Signora mia! (ri)creazioni di mamme

1

. Alcune sono state allontanate dal mondo dal lavoro in quanto non più interessanti dal punto di vista produttivo, altre lo hanno fatto per scelta per potersi meglio dedicare alla famiglia, per stare vicino ai propri figli realizzando anche il sogno di far diventare le proprie passioni una nuova scelta professionale.

La voglia, delle 16 donne che daranno vita a Signora mia!, di rimettersi in gioco e crescere sia come donne che come mamme, emerge anche dagli oggetti che producono: tutti con una forte personalità e un particolare stile, studiati e pensati con una sensibilità speciale.

Un esempio delle loro storie è quella di Anne, psicologa del lavoro, che oggi realizza “addobbi per signore”: tra i bijoux più belli del web tutti da scegliere e da leggere nel suo blog-vetrina Barlafùs.
Ma ci saranno anche idee per bimbi, abiti dal mondo delle fiabe e di sartoria, arzigogoli di lana, gioielli in leggera porcellana e in caldo feltro, cappelli decorati, lavorati e interpretati.
Insomma, un mondo di “casalinghe tutt’altro che disperate”, di donne reinventate, piene di vita e di idee.

Sabato 16, alle ore 20, sarà proiettato il documentario “Le stanze delle donne” di Silvia Savorelli: 27 minuti dedicati a 4 donne che lavorano da casa e si sono costruite il laboratorio o lo studio all’interno della loro abitazione.

Tante altre informazioni, immagini e notizie sulle espositrici, leggetele nel blog dedicato all’evento: Ricreazione di mamme

Prova a leggere anche:

    Non abbiamo trovato nessun articolo collegato

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO