Palline per l’albero fai-da-te… con i calzini!

5

Ecco il primo post di una mamma creativa: un’amica che, non a caso, ha scelto lo pseudonimo blogghesco di Pollon… Pollon combinaguai! E lei combina tanti bei guai per il suo piccolo Topastro.
I lavoretti che ci propone nel suo blog “Mamma Claudia e Topastro“, sono semplici, adatti ai più piccoli, divertenti e riescono proprio a tutti, anche al genitore più pasticcione e poco versato alla manualità! Pensate a quanti pomeriggi vi aspettano da passare in casa con i bambini nel periodo natalizio e vi verrà subito voglia di tirare fuori i vecchi calzini. Andiamo ad iniziare.

In ogni casa dove vive un bimbo ci sono tanti calzini piccini e colorati. A righe, con gli orsetti, macchinine, fiocchi e fiorellini. I piedini dei bimbi crescono in fretta e io ho conservato tanti calzini del mio Topastro, mi dispiaceva proprio buttarli via. Alcuni sono riposti nella scatola in cui conservo anche alcuni vestitini a cui sono affezionata ma la maggior parte sono in un sacchetto in attesa di trasformarsi e diventare qualcosa di nuovo.
Una parte dei calzini più colorati sono diventate palline per il nostro albero di Natale. Ne ho create alcune usando ago e filo ma si possono realizzare anche usando dei semplici nodi, quindi un lavoretto adatto anche ai bimbi.

Tagliate una parte di calzino con un disegno o un decoro, dalla parte che avvolge la gamba. Rivoltate il calzino in modo che la parte esterna sia quella che solitamente è a contatto con la pelle e chiudete una delle estremità avvolgendo vicino al bordo un filo stretto stretto. Girate attorno al calzino più di una volta e poi fissate con dei nodi. Rivoltate nuovamente il calzino riportandolo dalla parte dritta e riempitelo di imbottitura.

Ora chiudete il collo del calzino e avvolgete attorno ad esso altro filo creando anche un anellino per appendere la vostra pallina. Non è carina?! Non dovete far altro che scegliere i calzini con i disegni che vi piacciono si più. E potete creare delle palline anche con la parte del piede, ancora più facile perché necessita di una sola chiusura con il filo. Io ho utilizzato del filo piuttosto resistente, ma potete usarne uno sottile mettendolo doppio o triplo.
Con i collant o gambaletti di nylon invece potete usare un’altra tecnica. Tagliate una parte di collant dalla parte che avvolge la gamba. Rivoltatelo e infilate al suo interno diversi fili colorati. Annodate una delle estremità, proprio vicino al bordo, e da quella parte lasciate sporgere i fili di pochi centimetri.

Ora rivoltate nuovamente la parte di calzino riportando la parte dritta all’esterno e riempite con imbottitura. Date la forma di una pallina al vostro pezzo di calzino e stringete l’imboccatura. Con una mano tenete chiuso il collo del calzino e con l’altra prendete uno ad uno i fili colorati portandoli dal basso verso l’altro e avvolgeteli attorno al collo. Fate fare qualche giro ad ogni filo e poi legateli. Se vi avanza abbastanza filo potete creare l’anellino per appendere la vostra pallina, altrimenti userete altro filo.

La mia pallina creata con i gambaletti non è proprio bellissima, avrei voluto usare un gambaletto in tinta unita e decorarlo con fili di due o tre colori diversi ma non avevo gambaletti in tinta unita da riciclare. In fondo il bello di questo lavoretto è divertirsi con i bimbi e usare solo ciò che si ha in casa.

POLLON

Prova a leggere anche:

5 COMMENTI

  1. I lavoretti che propone Pollon hanno il gran pregio di essere davvero fattibili con quello che si ha in casa e insieme ai bambini. Senza bisogno di comprare chissà quali materiali.
    E poi riescono! Così anche noi che non abbiamo una manualità proprio eccelsa, riusciamo a tirare fuori qualcosa di decente!
    Queste le ho provate personalmente e sono venute molto carine… Peccato che il Sorcio abbia cercato di usarle come palline da baseball… Beh, almeno non fanno danni!

  2. Premetto che ho un’ammirazione incondizionata per molte bravissime ragazze piene di creatività, idee e capacità manuali!E spesso rappresentano per me modelli assolutamente inarrivabili. Guarda caso, proprio ieri sono capitata sul sito di claudia per cercare (e naturalmente li ho trovati!) suggerimenti sulla decorazione di cd di riciclo da usare come addobbi per l’albero (il nano aveva il “compito” di farne una per l’albero dell’asilo) e mi si è aperto un piccolo mondo…
    Ho pensato che dietro questi piccoli lavori c’è qualcosa di molto bello. C’è l’idea che se guardi bene un oggetto puoi immaginare per lui tante “vite” e tanti utilizzi e muovendo le tue mani puoi dare concretezza ad un’idea di trasformazione che cambia il significato e l’utilizzo di quella piccola cosa. Mi è piaciuto parecchio questo fatto!Così ieri sera mi sono messa a fare la mia decorazione con il cd (nastri, colla, forbici ecc)e stasera vorrei provare a farne qualcuna con i nanetti se riesco a non farmi soverchiare dalle varie sindromi (colibrì- compresa, argh!!)per cui ci sono sempre altre cose più “urgenti”…
    grazie dei preziosi suggerimenti!

LASCIA UN COMMENTO