Ricette x gioco

6

Dopo avervi proposto un assaggio del genio creativo di Natalia Cattelani, in questo post, vi presentiamo il suo libro: Ricette x gioco (Artioli editore).

Vi premetto che io ho una passione, da tempo dichiarata, per questa nostra amica, che definire food-blogger è davvero riduttivo. Natalia ha alle spalle una preparazione ed una competenza in enogastronomia ed in arte culinaria, che ne fa davvero una grande esperta. Una di quelle persone che potrebbero realizzare con facilità una ricetta complessa e raffinatissima e saprebbe anche abbinare il vino perfetto.
Ma Natalia, piuttosto che sfoggiare la sua bravura in ricette ardite, ci regala 83 ricette, più 12 inediti, estrapolate dal suo blog, nel quale si occupa di cucina per bambini e ragazzi: non solo adatta A loro, ma anche da realizzare CON loro.
Io la seguo da tempo e mi accorgo che le sue ricette sono entrate a far parte, senza quasi che me ne accorgessi, della mia quotidianità: le sue torte, sono diventate le torte che preparo quando mi va di portate o offrire qualcosa fatto in casa (quella in copertina del libro, l’ho fatta ormai tante di quelle volte!); i suoi suggerimenti sono diventati i miei piccoli stratagemmi per rallegrare una cena (uno per tutti: la panatura con i corn flakes, che rende tutto croccante!).

Le ricette che troverete in questo coloratissimo libretto hanno meravigliose caratteristiche che le rendono alla portata di tutti:
– sono facili;
– tollerano errori ed aggiustamenti e, a volte, anche la mancanza di qualche ingrediente;
– riescono praticamente sempre e a chiunque;
– sono tutte per bambini, ma non servono a realizzare cibi-giocattolo: una volta preparato uno dei suoi piatti, lo mangerà volentieri tutta la famiglia;
– insegnano a divertirsi in cucina con i bambini, ma anche a divertirsi e basta!

A questo punto potreste chiedervi perchè comprare il libro, piuttosto che consultare il suo blog? Beh, prima di tutto, voglio proprio vedere come fareste a regalare il blog alle amiche a Natale! Ed invece con questo libretto, con una piccola spesa, farete dei regali di cui, vi assicuro, parleranno a lungo.
Il motivo per comprarlo ce lo spiega la sorella di Natalia, nell’introduzione: “E’ che un libro lo accendi anche senza connessione ad internet. Ci puoi scrivere sopra un appunto, farci un’orecchia, custodire un disegno, un santino, una foto, ungerlo, bagnarlo di brodo ;-), chiuderlo ne cassetto delle tovaglie. Un libro così lo passi di mano, lo porti in vacanza, lo regali, lo dedichi, lo puoi anche rivestire. Lo sfogli, lo annusi, lo infarini, lo tieni in un palmo. Ci stanno sopra le impronde digitali della tua famiglia“.

(Si compra on-line dall’editore o su ecoandeco)

Prova a leggere anche:

6 COMMENTI

  1. CIAO!!!IO L’HO CERCATO QUI A PADOVA IN 4 LIBRERIE MA TUTTE MI HANNO DETTO CHE E’ DI DIFFICILE REPERIBILITA’ E QUINDI NON ME LO PROCURANO.
    COME POSSO FARE?

  2. Ieri sera, con il libretto di Natalia alla mano, stavo facendo la torta colorata della copertina (ricoprendola anche con la glassa al cioccolato) e per non avere nessuno tra i piedi in cucina ho preparato per cena i panini arrotolati (o “finti kebab”) di pagina 115. Ho dovuto promettere che li avrei rifatti almeno una volta a settimana!

LASCIA UN COMMENTO