. Se non deve farlo..gli dice guarda che arriva la mamma e ti sgrida..cosi io passo sempre x la cattiva…e lui il bravo. Ormai mi accorgo che quando non c’è sono molto più calma..appena torna divento nervosa anche senza motivo. Lui si lamenta che urlo in continuazione. .e grazie al c….o!!!!!
    Cmq..spero la situazione migliori. E che sia solo la stanchezza a farci parlare…

  4. Salve a tutti! Sono di nuovo in Crisi e quale modo migliore per scaricarsi se non quello di Urlare in un messaggio la propria insofferenza alla Vita! il problema è solo Lui: un compagno narcisista assente anche se presente…che mi sta completamente annullando. Premetto che la colpa più grande è mia nel non essermi voluta accorgere in tempo di come era Lui e addirittura nell’ aver lasciato che nascesse la nostra bimba che oggi ha due anni e mezza e che è la cosa più bella che ho ma è anche la cosa che mi legherà Per sempre a lui. Ho sempre cercato di giustificare il suo brutto carattere prima perché era appena morto il padre, poi per i problemi con la mamma ,dopo per la situazione difficile nella sua azienda, ecc ecc. L amore che provavo mi ha portato a vivere accanto ad un uomo egoista fino ad oggi, oscillando tra alti e bassi cercando di resistere sempre per Nostra figlia che fortunatamente è una bimba felice e serena. In questo devo dare atto anche a lui di essere riuscito spesso a contenere le sue ire sfogandole magari in altri modi con me anche se non sono mancati e non mancano mai periodi di lunghi silenzi e tensioni, dove lui si isola nel suo mondo e non esiste più per nessuno neanche per sua figlia, ma lei lo ha conosciuto così quindi per lei è tutto normale. Per chi ha avuto a che fare con un Narcisista patologico sa di cosa parlo per chi non lo sa dico Beati voi che almeno state con uomini ” normali”!!! Si tratta di una oersona completamente incentrata su se stessa, prioritarie sono le sue cose anche davanti alla bambina. Incapace di empatia, attento all’ aspetto fisico quasi fissato. Passa ore in bagno( in casa ne abbiamo uno) si allena tutti i giorni in camera da letto compresi i sabati e le domeniche…Ha la fortuna di lavorare nell azienda di famiglia e quindi fa gli orari che gli pare, alle 16 è già a casa, fa merenda e se la bimba è sveglia sta con lei il tempo della merenda poi va ad allenarsi, poi doccia per rifare la sua comparsa a tavola pronta. Dopo cena prende il caffè e si ritira il più delle volte in camera sua con il cellulare . Così tutti i giorni. Io non lavoro, per scelta nostra( mi sono rimessa a cercare adesso) e alla minima discussione che con un narcisista è impossibile fare…mi rinfaccia che è lui che porta i soldi a casa e che ha diritto di prendersi i suoi spazi e che non è veto che non sta mai con sua figlia. Naturalmente con sua figlia gioca pochissimo quasi mai, non L ha mai portata fuori da solo neanche quando io stavo male( io non ho i genitori qua e mia suocera lavora quindi zero aiuti) mai si è alzato una volta di notte, mai l ha accompagnata al nido, mai si è messo in terra a giocare con lei, mai la confortata nei momenti di bisogno. la bimba sembra che non si fidi tanto di lui, cerca sempre e solo me quando ha bisogno di qualcosa e lui e sua madre sono convinti che è normale a questa età … potrei scrivere tantissimo su come si comporta con noi, io vorrei sapere visto che non cambierà mai se devo continuare a rexistere con lui soffrendo dentro e poi magari un giorno scaricare su mia figlia tutta la mia rabbia perché è così che succederebbe oppure chiudere e vivere senza di lui . Naturalmente vorrei che continuasse a fare il padre anche se a modo suo. Io sceglierei la seconda ma la mia paura è che possa vendicarsi e rovinarci per sempre la vita.

  5. Anche stasera ho urlato con mio marito, perché non mi ascolta, perché ha lasciato il bimbo al dopo asilo e ora è a letto con forte raffreddore e domani dovremmo andare in montagna….
    Non ho più pazienza con mio marito, mi dà sui nervi tutto quello che fa e come lo fa, urlo talmente tanto con lui che ho paura che mi venga un accidenti…. Non accetto nemmeno come fa con nostro figlio, come lo sgrida, come gli parla, e il nostro cucciolo lo ha capito tant’è che cerca di dividerci e manda sempre via il papà…ma cosa mi sta succedendo?

  6. La mia seconda figlia (13 mesi) non mi fa combinare nulla a casa. Si sveglia alle 6 del mattino (svegliando anche il più grande di 6 anni) e rompe le scatole tutto il giorno. La mattina, poi, è ovviamente stanca per cui la metto a fare la nanna alle 10.30 e dorme un’oretta. Questo però mi sballa tutto il giorno. Il pomeriggio è vispa come un grillo fino alle 16.30 e, con il più grande che nel frattempo è tornato da scuola, non riesco neanche a fare i compiti. Come posso fare per tenerla un po impegnata? Quando saranno un po più indipendenti?. L’unica cosa che la distrae un po sono i video musicali alla telivisione

    • Penso che la gestione contemporanea di 2 figli (di cui 1 va a scuola) sia un argomento per i quali molti genitori “sbroccano”. Molte mamme si lamentano della difficile gestione di 1 solo figlio, ma quando i figli sono 2 le difficoltà raddoppiano, anzi no triplicano.

    • Anche a me succede:
      ti svegli non ti vuoi alzare, ti lavi non ti vuoi lavare, ti vesti non ti vuoi mettere i pantaloni ma solo vestiti e ballerine e fuori ci sono 8°, colazione, preparo le cose dell’asilo, le mie per l’ufficio, la gatta, spegni luci gas spazzatura, te porto a scuola non vuoi entrare, tosse raffreddore, corri in ufficio clienti telefono capo colleghi, esco corro a scuola ti prendo non vuoi venire via, spesa, casa, merenda, doccia, farmacia, lavatrici, bucato ancora là, retta da pagare, ricordati l’iscrizione, la banca che mi fa violenza psicologica al telefono, bollette che stanno per scadere, soldi per la signora delle pulizie (8€ in monetine), oddio ho dimenticato la sabbietta per la lettiera!, ovviamente giocare senza sosta e distrazioni e senza mai abbassare la guardia (mamma mi fai mamma mi prendi mamma mi dici mamma mamma mamma) e ora addobbare la casa per natale …è perchè che casa è senza addobbi, poi la serata libera a settimana la passo alla riunione dei rappresentanti di classe della scuola…

  7. Ormai il copione delle nostre giornate potrei scriverlo in anticipo, tanto so già come andranno:
    Gli chiedo di fare una cosa
    Dice NO (sempre)
    Glielo chiedo altre 5 volte, gli dico “fai da solo, non obbligarmi a prenderti di peso”
    Dice no.
    Lo prendo su e parte la scenata isterica, ma non posso fare altrimenti, si tratta di cose che deve fare per forza: magiare, lavarsi i denti, cambiare il pannolino, mettere il pigiama, salire in macchina.
    Finita la sfuriata, ancora singhiozzante dice NON LO FACCIO PIU’, SARO’ BRAVO.
    Ma lo farà ancora. E io mi sentirò ancora una volta un fallimento di madre.
    Non riesco a giocarci senza che si incavoli, non riesco a farmi rispettare, non riesco a fare niente con lui.
    Fra qualche giorno inizierà l’asilo full time, e delegherò alle maestre il compito di educare mio figlio dove io non sono capace, di avere la pazienza che io non ho, di giocare con lui come io non riesco mai, con creatività e pazienza.
    Che brutta giornata oggi, più giù di così non posso andare.

    • Cara Neuro85,
      Sono la Giulia che ha scritto poco più sotto.
      So che le mie parole probabilmente valgono mezza cicca perché io ancora non sono mamma, ma da quello che leggo qui e sento da amici e conoscenti con bambini dell’età del tuo, ti trovi nel bel mezzo dei famigerati ‘terrible two’ in cui ogni sforzo sembra inutile davanti a un soldo di cacio testone che ti contraddice solo per il gusto di farti uscire dai gangheri. Magari mi sbaglio (e chiedo scusa a Serena e Silvia se questo suona come un consiglio, non è mia intenzione) ma credo che tu stia gettando delle buone basi e che l’unica via d’uscita sia stringere i denti e aspettare che la fase passi. Non mi sembri proprio un fallimento come madre. In bocca al lupo anche a te e tieni duro!!

    • Cara nn sai quanto ti capisco… Stesso copione in più ho perso due mesi per togliere pannolino ovviamente inutilmente!ora ha due anni e mezzo e a sentire tante mamme da quel dì che sono riuscite a fare questo è quello…io ormai mi metto l anima in pace ho capito che con lui ogni cosa é più difficile anche una semplice cena fuori diventa un impresa da eroi….anke io mi chiedo se forse nn dipenda da me……

    • Non mi dici nulla di nuovo. … mio figlio è identico. Dieci volte per dirgli di vestirsi o fare una cosa. All’undicesima sbrocco. E inizio a urlare. Perché io non ho più pazienza. .giuro. Vivo in una situazione sgradevole, con un marito mammone e una suocera prepotente, quindi la pazienza è terminata. Del tutto. Vorrei vivere in un altro mondo sempre con mio figkio ma in un’altra realtà. Magari così non sbrocco più.
      Capisco le tue giornate. ..io ogni volta che dice nn lo faccio più ci credo. Ma poi lo fa di nuovo. E io mi sento una fallita. E partono i castighi. Ma poi mi domando se funzionano oppure se lui mi odiera’e nn vorrà più stare con me. E cerco di limare… ma poi lui fai il bravo per mezza giornata e poi torna prepotente come sempre.
      Non so nemmeno se serve essere duri coi propri figli. ..so che ci vuole tanta pazienza ma io nn ce l’ho più.
      Lui è tutta la mia vita e non potrei vivere senza.

  8. Sarà che la panza comincia ad essere ingombrante e non mi fa trovare la posizione per dormire, oppure semplicemente sono gli ormoni che mi fanno ritrovare sveglia come un grillo alle 5.45 del mattino.
    Sarà che il tempo passa troppo in fretta, mancano solo quattro mesi e io non sono pronta.
    Sarà che io amo i bei vestiti e vivere solo in leggings perché non mi entra più niente me le fa girare a elica. E no, delle tette grosse non me ne frega niente, non sono abituata ad averle e sono più un intralcio che altro.
    Sarà che mi dicono che sono bellissima ma io quando mi guardo allo specchio vedo un dugongo con la faccia a pois.
    Sarà che mio marito secondo me la fa troppo facile (‘se noi siamo tranquilli lui sarà tranquillo..se lo facciamo stancare dormirà…siamo due persone intelligenti e siamo una buona squadra, lo tireremo su bene’..seh vabbè vorrei rispondergli io, e se mia zia avesse le palle sarebbe mio zio!’ Perché io sono più del partito ‘tanto quasi tutto va a culo, cerchiamo di sopravvivere meglio che possiamo e scordiamoci di avere il controllo perché nel 90 percento dei casi non dipenderà da noi, faremo del nostro meglio e magari avremo un figlio tossico e fancazzista’. Però non posso dirlo perché sennò sono disfattista).
    Sarà che ho la fortuna di stare bene, quindi lavoro e ho intenzione di tirare fino all’ultimo, e la domanda più frequente (purtroppo, fatta soprattutto da donne) è ‘ma perché non stai a casa In maternità anticipata tu che puoi?’ Risposta ringhiata solo nel mio cervello, ma prima o poi uscirà e allora saranno cazzi acidi: perché lavorare mi piace, ho la fortuna di fare il lavoro per cui ho studiato cosa che tanti altri si sognano, e perché non sopporto quelle per cui la lineetta rosa sul test significa farsi nove mesi o poco meno di vacanza pagata senza nessun reale motivo di salute o personale a giustificarlo.
    Sarà che tutti danno per scontato che dopo la nascita dell’erede saranno solo ed esclusivamente cavoli miei, che anche se mio marito è sempre stato super collaborante dopo non lo sarà più oppure ci proverà ma tanto gli uomini NON CI ARRIVANO e i figli sono delle mamme, che lui avrà diritto a prendersi qualche spazio per se mentre io no..e a leggere qui alcuni sbrocchi contro compagni e mariti protagonisti di clamorosi voltafaccia una volta nato il pupo, un po’ di sudore freddo lungo la schiena mi viene.
    Sarà che stamattina presto ero in dormiveglia a letto a fare i grattini al mio micio che mi gratificava con un concertino di fusa mentre la micia mi guardava sorniona da poco distante, il piccoletto che nuotava placidamente in pancia, e all’improvviso un pensiero mi ha attraversato il cervello come un fulmine: ‘non sarò mai più così tranquilla, maipiùmaipiùmaipiù…..’.
    Sarà tutto questo, ma stamattina sono acida e scoraggiata.
    E ancora non ho neppure cominciato.
    Oh merda.
    Buona domenica a tutti e scusate la lungaggine.

    Giulia

    • Da mamma bis che si è fatta due gravidanze a casa per problemi reali ti dico che fai benissimo a lavorare finché puoi! Il mio abbruttimento cominciava al momento dell’anticipata e quando arrivavo al parto avevo già voglia di tornare a vivere (seeee . …). Comunque tuo marito promette bene, non disperare!!!

    • Secondo me non é un male che tu ti senta così, io invece che ho vissuto la gravidanza come un periodo da sogno, pensavo che essere mamma sarebbe stato perfetto e avevo in mente la famiglia del Mulino Bianco….ho dovuto scontrarmi con la brusca realtà. Tu invece mi sembri molto consapevole e questo secondo me ti porterà a vivere meglio il tutto, senza false aspettative.
      In bocca al lupo!

    • dai Giulia, non fasciarti la testa prima del tempo! Goditi l’attesa, ci sarà tempo poi per eventuali sbrocchi…!

    • Ciao Giulia,
      Sembra di rivedere e rivivere i miei pensieri
      Nei nove mesi della gravidanza…ogni giorno a
      Pensare niente sarà più come prima,e nonostante l impegno che ci metteremo sarà solo una questione di culo…e così è ancora secondo me…ora Pietro ha 8 mesi…X ora meglio del previsto,ma confermo che il figlio è della madre e chi si passa le giornate tra ghe ghe e patelli sei tu…questo X certo,i compagni possono essere collaborativi, ma sulla giostra quotidiana ci sei tu!In bocca al lupo per tutto e facci sapere!!!

  9. Ho bisogno di qualche parola di conforto. Bimba ha due mesi io ‘ho desiderata ma stupidamente non pensavo che non avrei più avuto una vita. Mi ritrovo sempre d sola a casa con bimba che piange, che non riesce a fare la cacca, che vuole mangiare, vuole essere cullata, vuole essere cambiata….e non dorme non dorme mai…. Vorrei urlare chi me lo ha fatto fare! Avevo una bella vita! Lo so che sarà bella lo stesso in modo diverso ma ora è come se mi trovassi in un tunnel e non vedo la luce. Raccontatemi le vostre esperienze per favore rasserenatemi e ditemi che passerà e ditemi anche quando!!!!!

    • ciao cara,
      ho avuto la mia prima figlia 5 anni fa. Io e il mio compagno (oggi mio marito) avevamo 25 anni e fino a quel momento la nostra vita era stata solo cene, uscite e divertimento. Poi è arrivata lei è tutto è cambiato. Stavamo ristrutturando una casa in cui nn vivevamo ancora e io mi ritrovavo tutto il gg sola con la bambina xke il mio lui partiva la mattina presto x seguire i lavori e la sera lavorava al ristorante. La bambina non dormiva mai di sera. Iniziava a piangere alle 19 e continuava fino all’alba. Io non sono riuscita ad attaccarla al seno x i primi 14 gg e continuavo a tirarmi il latte come una pazza xke non volevo darle l’artificiale. Sono arrivata ad odiarla, pensa che una sera l’ho messa dentro la culla e ho chius la porta della sua camera e ho acceso la televisione ad alto volume pur di non sentirla. Di ritagliarmi mezz’ora di pace.
      Sono stati momenti durissimi, che hanno veramente messo alla prova la mia sanità mentale. Vuoi sapere come sono riuscita a sopravvivere? Facendo leva sulla mia “cazzimma”, pensando al giorno dopo, proiettandomi nel domani. E mi è servito. Mi è anche servito lasciarla ogni tanto coi nonni (una volta diventata un po più grande) e trovare il tempo x me, x stare con mio marito e con le mie amiche xke è vero che sono madre ma sono prima di tutto una persona e non voglio dimenticare chi sono.
      Spero di esserti stata d’aiuto.
      Un grande in bocca al lupo!
      Chiara

    • ciao cara stai tranquilla, passerà ….so perfettamente come ti senti, io ci sono passata, ti senti in gabbia,senza più tempo per fare nulla,stanca,stanchissima, ti sembra che quell’ esserino,ti tiri via l’anima….io sono stata in terapia,mi sentivo una cattiva madre…passerà e tu ritroveri l’energia. ..prendi degli integratori

    • Passerà, questo periodo folle passerà. Te lo dice una che si é fatta una bella depressione post partum di 6 mesi senza essere capita da nessuno. Solo che vedi, non per scoraggiarti, ma non é che le fasi successive siano molto più divertenti….il mio ora ha 2 anni e mezzo e in questo momento vedo l’asilo full time come l’unica cosa che può salvarmi dall’esaurimento nervoso. Anche a questo io non avevo pensato prima di fare figli….tu sì?
      Un abbraccio, forza e coraggio.

  10. Ciao a tutti. Ho scoperto che tenere un blog anonimo e semplice aiuta a sfogare le frustrazioni. Soprattutto, in quei 5 minuti a fine giornata che riesci a respirare, cerchi come sfogare le emozioni negative e ti senti subito meglio.

    Provare per credere.

  11. Ma a quale età avete cominciato ad addormentarli senza cullarli in braccio? Mia figlia ha 13 nesi e pesa più di 12 kg e non ce la faccio più. Ho la schiena a pezziiii. Inoltre nentre la cullo si contorce con una forza tale che qualche volta mi cadrà dalle braccia. Datenu dei consigliiii

    • In teoria, in questa sede non si possono dare consigli. Posso solo esprimere la mia esperienza. Sia il mio primo sia il secondo ho cominciato a posarli dopo i loro 12 mesi. Con il primo, cantavo ninne nanne. Il secondo lo poso direttamente nel seggiolone e attendo che si addormenti. Con la fine dell’allattamento, infatti, nelle mie braccia si dimena e non si rilassa.

LASCIA UN COMMENTO