genitorisbroccano

genitorisbroccano è lo spazio da usare quando senti di avere solo voglia di urlare.
Quando non ne puoi più.
Quando senti che le tue qualità di mamma o papà paziente stanno venendo meno.
Quando tutti i tuoi buoni propositi sono miseramente crollati davanti all’incomprensibile ostinazione dei tuoi figli.
Quando hai mandato a farsi benedire tutte le tue più radicate convinzioni circa l’allenamento emotivo e l’empatia.
Quando sei riuscito a mettere tuo figlio in punizione già 3 volte da quando si è svegliato, e sono appena le 8.30 del mattino.
Quando hai ormai raggiunto la definitiva convinzione che sei una pessimamma o un papàpessimo.

Questa è una stanza insonorizzata: fuori da qui non sentono nulla. Ti leggeranno solo altri genitori solidali che sanno benissimo come ti senti.
Qui è vietato dare consigli (soprattutto quelli buoni).
Qui è vietato trovare soluzioni.
Qui è vietato citare “metodi”.
Qui è vietato fare i saputelli!
I commenti autorizzati sono solo le pacche sulle spalle: sarà nostra cura rimuovere ogni altro tipo di commento.

Da questo momento potete urlare! Nulla è inconfessabile per genitorisbroccano!

PS: Se invece hai bisogno di consigli, cerca un articolo nel resto del sito che faccia il caso tuo, e posta un commento lì : genitoricrescono.com

4094 COMMENTI

  1. Sono mamma biologica di un ragazzo di 19 anni e di una ragazza di 16.
    Mai avuto prolemi coi primi 2, così ci siamo convinti di essere SUPERGENITORI.
    Allora tre anni fa ci siamo iscritti come genitori affidatari, interviste-psicologa-corsi, ci aspettiamo un adolescente invece dopo 5-6 mesi ci propongono un treenne per un paio di mesi.
    Da bravi SUPERGENITORI diciamo di sì, tanto per un paio di mesi…
    È ancora qua, sono passati due anni e mezzo, ormai è in sine die, cioè con noi fino alla maggiore età.
    Cioè ci hanno fregati e col fiocco (anche perchè nel frattempo ci siamo innamorati del bambino).
    Non ha dormito per un anno e mezzo, è violento, non ha idea di cosa voglia dire obbedire, a me mi fa su come un 5 lire e riesce anche a farmi sentire in colpa, con quegli occhoni suoi grandi grandi
    I primi due anni d’asilo l’inferno, in quella scuola di bambini problematici non ne vogliono proprio sapere, però non possono mandarlo via, è una scuola pubblica.
    Quest’anno cambiamo scuola, privata e Montessori.
    Settimana scorsa lo hanno espulso. In terza d’asilo, espulso.
    Adesso l’assistente sociale me lo iscriverà (di forza, se necessario) ad un’altra scuola pubblica, così almeno non possono espellerlo.
    Mi sa che da qua all’università sarà lunga, ma luuuuuuunga!

  2. Concordo con tutte quante…ma non è che siamo sposate con lo stesso uomo??? Caspita le vostre parole sono esattamente le mie. Mio marito ha un’impresa e lavora quando ce n’è (per dirla breve), io lavoro e porto a casa lo stipendio, lui quello che guadagna, tolte le tasse, lo spende tra moto, bici, tecnologia e sfizi suoi… paga la bombola del gas una volta ogni 2 mesi e non fa che rimarcarlo…compra 10 litri di olio che ci bastano tutto l’anno, e non perde occasione per rinfacciarlo… e nient’altro…Siccome sono una persona gentile cerco di mordermi la lingua e evito di puntualizzare la situazione, evidenziando soltanto il fatto che i miei 1.600 € di stipendio non li spendo in borse e scarpe per me… Non capisco come si possa essere tanto pieni di se e … cavolo non trovo proprio la parola adatta a descrivere una persona così SBAGLIATA!!!! In oltre mi occupo a pieno dei figli, rientro dal lavoro alle 14 e ogni giorno gli lascio il pranzo pronto da scaldare, primo e secondo, e lui ha il coraggio di dire in giro che prepara il pranzo ai bambini!!! Si vanta d’essere sportivo e io una pigrona… Guarda caso però non ha mai portato i bambini agli allenamenti di calcio o in piscina (pagati dalla sottoscritta naturalmente), anzi una volta che gli ho chiesto di andare lui mi ha detto che la decisione di iscriverli è stata mia e quindi lui non ci sarebbe andato, anzi il primo periodo in cui frequentavano la piscina al rientro faceva il terzo grado al bambino di 6 anni chiedendogli cosa facessi io mentre loro nuotavano, con chi parlavo ecc… roba dell’altro mondo. In famiglia non fa che creare tensione e nervosismo, sia per me che per i bambini…è di quelle persone convinte che essendo il padre ha ogni diritto sui figli e che tutto gli sia dovuto. Certe volte penso che dovrei mandarlo a quel paese e che vivremmo tutti più sereni e in armonia.

  3. Sono mamma di un bimbo di 3anni che non gioca mai da solo non vuole più mangiare non vuole parlare bene non sta a sentire nemmeno il papá su nulla é 1 guerra quando usciamo non ci fa mangiare 1attimo in pace..vuole solo giocare e fare quello che dice lui.. é 1guerra per vestirlo..lavarlo..ha ancora il pannolino xké non sono riuscita a toglierlo..non é andato a scuola per 3anni é stato con me a casa ovviamente 1inferno..come mi alzo se ne accorge anche se sono le 6 del mattino..pulire la casa é 1impresa..fare la spesa non ne parliamo..io i genitori non li ho più e i primi tempi il papá lavorava fuori come capita anche ora..sono 3anni che non mi faccio 1doccia in pace..che mangio in pace..non vedo piú la tv..non ho più il tempo di vedere quello che sto indossando quando esco di casa perché é tutto 1correre..il papá quando c’é fa ben poco perché é sempre stanco e a meno pazienza di me..ho fatto 1figlio che mi sento totalmente sulle spalle e lo sto odiando… mi chiedo finirá questo momento..si calmerá e riavró 1pó di vita?

  4. Oggi ho raggiunto il limite massimo di pazienza, mia figlia la mattina quando si deve vestire non le va mai bene niente, ha 6 anni e quando le metto le calze perchè siamo in ritardo lei si divincola come un’epilettica. oggi le ho anche detto che la davo in adozione a un’altra famiglia. Sono stanca! Aiutatemi!

    • Sto come te! Io sono arrivata a dirgli che me ne vado e che cambia mamma! Lo so è brutto ma anke io ho finito la pazienza…

  5. Ciao. Scrivo per un consiglio, un parere, una luce diversa per inquadrare la cosa. O per sfogarmi e basta.
    Premessa: io e mio marito viviamo davvero tanto lontano dalle nostre famiglie, siamo da soli in una grande citta.
    Argomento: secondo figlio.
    abbiamo una figliadi 4 anni. E stiamo bene cosi. Ormai abbiamo i nostri ritmi, la bimba è piu grande e riusciamo a fare cose che con un neonatino sono difficili. Lui vorrebbe da anni il secondo ma mi ha sempre detto (quelle volte in cui abbiamo preso il discorso) che cmq sta bene cosi, capisce se io ancora non me la sento e se mai me la sentirò.
    Io sono confusa. Perche io un secondo figlio non lo voglio e non so perché sembra di essere l unica donna a pensarla cosi. Quando lo dico mi guardano tutti con tanto d occhi. Una mia zia mi disse “hai 36 anni, fallo adesso se no non lo fai piu e te ne pentì”. Queste parole mi rimbombano in testa: non voglio costringermi a farne uno perche potrei poi pentirmene.
    Cosa c è che nn va in me? È cosi innaturale il mio sentimento?
    Ho avut una bella gravidanza e tutto ma se penso ai sacrifici e alla stanchezza dei primi mesi mi gira la testa. Ho praticamente fatto tutto da sola, senza aiuti a parte quel santo di mio marito che cmq lavora dodici ore al giorno. Ho paura di non farcela un’altra volta, paura di annullarmi nuovamente. E certo, nn sarebbe mica colpa di un piccolino assolutamente, pero è stato cosi per me: non potevo andare dal parrucchiere o farmi un giro che partivano pianti e urla. Dovevo uscire di nascosto e giusto una tantum perche, ripeto, mio marito lavora e i genitori sono lontani.
    Insomma scrivo perche sono confusa e nn capisco perche nn posso star benecon un figlio solo, essere meno stressata e nervosa.
    Amo mia figlia da morire ma se penso ad allattamento, pappine, notti super insonni, capricci eccetera mi prende a male.
    Eppure sembra che sia io la peggior nemica di me stessa. Perche mi ripeto sempre “e se me ne pento?” Ma ha senso fare un figlio su questa base?
    Insomma son confusa e si vede. Accetto consigli, pat pat sulle spalle, opinioni chiacchiere insomma

    • Io la penso e sento esattamente lo stesso. Anche per me non è facile resistere alle pressioni e agli sguardi riprovevole, ma non ho le forze per un secondo figlio. Non ho aiuti. E lo so bene che con due è più difficile ancora.

      • Argomento sensibile per me. Ho imparato a farmi scivolare via gli sguardi di rimprovero degli altri e sono davvero contenta della mia piccola famiglia. Stiamo bene con un solo bimbo di quasi 8 anni, facciamo tante cose belle insieme ora, viaggiamo senza particolari problemi. Il mio unico cruccio è pensare a quando sarà grande, spero sempre che trovi una brava persona con una grande famiglia vicina, per compensare la lontananza della nostra. Spero che crescendo non mi rinfacci di non avergli dato un fratello. Ma io non ce la faccio né fisicamente né psicologicamente. In più se penso a mio fratello o a mio cognato( entrambi lontani centinaia di chilometri da noi) alla fine non fa molta differenza per me e mio marito avere dei fratelli. Neanche la perdita di un genitore mi ha ravvicinato a mio fratello, lui vive solo in funzione della famiglia della compagna, quindi non è che sto togliendo poi così tanto a mio figlio…scusate il lungo sfogo ma non mi sento capita da nessuno riguardo questo argomento

    • Onestamente non so perché la gente si permette di giudicare e dire “te ne pentirai”…Tu senti di star bene cosi…Il futuro non lo conoscè nessuno,fare pronostici nefasti sulla base di nulla vale 0 e se tu sei consapevole delle difficoltà a cui andresti incontro,perché vai contro te stessa?..Sei una donna matura che ammettendo di non volere più figli fa una scelta consapevole e responsabile perché tu,hai pieno diritto di mantenere una salute mentale e fisica che ti consenta di godere adesso della bellissima famiglia che già hai…Il futuro chi.lo sa…Ci sono famiglie con dieci fratelli che non si guardano neanche in faccia e figli unici pieni di amici che sono ci sono sempre…quindi di cui dovresti pentirti è ascoltare “la gente”…

      • Cara q10 il tuo commento al vetriolo te lo puoi risparmiare. Cone cercavo di spiegare (nn tutti ci arrivano, lo capisco) non è il sentir frignare. È avere dieci.minuti x se stesse . Il parrucchiere è un esempio. Potrebbe essere una passeggiata. Due pagine di un libro. Non so se hai figli o aiuti ma ti ricordo che mamma non vuol dire martire. E che 24h su 24 senza un minuto x respirare diventano ore difficili e si ha bisogno di staccare senza sentirsi in colpa e senza che arrivi una tizia su una pagina web che si permette di giudicare e ironizzare su qualcosa che un’altra persona sta vivendo!Ma tu dall alto della tua perfezione non avrai di questi problemi. Ciao mitica!

        • Cara mamma Confusa, è meglio una mamma serena con un bimbo solo per sua scelta d amore o una mamma con tanti bimbi fatti per accontentare gli altri esaurita e depressa??io dico proprio la prima!!!ho due bimbi ma ti assicuro che li ho voluti tantissimo tutti e due e non mi sono mai pentita..però se dopo il primo bimbi avessi avuto le tue sensazioni avrei sicuramente pensato prima al mio benessere..dove c è una mamma che sta bene sicuramente c è un bimbo felice!!avanti tutta non sta scritto da nessuna parte che c è un minimo di figli!!!

    • Cara mamma Confusa, non lo fare il secondo figlio…
      Io avevo una sola figlia di 7 anni… pressioni di mio marito e di mia figlia stessa,è arrivato il secondo figlio. Lo amo, ma è terribile. Io la pensavo esattamente come te, forse anche peggio.
      Ora mi sento devastata. Ho perso qualsiasi diritto civile… altro che parrucchiere. E pura ha 13 mesi… la notte si sveglia ancora per mangiare, è capriccioso, non ti dico. Sono sfinita. A volte penso che solo con la morte troverò ciò che mi spetta: il riposo.
      Oggigiorno fare figli significa smantellare la propria vita, esistere solo perché devi far crescere un altro essere umano.
      Non è questione di egoismo. Il fatto è che non si hanno aiuti da nessuno… io vorrei mezz’ora di calma per una doccia e uno shampoo, vorrei la possibilità di fare la spesa, di andare alla posta… diventa tutto impossibile con un pargolo urlante e con esigenze precise e ad orario. Dicono tutti che passa… ma quando??? Dopo 3 o 4 anni? E per tre o quattro anni, che faccio, congelo l’altra mia figlia, la casa, il lavoro, marito e me stessa? Io tra 3 O 4 anni sarò già morta per sfinimento! E rimpiango la mia vita con un solo figlio!

    • Guarda io la penso esattamente come te. Ho un figlio di 10 mesi e sicuramente decidere adesso nel pieno della fatica é prematuro, ma io non ho deciso ora in preda a emozioni e stanchezza io (e il mio compagno con me) già prima sapevo che di figli ne avrei avuto solo uno (salvo parto gemellare per fortuna non avuto). Preferisco un figlio fatto e amato bene che due o tre fatti xché “si fa cosi”, che poi si fa cosi x chi???? I figli si fanno x amore e per sé stessi non per gli altri. Lascia stare l’esterno, concentrati su di te e la tua famiglia, il resto non conta. Del resto se proprio hai attorno dei rompi c******i puoi sempre smorzare dicendo che questo figlio non arriva e cosi azzittisci e stop ma deve essere per te non x loro!!

    • Non farlo assolutamente se non lo vuoi!!! Io ne ho due voluti ma davvero da soli è insostenibile…mi sento una larva non umana mai un minuto senza i loro strilli o litigi nelle orecchie…i figli sono difficili e se non li vuoi non lo devi fare e lascia perdere quelli che parlano per dare aria alla bocca. La vita è tua io corpo idem e decidi tu!!!

    • guarda so che è difficile ma ascolta te stessa e quello che vuoi tu. Sono tutti bravi a parlare sulla pelle degli altri.Se tu stai bene cosi va bene cosi non c’è nulla di sbagliato. I figli non si fanno certo per dovere o per compiacere agli altri o che so io. Perfino a me (che ho una certa continuano a chiedermi ma il secondo??) . Io allegramente gli rispondo fattelo tu !!! Io sto bene cosi e niente e nessuno mi farà cambiare idea.
      Il tuo benessere è importante e non sentirti egoista perché non lo sei.

  6. Ho fatto una cazzata colossale…Sono andata a prendere mio figlio di 8 anni a scuola e la mia bambina all’asilo. La mia bimba aveva fame e così decido di portarli a prendere un trancio di pizza…Sulla strada con noi c’è un compagno di mio figlio (sono molto amici)gli chiedo se vuole un pezzo di pizza anche lui…Mi dice di si…chiamo due volte la sua mamma ma non mi risponde…Le mando un messaggio per informarla…Dopo cinque minuti arriva come una furia preoccupata di dove fosse suo figlio…Gli fa un cazziatone e gli dice che quando esce da scuola deve filare dritto a casa…Mi sono sentita così in imbarazzo perché non dovevo invitarlo…Io non avrei reagito così, forse…però non posso darle torto…Mi sono scusata mille volte…di sicur prossima volta mi.faccio gli affari miei….

    • Non ho capito dove avete incontrato l’amichetto di tuo figlio, in strada da solo? O la mamma era in ritardo per prenderlo a scuola e tu hai la delega?

        • Ecco cosa non capivo, da noi i bambini non possono assolutamente uscire da soli. Se non c’è un genitore restiamo noi insegnanti. Comunque secondo me non hai fatto assolutamente nulla di sbagliato, anzi hai vigilato sul bimbo e inoltre gli hai offerto la merenda. Io ti avrei ringraziato di cuore e chiesto scusa per il ritardo e per non aver risposto al telefono subito

    • Ma perché ti dai la colpa? E’ lei che ha sbagliato. Mortifica il figlio perché accetta un pezzo di pizza dalla madre di uno suo amico, tu hai cercato pure di contattarla, non ho capito cosa abbiate fatto di male. E non sbagliare anche tu ora a dire che ti farai gli affari tuoi, il bambino non va isolato perché la madre non sa guardare il telefono quando il figlio è da solo fuori casa.

    • Accipicchia una mamma che fa andare a casa da solo il bimbo poi se la prende con lui se si ferma con gli amici!!E secondo lei a 8 anni i bimbi hanno la maturità di capire il giusto o sbagliato…secondo me L unica cosa che hai sbagliato è che dovevi fare tu il cazziatone alla mamma completamente irresponsabile!hanno ragione a consigliarti di non farti gli affari tuoi ma quando ti capita buttare un occhio a questo povero bimbo lasciato a se stesso!in bocca al lupo

      • Solo a me pare sbagliato definire una mamma “completamente irresponsabile” perché lascia tornare a casa da solo il figlio di 8 anni? Immaginando ovviamente che abiti abbastanza vicino alla scuola e non ci siano pericoli particolari… La signora probabilmente ha avuto una reazione esagerata perché spaventata, però sta insegnando a suo figlio un po’ di autonomia, lasciandolo muoversi senza accompagnatore né cellulare in mano… Di certo la scenata è stata spiacevole, ma così il bambino forse avrà capito che non deve attardarsi per strada, sennò la mamma si preoccupa. Anche così si diventa grandi…

        • Ognuno ha il suo pensiero giustamente ma non so neanche come possono a scuola lasciar uscire un bimbo così piccolo da solo!!!se gli succede qualcosa nel tragitto di chi è la responsabilità della scuola?dei genitori?renderli autonomi è giusto ma con i dovuti tempi.. Fra se qualcuno in quel piccolo tragitto rapisce il tuo bimbo o lo tira sotto come ti sentiresti?una mamma responsabile?quanto costa fare un po’ di strada per andare a prenderlo?sará che io sono stata educata da una famiglia sempre presente fino alla maturità..e sono indipendente lo stesso anzi il sentirsi protetti dalla famiglia fa crescere ancora di più L autostima è autonomia dei bimbi a mio parere!

        • Io vivo in un paese, la Svezia, in cui è tutt’altro che raro che i bambini a 8 anni tornino da scuola da soli. Inzialmente io stessa ero spaventata, ma poi mi sono resa conto che il pericolo è solo di percezione. La maggior parte dei rapimenti di minori avviene per conto di parenti o amici di famiglia, ad esempio per dispute famigliari, divorzi mal riusciti e via dicendo. Penso che la mamma in questione possa aver esagerato nella reazione perché appunto spaventata all’idea che il figlio così facilmente abbia deciso di fermarsi lungo il percorso invece che andare dritto a casa, ma non è il caso di accusare nessuno. Ricordiamoci che ognuno di noi cerca di fare del proprio meglio come genitore, e non è sempre ovvio capire quali sono le motivazioni alla base delle scelte di altre mamme e papà. Sull’indipendenza e il tornare o meno a scuola da soli, vi suggerisco la lettura di questo post: http://genitoricrescono.com/andare-scuola-soli-dichiarazione-indipendenza/

  7. Sono mamma di due gemelli di 4 mesi ho in compagno che a mio parere non sa essere un compagno e un Padre ,
    Mi chiede sempre di darle una mano economica di farmi imprestare soldi e vi assicuro che me ne Sono fatta imprestare tanti per farlo stare buono ,inoltre mi rinfaccia di farmi mantenere e stasera mi ha detto che non ha intenzione di mantenere me me ne I nostri figli e che non mette piu’ una lira in casa quando non mi ha mai dato una Mano ..
    Mentre Lui dice l incontrario…
    Pensate che se io non fossi legata molte associazioni non sarei mai riuscita ad avere le cose per I miei due gemelli .
    In piu’ mi offended mi dice che Sono una troia etccc

    • Accipicchia Samu che brutta situazione!!mi spiace moltissimo per te non posso darti consigli ma…io scapperei a gambe levate pensando al bene dei tuoi bambini!!un abbraccio virtuale

    • Samu cerca di trovare il coraggio e la forza per allontanarti da lui…
      Chiedi aiuto a chi ti vuol bene. Se non c’è nessuno, trova la forza per i tuoi cuccioli.
      In bocca al lupo per tutto

  8. Sono stanca, distrutta, demoralizzata.
    Francesc, 2 anni e mezzo, è terribile!
    Ancora cerca il seno di giorno e di notte, ci ho messo pure il pepe… macchè ho dovuto cedere xke piangeva tlmente tanto da provocarsi il vomito!
    E’ tutto un capriccio,vuole uscire col passeggino alle 22 di sera, non si può e piange…vuole il gelato, non ce, e piange…
    Siamo stati a una festa di Halloween, gli altri bambini giocavano, lui sempre in braccio..
    E’ un mammone!
    Sapevo che essere mamma sarebbe stato difficile, ma non pensavo così tanto!
    Di notte si sveglia ancora minimo una vola, minimo, lotte per cambiarlo, per farlo mangiare, per addormentarlo..
    A volte mi sento esaurita…suo papà se ne frega e lascia che sia io a gestirlo..
    a vote vorrei andarmene di casa un paio di giorni per ricaricarmi le batterie…ma so che non lo farei mai perchè lui starebbe troppo male e io anche se a volte non lo soppporto, l amo con tutto il cuore

    • Carissima come ti capisco!!anche il mio quasi tre anni tra pochi mesi..siamo riusciti a togliere la tetta che era diventato un circolo continuo di ciucciate ma per togliere il pannolino non c è verso!!uscire di casa è la maggior parte delle volte un capriccio..vuole sempre stare in braccio come il tuo ed essendo così tanto appiccicato a me il papà non riesce a farsi avanti con lui!a volte penso anche io che vorrei aver tempo per ricaricarmi ma non posso stare senza di loro!!è questa scintilla d amore che mi da e ci da la forza cara mamma di superare tutto!!avanti e un abbraccio forte

  9. Mi son svegliata e nn riesco più a dormire!… ansia piena,mia figlia di 8anni e un suo compagno di scuola giocavano tranquilli come sempre ad un certo punto sono andata a dare un okkiata come spesso faccio per abitudine ed erano davanti al telefono, spesso mia figlia guarda tutorial per fare gli slime, questa volta mi guarda sorpresa e mi fa insospettire, mi son fermata e le ho chiesto, lei velocemente “aspetta un momento”,un attimo e mi passa il telefono con un video 5minute craft…nn mi convince, guardo la cronologia e stavano guardando dei video porno?…ho preso il telefono e sono andata via dicendo “questo lo prendo io”… e lei ancora”perché?”… mi sento così stupida per nn aver messo i blocchi, sempre con l’aspettativa che queste cose le faccia il mio compagno che sembra sempre più immobile, poi sono arrivati e gli ho detto che è normale avere delle curiosità ma come nn prendono alcolici o caffè o guidano l’auto così la loro età non è ancora quella per guardare delle robe da adulti che poi sono tipo dei cartoni animati per grandi, che il sesso e l’amore hanno bisogno di più maturità per essere affrontati insomma credo di essere stata credibile ma intanto sono morta dentro, “la mia bambina mi ha ingannata e questo mi ha deluso per la prima volta” e io mi sento inadeguata e nn so cosa fare, nn so la strada giusta perché ho paura di inculcarle dei tabù però nn voglio neanche darle un idea da libertina e ho paura per lei dei commenti dei compagni e se ne sentono così tante che nn so come comportarmi credo che mi dovrò confrontare con uno psicologo e porca miaeria avessi messo i blocchi non sarei qui che idiota che sono

    • Secondo me hai reagito nel modo giusto, senza esasperare i toni. Ora metti i blocchi ma fai in modo di vedere sempre cosa guarda tua figlia, i contenuti non adatti possono passare anche attraverso i blocchi e speriamo di cavarcela dato che si avvicina la pubertà…

    • Non capisco perché mi è stato cancellato il messaggio!!!non volevo fare polemica anzi dire il mio parere visto che le persone si permettono di giudicare senza conoscere o pensare alla situazione di ogni mamma!sono dell idea che al giorno di oggi sia giusto confrontarsi con i bimbi visto tutto ciò che hanno a disposizione per perdersi questa mamma ha affrontato la situazione e si è messa in discussione!cosa che non tutti fanno!

      • Mamma Kanguro, ho dovuto moderare il commento prima del tuo, perché offensivo, e il sistema elimina automaticamente anche tutte le risposte a quel commento 🙂

        • Ah ok chiedo scusa allora!infatti avevo dato una risposta subito a tono a quel brutto commento!!!mi spiace ci siano persone che partono subito a giudicare gli altri!poi quando succede a loro gli cadrà addosso un bel castello di carte!!!!:)))

          • Non è un augurio cara è un dato di fatto!si spera sempre che non capiti a noi ma purtroppo nella vita non si può avere il controllo assoluto di tutto…proprio per questo sparare a zero su genitori a cui capitano degli incidenti non ci rende esenti dagli stessi!!con questo ti auguro davvero che il tuo bimbo o bimbi non incappino mai nelle vie sbagliate con tutto il cuore, però se capiterà qualcosa che sfuggirà al tuo controllo ripenserai al tuo giudizio e capirai di non essere la perfezione come tutti!con questo mando anche una pacca sulle spalle a Mannaggia, avanti tutta gli incidenti si superano e ci rendono più forti!

  10. Ti capisco ,ho 2 figli piccoli e ho dovuto lasciare il mio lavoro. Le giornate sono sempre uguali tra capricci ,pianti notti senza dormire,pulire e ordinare. Mio marito non ce mai a casa ,non mi aiuta ,non mi capisce,per lui sembra che io stia a casa a non fare nulla mentre sono sola chiusa in casa tutto il giorno con i bambini.
    Amo i miei figli ma mi manca il mio lavoro e mi manca la mia indipendenza .

    • Mamma bis sei riuscita a dire proprio quello che sento anche io.
      Mi sentivo bloccata e soffocare solo in casa, sempre a pensare alle bimbe, ai panni, al pranzo e alla cena che poi devi alternare i pasti e gli alimenti, alla mia piccola che non mangia un cavolo di niente, a 21 mesi siamo fermi alle stelline e non se ne esce. Sono esasperata nn ho pazienza con loro se sto a casa, da inizio mese ho iniziato a lavorare e quando sono a lavoro torno da loro piena di forze e voglia di coccolarle, con una pazienza sembra infinita. Mi rendo conto di pretendere troppo da loro ma alle volte vorrei solo che capissero tutti che sono stanca di testa e avrei bisogno di una pausa,che a noi mamme tanto non è contemplata.

    • È quello che sento io Mamma bis, un bimbo di 5 anni e uno di 4 mesi… Già siamo rientrati nel tunnel della prima maternità, lui non capisce la mia frustrazione nel dover fare solo la mamma e la casalinga, ritiene che sia tutto sulle sue spalle solo perché lavora mentre io mi esaurisco tra pannolini, panni e casa da pulire. Non è una gara, siamo diversi e il peso lo portiamo entrambi. Non vedo l’ora di tornare al lavoro, contro i giorni che mi separano dalla mia indipendenza e da qualche ora di libertà.

  11. Ogni santa mattina la solita solfa: mio marito apre gli occhi e inizia a lamentarsi che è STANCO. Esattamente, di cosa? Visto che torna la sera a trova cena pronta, casa pulita, panni lavati, spesa fatta, piatti lavati e bambino gestito tutto il pomeriggio da me che oltretutto lavoro? E che la sera devo anche lavarlo e metterlo a letto? Ma quale è il suo problema scusate????

    • Eh guarda, potrei aver scritto le stesse cose.. Gli uomini sono dei pappa molla fondamentalmente, se dovessero fare x un giorno la vita che fa una donna ne uscirebbero scemi.. Guarda io a volte penso che se fossi stata lesbica e avessi una compagna donna, avrei il 60,70 per cento di stanchezza in meno

    • Anche io ho lo stesso problema….a volte mi viene voglia di mollarlo! E ci sono giorni che sono astiosa nei suoi confronti ne ho anche parlato ma evidentemente parliamo lingue diverse!

    • Ho chiesto a mio marito di mettere a posto le sedie della cucina dopo un week-end di sbattimento unicamente mio (gestisci i bambini, docce, tetta, latte, panni, spesa, gente a pranzo e a cena) e mi ha chiesto perché gli devo sempre dire cosa fare….
      Io sono stanca. Se quelle sedie non le mette a posto lui, le devo mettere a posto io più tardi!

      • Tranquille, tornassero indietro il 90% dei mariti col ciufolo che si ingabbierebbero con mogli e figli. Bella vita, auto e birra, questo sceglierebbero, mica noi!!

    • Care mamme fate come me che ho registrato sul telefono un audio un cui dice che non riuscirebbe mai a star dietro ai bimbi senza impazzire e ogni volta che prova a rispondermi glielo faccio sentire!!!!!!a volte servono le armi pesanti!!!!!

      • a me non interessa “che lui non mi risponda”.
        Basta che non si lamenti dal mattino alla sera che è stanco, quando il carico familiare è al 99% su di me, e solo su di me (no nonni).
        Pagherei ORO per lavorare 8 ore fuori casa, tornar la sera a trovare tutto fatto.

        • Si si cara infatti per “rispondere” intendevo proprio che quando chiediamo qualcosa ci viene sempre detto “eh ma io lavoro tutto il gg ecc” ecco in questo caso gli ricordo sempre che il fatto di stare un po’ di più in casa non vuol dire che facciamo bella vita!!!quanto sarebbe bello poter far cambio anche solo per un giorno per fargli capire!!!non so però se ne uscirebbero tutti vivi!!!;)))

          • Dopo l’ennesima giornata astiosa con mio marito, passo qui è mi “consolo” a vedere che è proprio una pessima razza. A volte penso sarebbe meglio non ci fosse, mi pento di averlo conosciuto e averci fatto figli. Egoista. Apposto lui apposto tutti. Una volta che porta la pagnotta a casa per lui il dovere è finito. Non penso sia un buon padre, gliel’ho detto più di una volta, ma non credo lo ferisca. Si lamenta spesso dei figli e mentre io mi faccio il culo tutto il giorno, tra casa e lavoro, lui sonnecchia e si prende bellamente i suoi spazi. Sono diventata egoista con lui, mi prendo quello che voglio sotto le coperte e non credo noti l’assenza di sentimento. Perché spesso mi domanda “mi ami ancora?” E io gli rispondo “non so”. Ma è la verità, non lo so. Le delusioni costanti di anni e anni, hanno logorato il sentimento. Fossi stata sola, senza figli, lo avrei già mollato. Ma con loro è diverso. Sia ben chiaro, nulla di trascendentale, ma le piccole costanti mancanze nel rapporto genitoriale hanno rovinato il nostro rapporto.

  12. Ma è possibile mai che al giorno di oggi, bisogna fare TUTTO! qualsiasi cosa… lavorare fuori casa, lavorare in casa, badare ai figli, fare da tassista, essere sveglia di notte per nutrire o consolare il piccoletto di casa, fare i compiti di scuola… si, pure quelli, perché mi devono spiegare un bambino di neanche 9 anni come fa da solo ad inventare almeno 2 racconti brevi sulla scuola e due filastrocche in rima…
    Ma io sono stanca
    Non ce la faccio più!

    • Cara benji anke io me lo chiedo spesso! Fare tutto con i tempi contati lavoro figlio casa !!!!io tutto da sola ho un compagno che c’è solo la domenica è durante settimana solo dopo le 8.30!!! Anke io lavoro ma ho dovuto ridurre per forza ma per forza devo anke lavorare !!! A volte rimpiango quando vivevo da sola …. in più mio figlio crea problemi a scuola per la sua vivacità si oppone in tutto nonostante le regole che cerco di mettere in pratica e ogni volta cazziate anke dalle maestre che ti fanno sentire ancora di più una merda….. giusto qualche giorno fa una maestra nuova che avrà avuto poco più di 20 anni era esasperata da mio figlio e dopo una giornata tra lavoro mamma che ha avuto un incidente quindi stare anke un po’ dietro a lei casa sottosopra spesa panni ecc…. al parco sono scoppiata a piangere chiedendomi dove ho sbagliato…. sono stufa stanca e mi sono rotta i cosiddetti sto facendo del mio meglio ma sembra che mentre altre riescono in tutto io devo faticare il triplo pur avendo un solo figlio!!!!!!!

  13. Questa sera sono molto giù…
    Mio figlio ha una brutta tosse…
    Già facciamo nottate per altri motivi
    Ora se ne aggiunge un altro.
    Intanto la mente vaga, e pensa a tutti i bambini che stanno molto male… alle loro mamme…
    Penso che la vita sia dura. Troppo dura. E non mi piace affatto…

Leave a Reply to Lucia Cancella la risposta