Fare la differenza

Fare la differenza

rubrica a cura di Gaetano Buson - Ogni differenza è una ricchezza che ci spiega il mondo con occhi nuovi e da punti di vista che non conosciamo

Le aspettative di una nascita

Stralci di memoria natalizia e temi sempre presenti per tutti: le aspettative sui figli, le speranze negli anni che verranno che sfumano piano piano,...

Lo Zaino di Emma

Lo zaino di Emma, un libro che racconta il viaggio di una bambina con sindrome di Down e fa riflettere sulle difficoltà di ogni genitore.

La ricerca della felicità

Confinare disabili, persone con disturbi psichici o ex tossicodipendenti in realtà sociali protettive oppure consentire loro di inserirsi nel mondo del lavoro? Qual è la scelta migliore per il loro benessere psicofisico?

Come “funziona” un figlio autistico

Un figlio autistico: il suo modo di interagire e di apprendere, le sfide e le fatiche quotidiane di chi affronta e deve spiegare al...

Un remo solo va poco lontano

Tema del mese tosto quello della discriminazione, come camminare in un campo minato.

Con gli occhi ad un metro da terra

Forse ha ragione mia madre a dire che il posto è una schifezza, che sembra un ospedale. Mia madre lo dice solo perché non...

Qualcuno

Pur essendo nel 2014 nel ricco Veneto (o ex ricco) capita ancora che i Servizi Sociali, entità dipinta di fosche tinte nere e minacciose dai film americani, si accorgano che esistono persone ormai adulte, se non quasi anziane, in condizione di svantaggio (di solito malattia mentale o disabilità) che vivono con i genitori senza mai essere venute a contato con qualche centro, specialista o progetto di integrazione sociale.

Il viaggio oltre le barriere

Il signore ha i capelli grigi, è curvo in avanti sulla testa del figlio, ormai grande, il braccio è sopra, appoggiato allo schienale alto...

Alimentiamo l’integrazione

Mettere l'alimentazione come tema del mese è un invito a nozze (al pranzo, in particolare) per un amante della buona cucina come me.

Parchi inclusivi: giochi per tutti

Quanti bambini con disabilità fisiche vedete nei parchi-giochi dei nostri giardini? Pochi? Avete mai pensato al perché? La maggior parte dei giochi non sono pensati per includere e non sono fruibili per tutti