Resoconto da Più Libri, Più Liberi: qualche altro consiglio per i regali

8

Sono stata alla 9a fiera della piccola e media editoria a Roma (si conclude oggi 8 dicembre): “Più libri, più liberi” e sono tornata a casa entusiasta di quello che ho visto, soprattutto nell’editoria per bambini.
Premetto: questo non è affatto un post sponsorizzato, questo è proprio un post su tutto quello che avrei voluto comprare perchè mi piaceva da matti, ma mi sono dovuta contenere (neanche troppo!). Quindi mi piacerebbe segnalarvi qualche bella pubblicazione per bambini vista negli stand in un affollato pomeriggio domenicale (che vedere tutta quella per una fiera della piccola editoria, fa tanto bene allo spirito!).
E dato che Serena ha già scritto un post di consigli sui libri per i più piccoli, cercherò di parlare di libri e giochi più “da grandi”.

Una casa editrice con libri strepitosi e splendidamente curati è La Nuova Frontiera Junior, che oltre a pop-up di notevole bellezza sulla storia e la mitologia, pubblica Pippi Calzelunghe in Italia, atlanti illustrati e (meraviglia!) libri di filosofia tratti dai dialoghi di Platone, adatti anche a bambini dai sei anni! Ha poi tre libri-avventura “preziosi”, degni di un regalo con i fiocchi per i più grandicelli (dai 9 anni in su), sulla ricerca di tesori in epoche storiche diverse: antico egitto, 1700 tra i pirati britannici ed epoca napoleonica. Sono libri con mappe, notizie storiche, indizi e codici, in un percorso che conduce il lettore a scoprire un tesoro.
Insomma, da loro – dai 3 ai 10 anni – comprerei praticamente tutto il catalogo!
Vi do qualche dritta più specifica:

Il mio primo libro di filosofia: una strana coppia, un bambino curioso ed un vecchio saggio, vivono avventure straordinarie seguendo i dialoghi di Platone. Si legge dai 6 anni: così, magari, vi vantate anche che il bambino, in prima elementare, si interessa di filosofia! 😉
Dello stesso editore c’è un intera collana di queste avventure nel mondo della filosofia, adatta dagli 8 anni in su.
300 + 1 Un professore alle Termopili: della collana “Piccoli storici”, le avventure del professore di storia Duvolte, che cade nei libri e si ritrova nel bel mezzo degli episodi storici più celebri! Adatto dagli 8 anni in poi, da scegliere, secondo me, a seconda del momento storico che studiano a scuola in quel momento (oltre a questo ce ne sono sulla storia romana), così si sdrammatizza lo studio. Io mi ricordo di aver visto Lady Oscar mentre studiavamo la rivoluzione francese e di averne tratto un bell’incentivo! 🙂
Alla ricerca del tesoro di Thot: libro un po’ costoso, ma adatto ad un bel regalo. E’ un libro da seguire calandosi nei panni di un archeologo alla Indiana Jones. Ci sono pagine che riproducono papiri, mappe con indizi e prove da superare per continuare la lettura e per trovare, alla fine, il tesoro. Un libro, ma anche un gioco, adatto dai 9 anni in su: l’età in cui starebbero più volentieri davanti ad un videogioco! Quindi è un buon motivo per dimostrare che anche un libro è una splendida avventura. E’ proprio bello come veste grafica.

Le Metamorfosi – storie di uomini e dei :ma cosa c’è di più avventuroso, magico e coinvolgente della mitologia? Storie antiche che piacciono anche ai nostri bambini, dai 6 anni in su.
Le religioni del mondo (libro pop-up, purtroppo non è disponibile la foto di copertina): un libro di cui sento personalmente il bisogno. Perchè è adatto ai bambini dai 4 anni in poi ed io sono convinta che, prima si cominciano a capire le differenze, prima si impara a considerarle naturali e positive. Un libro per rispettarsi e per comprendersi già dai banchi di scuola. Fa parte di una collana di intercultura che mostra le differenze tra i bambini del mondo in ogni campo: cibo, abitazioni, caratteristiche fisiche, ecc.
Il mio primo atlante del corpo umano: credo che tutti ci siamo sentiti chiedere informazioni sul funzionamento del proprio corpo dai nostri figli. E’ una delle curiosità più evidenti ed a portata di mano! Di libri illustrati sul corpo umano ne abbiamo già un paio, ma questo mi piace perchè è semplice e bel fatto. E’ un libro adatto dai 6 anni con immagini e notizie di facile lettura.
Come educare il tuo papà: un libretto illustrato proprio divertente, adattissimo da regalare anche (e forse soprattutto) ai papà e ai neo-papà per avvisarli di quello che li aspetta. Sono enunciati tutti i principi della pedagogia moderna, tutti i “mantra” più noti sull’educazione dei bambini, ma rovesciati nei confronti dei papà! Fa ridere, più i grandi che i piccoli: diciamo così, è consigliato dai 30 anni in su a patto di avere figli! 😉
amelia e zio gatto Amelia e zio Gatto. Indagine alla PMIDel libro di Anna Lo Piano illustrato da Chiara Nocentini abbiamo già parlato qui e continuiamo a consigliarlo.

 

 

 

 

Le tue antenate E per finire un libro per adolescenti. Sarà più facile proporlo alle ragazze, ma farebbe un gran bene a tutti. Le storie di 70 donne della storia, che hanno imposto il loro lavoro, le loro scoperte, i loro scritti, le loro conquiste, contro i pregiudizi di ogni epoca. E’ scritto, con il contributo di Rita Levi Montalcini, per dialogare con le ragazze di oggi e ricordare loro che altri modelli di femminilità sono possibili.

 

Ma alla fiera non c’erano solo libri ed ho scoperto questi giochi da tavolo della Creativamente. Basta con il Monopoly (come si scrive adesso!), che è anche un po’ datato come valori! Questi giochi sono basati sui programmi scolastici e ce n’è uno per ogni materia. Sono ben fatti (solidi e con bei materiali) e sono giocabili e divertenti.
La filosofia di fondo è che le materie scolastiche non sono noiose: basta saperle guardare con gli occhi giusti! Ludo ergo sum, il loro motto!
Io ho giocato con quello di matematica e quello di italiano. Ovviamente mi sono divertita più con il secondo, ma soltanto perchè il mazzo di carte adatto ai bambini di seconda elementare, del primo gioco, era già troppo avanzato per me! ;P Vi dico solo che il gioco di matematica è basato sul programma dei test Invalsi: giocando si preparano per il test senza accorgersene! E poi segue l’età dei giocatori: dalla prima elementare alla terza media, basta cambiare il mazzo di carte con cui si gioca (tutti inclusi nella confezione)!

Non vi dirò quali di questi porterà Babbo Natale qui da noi… che non si sa mai (anche i blog hanno piccole orecchie!) Ma vi anticipo che saranno parecchi!
Di altri bellissimi libri, alla fiera, ne ho visti molti. Elencarli tutti è un’impresa titanica, ma spero di avervi dato qualche idea.
Vorrei aggiungere che la piccola e media editoria, produce edizioni bellissime, curate, originali. Le piccole case editrici puntano sulla qualità, sul pregio, sulle idee. Comprate i libri della piccola editoria italiana: cercateli su internet, ordinateli nelle vostre librerie, regalateli ad ogni occasione. Che di cose belle, ce n’è sempre un gran bisogno!

Prova a leggere anche:

8 COMMENTI

  1. Eh, cara Silvia, devo confessarti che quest’anno ho girato meno di quanto avrei voluto e forse ero troppo stanca per godermi a pieno la cosa. C’erano molte cose che meritavano, ma non me la sento. Mi limito quindi all’ode a Exòrma, ripromettendomi più efficienza il prossimo anno.

  2. Dei giochi di Creativamente ne ho comprati due, da scadenzare tra Natale e la Befana (ma sì, che tanto il Sorcio ancora non lo legge sto sito della mamma!!!): al loro stand c’erano dei ragazzi (che poi ho scoperto dal sito essere proprio tra gli autori dei giochi), che te li facevano provare tutti, te li spiegavano nei dettagli… Anche questo è bello. Nel negozio di giocattolo tradizionale (soprattutto quello iper) trovi queste scatole chiuse nel cellofane, e non sai bene cosa c’è davvero dentro. Lì potevi toccare, giocare, provare, chiedere, rompere anche un po’ le scatole (in senso metaforico!) e alla fine chiedere (ed ottenere) lo sconto! E loro rimanevano belli sorridenti e disponibili.
    Lorenza, verissimo, ci sono nuove edizioni di Richard Scarry in Mondadori.
    A me piace regalare libri ai compleanni dei bambini, perchè sono sempre in minoranza rispetto ai giocattoli (e difficilmente rischi il doppione). E poi il rapporto prezzo qualità è sempre eccellente: per esempio, con € 20 compri un bellissimo libro illustrato, mentre compri un mediocre giocattolo.

  3. Grazie della segnalazione, ho già navigato sul sito di creativamente e sono rimasta affascinata. I miei piccoli hanno solo 23 mesi ma “leggono” già da molto e quando sono un po’ sdtanchi di correre si siedono da soli e prendono un libro che leggono (si fa per dire) da soli o con me. Adesso che ci hai segnalato queste novità sarà ancora più bello regalare nuovi libri.

  4. Grazie delle segnalazioni, in particolare i giochi da tavolo Creativamente mi sembrano bellissimi!
    Anch’io ho deciso che quest’anno regalerò prevalentemente licri: sonos tufa dei mille bambolotti-mostri-animaletti che finiscono nel dimenticatoio dopo 2 giorni.
    Posso consigliare l’intramontabile Richard Scarry? Io da piccola ci spendevo le giornate e vedo che oggi sono tornati di moda, ci sono libri da ritagliare, il dizionario di italiano illustrato, i libri italiano-inglese…

  5. Chiara, io mi ero limitata a segnalare libri per bambini e ragazzi ed anche così ho dovuto più che selezionare. In fiera c’era talmente tanta roba, che non potevo scrivere su tutto!
    Concordo in pieno su Exorma.

  6. Mi permetto di segnalare, per i grandi “un po’ particolari” come me, una piccola casa editrice romana, Exorma. Se amate i viaggi, in ogni senso, date un’occhiata al loro catalogo: http://www.exormaedizioni.com/catalogo.php. La collana “Scritti traversi” ha pubblicato anche il bellissimo “Statale 17” di Barbara Summa (alias Mammamsterdam). No, non mi sponsorizzano. Semmai piacerebbe a me sponsorizzare loro! Mi sono limitata, in fiera, a prendere questo (http://www.exormaedizioni.com/catalogo-mandeville.php), questo (http://www.exormaedizioni.com/catalogo-taklamakan.php) e questo (http://www.exormaedizioni.com/catalogo-storie-al-margine.php). Ma non credo che li regalerò, mi sa che me li tengo….

LASCIA UN COMMENTO