genitorisbroccano

genitorisbroccano è lo spazio da usare quando senti di avere solo voglia di urlare.
Quando non ne puoi più.
Quando senti che le tue qualità di mamma o papà paziente stanno venendo meno.
Quando tutti i tuoi buoni propositi sono miseramente crollati davanti all’incomprensibile ostinazione dei tuoi figli.
Quando hai mandato a farsi benedire tutte le tue più radicate convinzioni circa l’allenamento emotivo e l’empatia.
Quando sei riuscito a mettere tuo figlio in punizione già 3 volte da quando si è svegliato, e sono appena le 8.30 del mattino.
Quando hai ormai raggiunto la definitiva convinzione che sei una pessimamma o un papàpessimo.

Questa è una stanza insonorizzata: fuori da qui non sentono nulla. Ti leggeranno solo altri genitori solidali che sanno benissimo come ti senti.
Qui è vietato dare consigli (soprattutto quelli buoni).
Qui è vietato trovare soluzioni.
Qui è vietato citare “metodi”.
Qui è vietato fare i saputelli!
I commenti autorizzati sono solo le pacche sulle spalle: sarà nostra cura rimuovere ogni altro tipo di commento.

Da questo momento potete urlare! Nulla è inconfessabile per genitorisbroccano!

PS: Se invece hai bisogno di consigli, cerca un articolo nel resto del sito che faccia il caso tuo, e posta un commento lì : genitoricrescono.com

3306 COMMENTI

  1. Ho un figlio di quasi tre anni, desiderato fino allo stremo perchè a causa dell’endometriosi e altri problemi di salute ho rischiato fortemente di non riuscire ad averlo ma poi è arrivato. Gravidanza atroce: 5 mesi a letto con minacce d’aborto e un diabete fortissimo per gli altri 4 mesi con ecografie settimanali per controllare che restasse vivo. Poi è nato…
    E Poi la mia tiroide ha smesso di funzionare ed io sono stata stanca, tanto stanca, depressa e con la lacrima facile e i mesi correvano veloce senza che potessi godermi il mio piccolo miracolo. Poi mio marito ha perso il lavoro e poi ci siamo trasferiti all’estero per poi tornare, sempre senza lavoro, e con nostro figlio che è un terremoto. A quasi tre anni ancora non parla e io non riesco a contenere la rabbia verso i suoi capricci e il suo sfidarmi ogni santa volta che dico qualcosa; e urlo e gli dico delle cose orribili e poi sto male da morire e penso che se non parla è solo per colpa mia.

  2. Non ne posso più!! Lo vorrei urlare a squarciagola.
    Sono mamma di un bimbo di 4 anni e di uno di 8 mesi. Il primo mi ha fatto sbroccare abbondantemente, al punto di intraprendere un percorso psicologico per la depressione post parto. Anche ora è un bambino impegnativo e come tutti i 4enni, non ascolta e si sente già capace e imparato su tutto.
    Il secondo, che mi sta esasperando ad oggi, è la fotocopia di suo fratello. Non dorme la notte, non riposa di giorno, piange, piange e mi fa impazzire!
    Mi ripeto: perché ancora una volta sto rivivendo questo incubo? Perché faccio solo figli irrequieti e farebbero esasperare anche un santo? Sono sola e senza più forze. Non ho aiuto, ma soprattutto sostegno. Metto spesso in discussione il mio ruolo di madre. Mi trovo a farneticare sulle mie carenze, le mie debolezze, le pretese che ho verso i miei figli e mio marito e ne concludo che galleggio per non affogare ma niente più. Sono insoddisfatta su tutti i campi, ma in primis su quello di madre, ho tante paure per i miei figli. Ho paura dei miei errori.
    Non dormo. Forse mi basterebbe solo dormire per recuperare ordine mentale e lucidità, ma purtroppo non è possibile. Mi ripeto che passerà, passerà…ma il pensiero di non riuscire a godere i miei figli piccoli, desiderando che il tempo passi per trovare tutti l’equilibrio, mi distrugge….

  3. ciao a tutti!
    due gemelle di quasi 3 anni.bhe messe a letto prima di sbroccare definitivamente.
    la teoria e tutta chiara, pedagogia empatia comunicazione giochi parco risate sorrisi.ma veramente sul piano pratico…altroché empatia.
    mi sento proprio giù perché faccio la parte della bambina io.ma certi giorni sono molto grigi.
    evviva gli sfoghi!

  4. Eccomi al rapporto! Figlio voluto è cercato per 4 anni.. dopo varie fecondazioni e la decisione di rinunciarci avviene il miracolo: rimango incinta naturalmente!
    Ora sono madre da nemmeno due mesi e mi sento una merda perché non riesco a gestirlo. Penso sempre a come era la mia vita prima.. ora mi sento ingabbia! Il sonno che aumenta ogni giorno, lui che dorme solo se usciamo, la casa ribaltata, io che sono uno straccio!!!dopo pranzo poi entro in crisi perché lui piange ad intermittenza fino alle 6… breve pausa e si riparte con coliche fini a mezzanotte! Poi ogni tre ore si mangia e un’altra ora per farlo riaddormentare.
    Tutti mi dicono che sono i primi mesi ed io ogni santo giorno penso ” un giorno inmeno”…
    mi sento terribilmente in colpa perché l’ho voluto così tanto ma poi nei momenti di crisi penso sempre che stavo meglio prima! Leggervi mi fa sentire meno sola….ma non mi sento affatto meglio…..
    E poi tutti i giorni sono uguali!!!!!! Mi sento uno schifooooo

  5. Io ho tre figli !! Uno di 5 e due gemelli di 18 mesi!! Tutti maschi!!!!! Ci sono giornate davvero, davvero pesanti… Per non parlare poi quando sono ammalati: lavoro continuativo h24, turno diurno e turno notturno, senza pause.Se mi sono chiesta se sono una pessima madre? anche! Se mi sono chiesta perchè ho voluto fare la madre? Pure!

  6. OGGI SONO UFFICIALMENTE ESAUSTA!
    mio figlio è due giorni che piange non appena mi allontano o lo metto nel box o in braccio al padre ( ha 10 mesi ) non posso nemmeno andare a fare pipì senza che lui gattoni fino al bagno piangendo e non appena arriva e mi vede si attacca alle gambe. Ma che cavolo gli sta succedendo ? 🙁 è da ieri mattina che mi fa esaurire con i pianti! smette solo quando dorme!
    io mangio e lui piange anche se nel seggiolone affianco a me, lo prendo in braccio vuole assaggiare non appena gli do la roba da assaggiare piange disperato , lo metto giu e piange, mettiamo i cartoni e dopo un secondo piange, bagnetto e piange, pannolino non ne parliamo da due giorni è un trauma cambiare il pannolino ! 🙁 sono stanca stanca stanca! spero sia solo una fase…se resta cosi mi sfinisce mentalmente!

    • Il mio Mezzano è identico.. .o per lo meno lo è stato fino a pochi mesi fa…assurdo …come il tuo piangeva per tutto!
      Vuoi questo?
      Si
      Glielo dai…
      No!
      Allora lo metto via e lui..piange!…quindi cosa fai…glielo ripropongo.. .dice che lo vuole fai per darglielo e subito dice NO! Allora dopo prese per il c…. così metto via tutto e piange per ore…
      In braccio si…in braccio no…
      Acqua si…acqua no…
      Mmmmmhhhhhhhh…che nerviiiii
      Io sinceramente non mi sono accorta quando ha smesso…o meglio ..si è calmato…lo fa ma in modo diverso forse perché cresce….bah…
      Hai la mia solidarietà

      • che cos’ha il box che non va bene a dieci mesi? ancora non cammina , gattona ! ha tutti i suoi giochi , il box lo tengo aperto da un lato cosi quando vuole puo tranquillamente uscire e andare dove gli pare in giro per casa , e non lo fa! vuole stare perennemente in braccio , fino ad un mese fa non era cosi piagnucolone ! Ho provato di tutto : triciclo all’aria aperta , dopo tre secondi lo devo tirare via perché si dispera se non mi vede , usciamo e nel passeggino stessa storia, metto fronte strada e non mi vede e piange, metto fronte mamma vede me e piange per essere preso, bagnetto sta sereno il tempo del bagno ,lo tiro via dall’acqua appena finito e piange, pappa la fa in braccio mangia il suo e poi quello che ho io nel piatto perché anche quando mangio io lo devo tenere in braccio .. cartoni ogni tanto accendo la televisione , gli piacciono le sigle ma mica stiamo 24ore attaccati alla tv anche perché essendo piccolo non ha molto interesse per la tv. Non la guardo nemmeno io la tv a momenti ,figuriamoci. il box o i cartoni sono tra i vari tentativi per farlo stare mezz’oretta a giocare da solo .. tutto qui .. ma non ci siam ancora

      • passa ventiquattro ore con me , e solo con me, il papà lo vede pochissime ore al giorno ( 2 al massimo ) se ogni tanto lo metto giu nel box o nel seggiolone o in qualsiasi altro posto non mi pare una cosa da “piangere” o assurda , devo pur farmi una doccia e andare in bagno o almeno riposarmi le braccia . fa cosi anche di notte , dorme pochissimo ogni ora si sveglia e se non lo metto nel lettone con me non smette di piangere.. magari tu non sei nella mia stessa situazione e non puoi capirlo!

        • A 10 mesi l ansia da separazione è normale come è normale che pianga. Lui si sta accertando che tu ci sia se lui ti chiama, e tu ci sei. È faticoso ma è un passaggio obbligato. Cartoni e triciclo sono stimoli eccessivi che possono essere frustranti. Lascialo gattonare e esplorare…ma non sparire dietro l angolo senza averglielo detto. Non volevo lanciarti critiche e mi scuso. Fare la mamma a tempo pieno è durissima e lo so bene. Io ai tempi avevo trovato la soluzione di mangiare e stare il più possibile a terra ….e per fare la doccia gli avevo organizzato un angolo morbido fuori dal box doccia. Chiedo ancora scusa per il mio commento sconveniente e frettoloso

          • Figurati, non fa nulla, magari hai scritto così di getto ! Tranquilla ! io so solo che mi sento stanchissima perché fino a poco tempo fa non era così appiccicoso ! Ok sono la mamma ci sta che vuole stare in braccio ecc ma io mi sto ANNULLANDO davvero ultimamente. Anche per cucinare si mette a gattonare fino in cucina in lacrime manco l’avessi lasciato per chissà quanto tempo e chissà dove.. e si attacca alle mie gambe finché mollo tutto per prenderlo in braccio , ormai pranzo alle 16:00 cioè quando fa un riposino di venti minuti ! ? Ma comunque..Spero cambi crescendo.. i miei nipotini non erano così attaccati alla loro mamma da piccini , mi sembra tutto nuovo !

        • La mia massima solidarieta’. Capisco benissimo . Anche mia figlia voleva stare sempre in braccio in movimento e si svegliava di frequente la notte. Piangeva per ogni cosa i primi 5/6 mesi. Cmq ricordo che dai 10 mesi passavamo molto tempo a terra su un tappeto morbido accanto a un divano e la giornata era una rotazione: 10/15 minuti sul tappeto, 10/15 sul girello legato al tavolo con una lunga cintura, 10 minuti su seggiolone, 10 su divano. E per andare in bagno a far pipi’ mi portavo la sdraietta in bagno e la mettevo li’ con un giochino. Per urgenze la mettevo nel box con musica qlc minuto ma aveva forte ansia di separazione…non potevo cambiare stanza un attimo! Che fatica ….Non tutte le mamme hanno avuto questi problemi , ci vuole anche fortuna

          • Mi consola sapere di non essere l’unica! Io in certi momenti proprio non so cosa fare , giuro che fino ad un mesetto fa non era così.. adesso sta diventando morboso ! Sarà perché lo allatto ancora al seno secondo voi??

          • Anche noi facciamo step by step . Dieci minuti a terra , dieci minuti divano, dieci minuti giochiamo col motorino, dieci minuti col dondolo, venti minuti andiamo a fare un giretto appena fuori dal portone di casa , giusto anche io per cercare di prendere aria e calmarmi, insomma.. una faticaccia ! Ha dieci mesi e prima non era così , ultimamente ha questo timore. Si spaventa ad ogni minimo rumore forte..Come il frullatore … Prima rideva come un matto adesso si terrorizza. Mah .

        • Quando il mio bimbo ha compiuto un anno non solo avevo perso i kg della gravidanza…ma ero sottopeso di parecchio. È faticoso e come!
          Quando non ti vede è come se lui si sentisse sparire.
          Il gioco del cucù serve per fargli capire che puoi sparire ( ai suoi occhi un attimo equivale al per Sempre) ma poi torni. Giocate a questo dilatando sempre di più i momenti in cui non ci sei …e quando ti avrà interiorizzata vedrai che andrà meglio. So che non sono ammessi consigli…ma questo è solo un suggerimento?. Nasconditi dietro un tovagliolo parzialmente, sotto il lenzuolo, dietro una porta…vedrai che il pianto diventerà una risata.

    • ciao Valeria! Anche io ti confermo che è un periodo un po’ pesante, quello intorno all’anno. io avevo una bimba tranquillissima che proprio in quel periodo ha attraversato le stesse fasi del tuo. Tanta pazienza, prova e riprova e appena trovi qualcosa che gli piace e ti pare lo tranquillizzi…..falla! Io la portavo molto in giro in passeggino, a lei è sempre piaciuto. Coraggio, non sarà sempre così! Sull’allattamento io non credo che c’entri nulla, il tutto è dovuto alle loro fasi di crescita! Coraggio! Un bacione solidale

  7. Ok. Il mio sfogo mi rendo conto è una schiocchezza….ma quando il mio.bimbo di 3 mesi e mezzo continua a piangere…nn vuole mangiare, nn vuole stare in.braccio…né sdraiato..insomma nn ha nessun motivo “evidente” per piangere e tu nn capisci cosa ha..ecco….che voglia di piangere ho!!!

    • Ciao Claudia. Potrei averlo scritto io il tuo commento. Mi vengono in mente ricordi da incubo. Mio figlio ora ha 7 anni e abbiamo vissuto un cammino molto lungo ma abbiamo anche fatto molti progressi, grazie a me e mio marito e nessun altro. Oggi vengo a leggere qui perché cerco altre risposte, molto meno importanti di quelle che avrei cercato allora. In bocca al lupo!

  8. Non ce la faccio più!!! Mamma di un bambino amplificato, vivere tutte le situazioni con l’ansia continua che il piccolo alieno faccia una scenata delle sue, continuamente sottoposta a sguardi allibiti ed accusatori degli altri genitori, continuamente richiamata dalle maestre, le abbiamo provate tutte, premi, punizioni, botte, psicoterapia… non ce la faccio più ad andare avanti così! Non riusciamo più a fare nemmeno una passeggiata in tranquillità. Ci condiziona in tutto, mi sta distruggendo!

  9. salve
    sono mamma di 29 anni laureata in ecomia ma disoccupata. ho una bimba di 2 anni e mezzo e una che lunedì fa 1 anno.

    sono circa una settimana che non sopporto la mia bimba grande. piange per un nonnulla, appena la piccola le toglie il gioco dalle mani urlare piange, quando la si riprende è una tragedia e dice “tu sei cattivo”, è impossibile farle capire che deve sistemare i giochi dopo averci giocato.

    insomma. non sopporto nulla. capita che la prendo di getto e la faccio sedere con forza. o che le urlo.

    insomma non mi riconosco! mi sento in colpa dopo. (piango per questa situazione)

    non so che fare. mio marito lavora. mi aiuta molto quando è a casa.

    3 mesi fa ho perso mia madre e assieme a lei si è spenta anche una parte di me!

    accetto volentieri consigli o se volete condividere la.vostra esperienza.

    • Ciao linda… Ti capisco tantissimo so cosa provi … Io però ho un figlio solo anke io e il mio compagno lavoriamo e io poco tempo fa ho rischiato di perdere mia madre…. Anche io a volte perdo pazienza e penso di nn potercela fare e poi dopo le sfuriate piango in silenzio perché mi sento una cacca … Sento che mi sfugge tutto anke la mia esistenza ,mi sento morire dentro ma penso anke che sia normale… Tu poi hai perso tua madre questo destabilizzerebbe chiunque quindi fatti forza anke se già lo sei… Passerà siamo con i figli in quell età che sono terribili e questo nn aiuta(io ho un figlio di tre anni)…ti abbraccio forte nn sentirti sola siamo in tante ad avere queste forti emozioni che a volte esplodono senza poterle gestire facendoci sentire impotenti ….

  10. eccomi qui…. scrivo il mio primo post ho appena scoperto la pagina caso…. sono una giovanissima. mamma.. vivo sola con questi 2 bimbi che sono la mia vita… ma nn ho praticamente altro oltre loro, mi sento annullata dalla società. ho un moroso con cui litigo sempre . esco poco e poi dalle 4 fino alle 9 di sera quando dormono sto da sola con i bimbi.. ..hanno quasi 3 anni e quasi 4…. mi distruggono in tutti i sensi, si picchiano nn ascoltano urlano lanciano i giochi… arrivo a sera che nn ce la faccio più.. e poi penso domani sarà lo schifo di oggi.. ho sbagliato proprio tutto mi sento una fallita.

    • claudia capita a tutti di sentirsi frustati e stanchi arrivati a sera, stare dietro ai figli non è proprio una passeggiata, è un lavoro impegnativo che mette a dura prova Anche i nostri nervi ! Dobbiamo solo trovare assolutamente tanta tanta pazienza e soprattutto soffermarci sulle cose più belle e piacevoli , evitando di pensare troppo ai mal di testa e alla stanchezza a fine giornata… i tuoi figli prima ancora che tu te ne accorga diventeranno grandi , adolescenti , e ben presto ti diranno MAMMA LASCIAMI SOLO, LASCIAMI STARE , VOGLIO STARE CON GLI AMICI ECC ECC e tu a quel punto ti sentirai messa un po da parte, quindi il mio consiglio è di goderti i tuoi figli , pregi e difetti , del resto sono figli tuoi , magari anche tu da piccola eri cosi vivace.. chissà! i momenti di stress acuto lo abbiamo tutte! ma si supera! Io sono mamma di un bimbi di nove mesi.. e nonostante sia ancora piccolo cammina per casa e acchiappa rompe butta a terra tutto quello che trova e riesce a prendere , piange e piange, dorme pochissimo , mangia poco e io mi stresso per farlo mangiare.. ma che posso farci ? è cosi è lui è mio figlio ..

    • Eccomi! Io ne ho tre nati nel 2013/14/15
      Puoi immaginare che confusione e quanto impegno
      Io ora ho ripreso col mio lavoro ma posso comprendere quello che passi
      Niente vita sociale o quel poco che fai èsempre in loro presenza quindi ci si può scordare di bere un caffè tranquille…di fare una conversazione da adulti (sempre con tema su di loro ovviamente) senza essere interrotti 100 mila volte…o anche solo riuscire a stare in bagno senza che vengano a toccarti mentre sei sulla tazza!
      Per di più se stai male non puoi stare a letto sotto le coperte neanche un oretta
      Giorni in cui uno dorme prima,l.altro dopo e l.altra per niente…e tu che ti eri pianificata (non una gita alla spa) solo un pomeriggio di mestieri…nulla…neanche quelli riesci a fare…e ti scoraggi …ti scoraggi finché il malumore prende il sopravvento
      La casa uno schifo.. .tu in disordine…bimbi sempre da rilevare.. chi non uscirebbe mentalmente provata da giorni…settimane …mesi fatti cosi!

    • No …la tua è solo stanchezza e qualsiasi mamma di bimbi piccoli può comprendere come ti senti. Io ne ho tre e alle volte mi sento senza via d’uscita. Ma non è così, non ti fare vincere dalla stanchezza e dai pensieri negativi. I tuoi figli stanno crescendo e fra un po non sarà più cosi pesante. Pensa a voi e al vostro futuro. Ti abbraccio forte.

LASCIA UN COMMENTO