Una coccola tutta per sé

1

– post sponsorizzato –

Appena penso all’idea di ritagliarmi del tempo da dedicare a me, tutto mi viene in mente meno che le consuete immagini di spa, massaggi e centri benessere.
Piuttosto mi viene sempre in mente in celebre titolo del piccolo saggio di Virginia Woolf “Una stanza tutta per sé”, perché quando senti che la vita è troppo affollata di faccende e attività e persone con cui avere a che fare, tutto quello che desideri per concentrarti un attimo su te stesso è un luogo riparato, qualche ora di solitudine per dedicarsi anche al semplice nulla.
Una coccola tutta per me è qualche ora a casa completamente da sola, sul letto (addirittura sotto al piumone) a leggere un bel libro di quelli di cui ti dispiace veder scorrere le pagine, al pensiero che presto sarà finito.
Temo che questa immagine della coccola per me stessa sia influenzata parecchio dalla stanchezza. Interpreto comunque come una coccola anche un piccolo viaggio in famiglia, magari per portare nostri figlio in una città in cui siamo stati quando lui non c’era per mostrargli dei luoghi da riscoprire insieme.
E poi non disdegno un tipo di coccola molto più prosaica, ma efficacissima per rinvigorire lo spirito: lo shopping!

Ma perchè siamo qui a parlare di coccole verso se stessi? Perché Humana ha lanciato il concorso Coccolati con Humana. Si partecipa con l’acquisto 3 prodotti Humana (dall’alimentazione alla dermocosmesi per bambini), conservando lo scontrino e registrandosi sul sito dedicato all’iniziativa.
Si scopre subito se si è il vincitore di uno dei 120 cofanetti RegalONE: soggiorni per due persone in un luogo a scelta tra agriturismi di fascino e dimore rurali.
Oppure si partecipa all’estrazione finale di due Samsung Galaxy Tab 8.9 (a pensarci bene una coccola non da poco!).

Il prossimo 17 dicembre anche Smamma parlerà del suo modo di coccolarsi.

Prova a leggere anche:

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO