Scoprire le verdure

1

Che i bambini non mangino volentieri le verdure è poco più che una leggenda.

Ho notato che i nostri figli, forse perchè infarciti sin dalla nascita da tentativi di combattere strenuamente l’ipernutrizione occidentale, vengono su quanto meno possibilisti nei confronti delle verdure.

Per esempio, se chiedete alle maestre dell’asilo di vostro figlio, scoprirete che la minestra di verdure (magari con la pastina), la mangiano praticamente tutti.

Ma ovviamente ci sono verdure più ostiche: per alcuni le verdure cotte a foglia larga (bieta, spinaci, cicoria, ecc,), che pure sono l’unica “cura” per la stipsi; per altri le verdure crude (insalate, pomodori, ecc.) e così via.

Ho architettato una soluzione: coltiviamole! E’ più semplice di quello che possa sembrare.

Innanzi tutto sono sufficienti un paio di vasi in balcone: ci basterà ottenere anche solo due o tre pomodori o una porzione di verdura cotta.

In un vivaio comprate le piantine: non consiglio i semi, anche se sarebbe ancora più emozionante, perchè bisogna essere in grado di farli diventare pianta… e le delusioni non sono tollerate! In primavera si trovano ovunque le piantine di ortaggi vari, costano pochissimo.

Suggerimenti su cosa scegliere: i pomodori sono molto belli e colorati, crescono facilmente e danno soddisfazioni; la bieta (bietole) cresce a vista d’occhio, anche un paio di piante producono porzioni di verdura (monoporzioni per il bambino, ovviamente) per molte volte; i finocchi non crescono proprio facilmente, spesso restano piccoli, ma sono molto belli da vedere; tutte le insalate crescono a vista d’occhio. Chiedete consigli a chi vi vende le piantine, in modo che siano adatte anche ai vostri climi: il vivaista vi guarderà con commiserazione, ma sarà disponibile ad aiutarvi.

Ovviamente sarà il piccolo antivegetariano a dover curare l’orto: innaffiare quotidianamente, controllare la crescita, sorvegliare che non arrivino le lumache e poi, alla fine… raccogliere!

Possibili risultati? Mio figlio adora la bieta, gli spinaci e la cicoria, ruba i fagiolini prima che vengano messi a tavola ed è contento quando ci sono i broccoli a cena. Gli effetti positivi si estendono anche alle verdure che non avete coltivato.

In più, coinvolgetelo nella pulitura delle verdure: ad esempio, spuntate insieme i fagiolini (cornetti, per chi mi legge al di sopra della pianura Padana), sgranate insieme i fagioli o i piselli freschi (lo so che li comprate in scatola o surgelati, ma per una volta prendeteli freschi in baccello).

Ah, dimenticavo: scoprirsi contadini da balcone è molto, molto divertente, non solo per i bambini!

Prova a leggere anche:

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO