Viaggio nel sud della Svezia: iPod touch

0

Giovedì mattina ci si sveglia con comodo.
– “Mamma, voglio andare di nuovo in quel posto dove tutte le cose sono grandi grandi”
– “La casa di Nils Karlsson-Pyssling? Vuoi tornare al parco divertimenti di ieri?”

E’ bello scoprire che quello che il giorno prima sembrava un disastro e una scelta sbagliata, in realtà
(dopo una sana dormita) gli è persino piaciuto.
Ripartiamo in macchina per la prossima tappa sempre più a sud. Tappa un po’ troppo lunga.Per fortuna abbiamo un Ipod touch con caricati dei cartoni.
Just in case…
Ma non stavi vendendo la Pimpa? Come hai fatto…l’hai fatto partire da solo Paperino???

La tecnologia non ha segreti per la nuova generazione. Anche se ha appena 3 anni e mezzo.

Approdiamo in uno splendido ostello bordo mare. La crisi per il nuovo posto è stata quietata
dall’impagabile possibilità di lanciare sassi in acqua per ore. Peccato che con la mia completa
disabitudine alla calma non ho portato nemmeno un libro da leggere.

Prova a leggere anche:

LASCIA UN COMMENTO