Vecchie e nuove tradizioni: colazione romana e #cacciaalleuovakinder

0

iniziamo a organizzare la #cacciaalleuovakinder
iniziamo a organizzare la #cacciaalleuovakinder
A Roma c’è una tradizione pasquale che si va un po’ perdendo per motivi “dietetici”: la colazione di Pasqua. Chi ha formulato il concetto di brunch non ha inventato nulla: la colazione di Pasqua è un vero e proprio brunch, solo che non è affatto sostitutivo del pranzo, lo precede come ogni buona colazione e, nelle ipotesi più estreme, lo precede senza soluzione di continuità!
Ricordo ancora l’alimentarista (in romano: il pizzicarolo) dove si servivano i miei genitori, che si vantava a Pasqua di sedersi a tavola verso le 9 e non alzarsi fino alla conclusione del pranzo… verso le 16/17! Orrore!
Senza cadere in questi eccessi, la colazione familiare molto abbondante e caratteristica consente il “Pasqua con chi vuoi” del noto detto popolare: si fa almeno la colazione in famiglia e poi via, ognuno per la sua strada.
Questo banchetto prevede dei capisaldi: salame corallina, pizza dolce umbra e pizza di formaggio, uova sode, qualche altro salume a scelta e, sempre per gli estremisti della tradizione, coratella coi carciofi (no, se non sapete cos’è googlate, non ve lo svelerò), ma anche un po’ di cioccolata delle prime uova aperte dai bambini. Il menù lascia spazio agli abbinamenti audaci: come sarà il fondente con la pizza al formaggio? E il salame con la pizza dolce? L’uovo sodo con la cioccolata al latte? Tanto mica si beve caffè e latte, piuttosto vino dolce frizzante dei Castelli, quello chiamato “romanella”.

Se per caso voleste perpetrare questa tradizione, pensate che i bambini ve lo consentano con facilità? Perché un pasto del genere alle 9, 10 di mattina ha bisogno di calma e tranquillità, ha bisogno dei suoi tempi, mica è il solito caffè al volo!
E allora ecco che l’antica tradizione può abbinarsi a quella più nuova: perché non sperimentare la caccia alle uova?
Un bel modo per far divertire i bambini e godersi insieme la mattina di Pasqua. Con un po’ di ovetti piccoli, cioccolatini con forme particolari e dolcetti in confezioni pasquali si può organizzare una caccia alle uova in casa o fuori. Loro cercano e si divertono e voi degustate la colazione di Pasqua in compagnia.

Ops! Mi sa che qui non va bene!!
Ops! Mi sa che qui non va bene!!
Nell’organizzazione della caccia casalinga, ci aiuta Kinder, con tantissimi prodotti dedicati, tutti caratterizzati da Pasquale, il coniglietto azzurro.

Io vi consiglio una caccia “libera” senza indizi, lasciando che ognuno frughi dove vuole, ma solo se sarete all’aperto, in un giardino. Far frugare liberamente dentro casa potrebbe essere un’esperienza pericolosissima per mobili, armadi e librerie.
Se la caccia è organizzata in casa, vi consiglio caldamente uno stile “caccia al tesoro” con indovinelli, indizi e bigliettini abbinati a ogni dolcetto.
Il traguarda finale sarà l’uovo “grande”, il Kinder Gransorpresa, che è diventato proprio un classico della Pasqua.

Kinder ci facilita il compito, proponendo, nel nuovo sito dedicato “Caccia alle uova suggerimenti per l’organizzazione con indizi adatti a tutte le fasce di età. Si possono organizzare in contemporanea per più figli con età diverse: ognuno avrà i suoi indizi, “difficili” al punto giusto.

Kinder ha anche organizzato alcuni eventi di #cacciaalleuovakinder, in luoghi spettacolari, per sperimentare questo gioco.

Il pomeriggio del 29 marzo si terranno tre grandi cacce nei principali Musei italiani dei Bambini: MUBA di Milano, Explora di Roma e Città della Scienza di Napoli.
L’ingresso è libero (ma prenotate presso il museo per sicurezza) e si può andare a cacciare uova e coniglietti, tornando a casa con un bottino di tutto rispetto.

Il giorno di Pasqua, 5 aprile, la grandissima caccia alle uova sarà organizzata in uno scenario fantastico: lo Stadio delle Terme di Caracalla a Roma. Qui sì che ci sarà da correre e frugare alla grande, in uno spazio immenso. Per tutto il pomeriggio del 5 ci saranno cacce alle uova continue, sempre a partecipazione libera.
E ci saremo anche noi di genitoricrescono per la grande #cacciaalleuovakinder collettiva.

Suguite sui social network tutti gli eventi e i suggerimenti con l’hashtag #cacciaalleuovakinder e
(Io intanto, come vedete nella foto, mi ingegno a nascondere cioccolatini)

– POST SPONSORIZZATO –

Prova a leggere anche:

LASCIA UN COMMENTO