Mani libere, giornata libera, viva la libertà! Un concorso con Gigaset

19

Io spesso mi ritrovo ad avere un problema: ho solo due mani!
A volte sono alla scrivania che scartabello tra fotocopie e documenti, mentre prendo nota sul computer e… tirititì, tirititì (perchè i telefoni mica fanno più driiinnn), suona il telefono. Io potrei continuare serenamente a scartabellare e scrivere mentre parlo (tanto alla fine si risponde dicendo un po’ sempre le stesse cose), ma mi manca una mano!
Poi capita che io arrivi a casa, all’ultimo momento utile per evitare i ruggiti di fame di marito e figlio: mollo la borsa, la giacca, le chiavi e mi precipito a mettere insieme qualcosa di commestibile, quando… piripiri, piripiri (sì, perchè quello di casa squilla in modo diverso), telefono! Se non riesco a mettere giù in tre secondi (tipo se è la mia mamma posso dirle “cena, corsa, dopo” e lei capisce) finisco col mettere a dura prova la cervicale incastrando il telefono tra orecchio e spalla.
In tante occasioni due mani in più sono molto comode. Per questo Gigaset ha avuto un’idea con il suo L410: un piccolo apparecchietto appuntabile ovunque, che fa da vivavoce del telefono di casa.

L’interpretazione migliore di come possa essere utile il Gigaset L410 è in questi video, di cui è protagonista la grande Jolanda di Filastrocche.it

Ma un paio di mani libere ci bastano per essere davvero più libere? Non è che poi ci troviamo a lavorare il doppio? Telefonata di lavoro mentre si fanno i lavori di casa. Chiacchierata con l’amica mentre si prepara la cena. Telefonata al pediatra mentre si cambia il pannolino. Riunione telefonica con un collega mentre si monta il mobiletto dell’ikea… Basta!!! Questo multitasking ci ucciderà!!!

E allora Gigaset ha pensato che avevamo tutti bisogno di un po’ di libertà a tutto tondo e, per il lancio del Gigaset L410, propone a tutti voi un concorso molto divertente.
Vediamo se sapete rispondere a questa semplicissima domanda:

Se aveste un giorno di libertà, tutto da dedicare a voi stessi, cosa fareste?
Un giorno libero, da riempire solo con le persone, i luoghi e le occupazioni che preferite… oppure anche da lasciare libero e vuoto. Interpretate il tema come volete e svolgetelo compilando questo form.

In un giorno libero tutto per me, io sicuramente prenderei un treno. Un bel biglietto di prima classe su un feccia-qualcosa, portandomi un libro da leggere serenamente durante il viaggio (quanto mi piace leggere in treno!). Scenderei in una città in cui ci sono tante amiche blogger che non ho mai occasione di vedere di persona e lì trascorrerei una giornata di chiacchiere, di visite e di passeggiate per la città. Poi concluderei con una serata a teatro e una bella cena in compagnia tirando tardi. Insomma, mi costruirei un piccolo Momcamp tutto per me!
Ma questa è solo la mia giornata libera! Voi, cosa fareste?

Questo concorso è partito da Blogmamma e da lì sta rimbalzando, da una settimana all’altra, su molti blog. Tra tutti i commenti ai post dei blog partecipanti, ne verrà scelto uno che descriva una giornata di libertà e quella giornata verrà realizzata da Gigaset (occhio, il budget massimo a disposizione è di € 1000, quindi lasciate stare un all-inclusive alle Maldive per 2 persone. Però un bella gita o uno shopping “consistente” ci scappano!!)

Il concorso continua a navigare libero per il web: dopo genitoricrescono si dirigerà da Natalia di Tempodicottura, dove arriverà il 20 febbraio. Seguitelo anche lì.

E adesso, pronti a raccontare e a vincere la vostra giornata di libertà su misura compilando questo form su Blogmamma

post sponsorizzato da Gigaset

Prova a leggere anche:

19 COMMENTI

  1. Stefania, ho visto che hai lasciato lo stesso, identico commento anche su Blogmamma. Mi spiace per la tua situazione e ti auguro una soluzione ai vostri problemi in breve. Potresti provare a partecipare nelle forme richieste dal concorso, ipotizzando una bella giornata per tutta la famiglia e spiegando perchè questo per te rappresenta libertà. Magari un modo per spendere utilmente i mille euro in un giorno si trova.

  2. ciao magari vincessi questi mille euro, mi servirebberò proprio… e si altro che un giorno da dedicarmi , dedicherei un mese di stipendio ai miei figli e mio marito, che purtroppo da agosto ha perso il lavoro, e anche io da quasi un mese non lavoro più è vero era pochino il mio di stipendio 150 euro, ma almeno era qualcosa per me, scusatemi dello sfogo , ma il mio giorno libero lo dedicherei alla mia famiglia… e con loro farei qualcosa.

  3. ATTENZIONE: PER PARTECIPARE AL CONCORSO E’ NECESSARIO COMPILARE QUESTO FORM SU BLOGMAMMA RACCONTANDO LA VOSTRA GIORNATA DI LIBERTA’ IDEALE.
    I COMMENTI A QUESTO POST NON VALGONO. MI SCUSO PER L’ERRATA INFORMAZIONE CHE ORA E’ STATA MODIFICATA NEL TESTO DEL POST

  4. Marzia, dai, che piccolo shopping: all’hammam gli lasci un centinaio d’euro e gli altri 900 vanno tutti in shopping! 😉

LASCIA UN COMMENTO