Il sonno vien dormendo

54

Pierino, di 6 mesi, si guarda intorno felice emettendo gridolini di gioia. Carletta, di 2 anni, continua incessantemente a tirare fuori un gioco dietro l’altro. Paolino, di 3 anni, salta senza posa sul letto da 1 ora. Scene di idillio familiare?
Quasi, solo che sono le 11 di sera, e voi vi chiedete per quanto durerà ancora.
L’idea che non sia abbastanza stanco vi ha trattenuti finora dal metterlo a letto. Pena, discussioni infinite, pianti insaziabili, e capricci.

Ma come è possibile che non abbia ancora sonno?

Il problema è che il sonno ce l’ha. E di questo vi accorgerete probabilmente il giorno seguente, quando sarà stanco e lagnoso, quando nulla andrà come deve, e il senso di colpa di essere un genitore incapace vi presenterà il conto della giornata.
Il bambino, che si sta divertendo, difficilmente andrà a letto volentieri. E’ più facile che faccia il possibile per allungare i tempi, e intrattenersi ancora un pochino a giocare con voi o da solo. Questo è vero per neonati curiosi di 4 mesi, tanto quanto per bambini più grandi.
Il punto è che i bambini hanno bisogno di dormire, anche se non lo dimostrano.
Inoltre il bambino stanco, spesso entra in quello che io chiamoloop motorio, tipico del bambino amplificato, ma non solo.

Ora, sembrerà incredibile, però hanno dimostrato che il sonno vien dormendo. Ovvero, il bambino che dorme regolarmente durante il giorno, dorme meglio la notte. E anche far andare a letto più tardi nella speranza che dorma meglio, o almeno più a lungo la mattina, è spesso controproducente.
Certo, come sempre, non è tutto o bianco o nero. Ci sono le sfumature.
(E infatti una delle mie nipoti è perfettamente in grado di dormire circa 12 ore filate indipendentemente dall’orario di inizio. Se si addormenta alle 9 di sera, si sveglia alle 9 di mattina. Se si addormenta alle 11, si sveglia alle 11. Ma perché sempre i figli degli altri riescono in queste imprese, e mai i miei?)

Ma in linea generale funziona proprio così. Insomma, anche se poco intuitivo come concetto, il sonnellino pomeridiano aiuta il bambino a dormire meglio la notte, con le dovute accortezze.

– il sonnellino deve essere effettuato negli orari giusti, e non a ridosso dell’ora della nanna;
– il sonnellino deve avere una durata consona all’età del bambino, e possibilmente evitare di farlo dormire per diverse ore di giorno.

Ma quali sono gli orari giusti? Non c’è certo bisogno di tirare fuori tabelle. Basta il buon senso.

Un neonato dai 4 mesi in su, ha bisogno di dormire almeno 3 sonnellini durante il giorno. Uno la mattina di 1 ora e mezza/2 ore circa. Uno altrettando lungo dopo pranzo. E un mini sonnellino di mezzora/45 minuti nel tardo pomeriggio, prima di cena. Questo ritmo gli è congeniale perché gli permette di riposare sufficientemente tra una poppata e l’altra. Se dormisse più a lungo, verrebbe meno l’allattamento, che dovrebbe essere diradato, e questo, tranne rare eccezioni, non è molto buono. Anzi, è una garanzia del fatto che tendenzialmente vorrà recuperare la notte tutte le poppate mancate di giorno.

Intorno agli 8/9 mesi, il neonato inizia a non aver bisogno del minisonnellino prima di cena.

Tra i 12 e i 15 mesi il bambino inizia a non aver bisogno del sonnellino della mattina e il sonnellino del pomeriggio potrebbe allungarsi leggermente.

Ed infine intorno ai 3 anni, anche il sonnellino pomeridiano viene abbandonato.

Per sapere quando è arrivato il momento di eliminare un sonnellino, basta osservare il comportamento del bambino. Ad esempio, quando intorno agli 8/9 mesi notate che improvvisamente inizia a fare molte più difficoltà ad addormentarsi dopo cena, allora è probabilmente arrivato il momento di eliminare l’ultimo sonnellino della giornata.
Allo stesso modo, se noi continuiamo a pretendere che il bambino di 14 mesi dorma la mattina, ma non ne ha veramente bisogno, molto probabilmente otterremo che sarà molto difficile farlo addormentare nel pomeriggio. E la reazione a catena farà si che il sonnellino del pomeriggio verrà spostato spontaneamente più tardi, con effetti drammatici sull’addormentamento della sera.

I passaggi qualche volta avvengono spontaneamente, senza nessuna conseguenza apparente se non la scomparsa di un sonnellino, che, a ben vedere, è più spesso un dramma per il genitore che sperava in quel momento di pausa per dedicarsi a qualche progetto importante.
La maggior parte delle volte però avvengono con un po’ di difficoltà. Il bambino spesso è pronto ad abbandonare il sonnellino, ma essendo abituato a farlo, diventa irrequieto o capriccioso. E’ quindi importante nei momenti di passaggio offrire delle attività tranquille come alternativa, per dare la possibilità di recuperare le forze. E’ una buona idea anche quella di anticipare leggermente l’orario del sonnellino successivo, almeno temporaneamente (poi si aggiusterà da solo all’orario che è più congeniale al ritmo del bambino).

Quindi, se vostro figlio dorme male la notte, se è capriccioso, o se spesso si sveglia molto presto al mattino, provate a dare un’occhiata alla durata e frequenza dei sonnellini diurni, e magari anticipate anche l’orario per andare a letto della sera. Un po’ di sonno in più potrebbe far dormire meglio tutta la famiglia.

Prova a leggere anche:

54 COMMENTI

  1. Mio figlio di 11 mesi dorme in totale 12/13 ore, 10 ore di giorno e poi 1:30/2 la mattina prima di pranzo e verso le 16 un’oretta… Va a letto alle 21:30/22 e Di notte dorme bene direi ma verso le 6 comincia a farsi sentire e continua a dormire solo se lo porto nel lettone e da lì va avanti fino alle 7:30/8.
    Mi piacerebbe che dormisse di più la mattina…nel suo letto… Ma per garantirmi un’oretta in più la mattina prima di andare a lavorare faccio prima a tenerlo nel lettone!
    Crescendo potrebbe apprezzare di più stare a letto la mattina?

  2. Ciao a tutte!
    Isabel ha 8mesi e non é mai stata una gran dormigliona…o comunque ogni Notte é sempre stata diversa dall altra..puo dormire 10 ore di fila come svegliarsi ogni due!
    Mi sto UN po’esaurendo..anche perche mi usa come ciuccio oltre che per mangiare 😉 (ora mangia di buongusto anche le pappe)
    Si addormenta solo in braccio (e sta iniziando ad essere UN problema per la schiena di mamma e papa)..ma il problema a cui non riesco trovare spiegazione é che riusciamo ad addormentarla verso le 21 (fa UN pisolino la mattina, poi dopo pranzo e a volte prima di cena ma raramente)..ma puntualmente dopo 20 minuti si sveglia piangendo anche se le sono accanto e smette solo se la prendiamo in braccio (sono contraria al metodo estevill)..dopodiche é un continuo addormentarsi per dieci minuti e sveglia di nuovo….ieri sera siamo andati avanti cosi fino all una!!!
    Non so cosa fare…inizia ad essere pesante da tenere in braccio e non capisco xke non si rilassa…
    Qualcuno ha qualche suggerimento o é in una situazione simile alla mia?
    Escludo I dentini perche ne ha messi due e allora si stava svegli direttamente fino alle 4!:( ho provato a darle una routine, ma ci stiamo ancora lavorando e per ora nn é cambiato niente 🙁

  3. Bhà, mio figlio a casa non vuole dormire ne al pomeriggio ne la notte, o meglio sembra che lasciarsi andare per lui è impossibile.
    Questa modalità la conserva da quando è nato.
    Ora ha quasi tre anni.
    Di notte è migliorato in quanto riesce il più delle volte a dormire senza mai svegliarsi, a meno che non abbia sete o abbia fatto un brutto sogno.
    Alla sera è una fatica immensa perchè prima delle 2230/23 non vuole addormentarsi, poi alla mattina alterna o si sveglia naturalmente da solo verso le 730 oppure dormirebbe anche fino alle 9 e devi svegliarlo con le cannonate.
    Il pomeriggio ha bisogno di fare il sonnelino,e lo si vede, infatti diventa nervoso stropiccia gli occhi, etc etc ma è dura che si rilassi.
    All’asilo le maestre dicono bimbi a nanna e lui ci va senza storie.
    A casa il più delle volte lo devo “obbligare” a dormire infatti poi dorme 2 ore e a volte anche 2,5 ore.
    Perchè è così a volte penso che lo faccia per farmi uscire pazza o che il tempo che trascorre con me non è mai abbastanza.
    La sorella tutto il contrario. !!
    gggggggrrrrr

    • @Kate i bambini sono diversi tra loro, inutile fare confronti con la sorella 😉
      Però se all’asilo dorme, forse il problema è che a casa ha difficoltà a rilassarsi prima dell’addormentamento. Prova a creare un’atmosfera rilassante dopo pranzo, leggete un libro, abbassate le luci, vedi tu cosa può funzionare purché diventi la vostra routine. All’asilo hanno sempre routine, e l’esempio degli altri bambini è fondamentale per queste cose, ma non è impossibile ricreare una situazione simile anche a casa.

  4. Ma come a tre anni il sonnellino pomeridiano sparisce?? La mia grande lo ha mantenuto sempre: anche a scuola dormiva.. Una tragedia infatti. e comunque sabato e domenica, dalla seconda elementare, lo ha mantenuto. Ora ne ha 21 e continua a mantenerlo 😉 Anche il piccolo, che ha 4 mesi, è letargico come la sorella… Ma noto che a volte la sera non riesce a prendere sonno.. e ora mi spiego che forse fa un pisollo troppo lungo nel tardo pomeriggio… Ma che faccio lo sveglio? Se lo sveglio diventa nervoso… 🙁

    • @Irma non è assolutamente detto che a 3 anni in punto sparisce il sonnellino. E’ chiaro che dipende molto dal bambino e anche dall’ora in cui si fa addormentare la sera. Diciamo che se togli il pisolo delle 3 poi crolla prima la sera, viceversa se continua a farlo magari si addormenta molto tardi. Quindi la prima regola è capire di cosa ha bisogno, la secondo è di capire se quello di cui lui ha bisogno coincide con il bisogno della famiglia. E poi si vede da lì.
      Svegliare un bimbo quando dorme è più facile se calcoli che il ciclo è di circa 45 minuti. Puoi provare a vedere se svegliandolo dopo un ciclo, riesce ad essere di umore migliore. Normalmente funziona abbastanza bene. Devi fare un po’ di prove però perché non è detto che siano 45 minuti esatti, devi vedere un po’ ad occhio. Se vedi che ha assoluto bisogno di dormire, allora forse puoi anche provare ad anticiparlo al primo pomeriggio. Facci sapere come va.

  5. buon giorno a tutti vorrei un consiglio sui fatidici pisolini:
    mio figlio ha 6 mesi e si è sempre svegliato molto presto la mattina tra le 6 max le 7.00. già dopo un’ora e mezzo che è sveglio incomincia a sbadigliare e a stropicciarsi gli occhi e quindi la mattina facciamo sempre 2 pisolini , il primo intorno alle 7.30 8.00 e il secondo tra le 10.30 max 11.00. poi di pomeriggio dorme intorno alle 14.00 e in tarda serata verso le 18.00 max 18.30. si addormenta intorno alle 21 max 21.30. ultimamente inizia a fare molte resistenze con i pisolini della mattina qualche volta con il primo e qualche volta con il secondo, lo metto nel lettino, sputa il ciuccio e dopo incomincia il pianto inconsolabile, lo prendo in braccio e dopo che si è calmato si addormenta. secondo voi che significa? sono troppi 2 pisolini al mattino? ma come faccio a concentrarmi su uno? grazie a tutti

  6. Salve,
    la mia cucciola ha 30 mesi giusti e da 1 mesetto fatico ad addormentarla di pomeriggio.

    Mia figlia dorme dalle 22-22.30 alle 08-08,15 del mattino qualche volta si sveglia o sogna di notte e il pomeriggio dalle 14.00+- alle 16-16,30.. quindi abbastanza regolare…. ma poi la catastrofe!!!
    Premetto che la sera non fatico ad addormentarla, le piace stare un pò nel letto con me e poi se ne va nel lettino, chiede la mano e la ninna nanna e in 10 minuti dorme… dorme in cameretta ma con me se vado via durante la notte e si sveglia è na tragedia!!!
    Da 1 mesetto nn vuole andare a fare il pisolino.
    Come le porgo il ciuccio dice: “No sonno, giocare” io però insisto e la sgrido e a volte piange e arrivo anche a metterci anche 30/40 minuti o addirittura nn si addormenta x niente.
    La sera non riesco a portarla a dormire prima delle 22.00 xchè dice che vuole giocare, camminare un poco e tira fuori mille scuse.
    Conseguenza è che la mattina nn vuole alzarsi. Io inizio a svegliarla verso le 7.45 ma lei si ritira le coperte, si mette a faccia in giù e dice: “mamma via, dormire, hai sonno”, ma lei deve andare all’asilo ed io a lavoro, così tra strilli, capricci e scenate di puro isterismo xchè nn vuole scendere dalla culla… la alzo.
    Insomma è un calvario ogni mattina che faccio?

    ho fatto le prove nel week-end e se la lascio stare dorme fino alle 9-9.30 ma va cmq a dormire alle 22-22,30.

    Una volta 2/3 settimane fa ci ho provato ma alle 18.30 voleva andare a dormuire facendo delle scenate così ho abandonato.
    Purtroppo a me fa 1/2 giornata al nido dato che nn tanto ci vuole stare mentre il pomeriggio la tiene il papà che vuole che dorma poichè è troppo vivace.

    Datemi un consiglio.Grazie

  7. grazie mille per la tua solerte risposta Serena! in effetti la sera quando la metto a letto e’ assonnata, non replica neanche.infatti il problema si pone quando mi allontano da lei, anche se dopo aver letto il post sto prolungando un po’ il tempo in cui la rilasso appena vado via dalla stanza iniziano le urla. e cio’ avviene anke nel pomeriggio, magari dopo un’intera mattina al mare, per questo deduco ke e’ più una difficoltà nell’addormentarsi ke non una questione di non aver sonno! e la situazione sta peggiorando,ad esempio ora finalmente dorme dopo favola(prima prova in assoluto), coccole e carezze per mezz’ora e urla e pianti per la successiva mezz’ora…il problema e’ ke mio marito dice ke mi sto fissando ma nn mi da alcun supporto ed io inizio a logorarmi.

  8. @Maria uhm così ad occhio mi vengono in mente due cose. La prima è che lei semplicemente la sera non ha sonno. E’ cresciuta e le due ore di sonno pomeridiano le permetterebbero di andare a letto più tardi. Ma questo dovresti vederlo tu. Ti sembra stanca oppure in effetti non lo è abbastanza?
    La seconda è che state entrando nei due anni e quindi un po’ di lotta di potere ci sta tutta. Però la prima ipotesi mi sembrerebbe abbastanza logica. Prova ad accorciare il sonnellino pomeridiano, ad esempio svegliandola dopo un’ora e mezza e vedi se questo facilita l’addormentamento serale. Coraggio!

  9. ciao Serena, mi ritrovo ancora a chiederti consigli visto ke grazie a te ho risolto il problema del pisolino pomeridiano ke si interrompeva dopo i fatidici 45 min! la mia Picara ha 23 mesi, ho scelto tracy come vangelo e ad oggi ne avro’ regalate minimo 10 copie, inoltre condivido a pieno la teoria che i nostri pargoli meno dormono peggio e’…contro tutti coloro che dispensando consigli la sera continuano a dirmi falla tirare così domani mattina dorme di più….niente di più falso! Ma ora veniamo al mio problema: la Picara ha sempre avuto la sua routine, sicuramente perché lei c ha permesso di instaurarla ma t assicuro ke io e mio marito abbiamo fatto tante rinunce per rispettarla con ottimi risultati! lei si e’ sempre addormentata da sola con ciuccio e dumbo dopo i primi mesi di Pu/pd e’ stata sempre l’ invidia di tutti e lo fa anke con i nonni(obbligati dalla sottoscritta nazista a conservare la routine). a parte denti o tosse o sogni brutti il pomeriggio pisolino d un paio di ore e alla sera ninna massimo alle 21 da sola nel suo lettino fino alle 7.30….
    ti kiederai, dove e’ il problema? da una decina di giorni si e’ scatenato l’inferno: solita routine (solo un po’ di coccole in braccio) per metterla a nanna e appena la metta giù inizia a piangere e strillare…quelle tipiche urla di richiamo x scavare nel cuore di mamma, premetto ke e’ molto intelligente anzi direi ke il termine giusto e’ proprio figlia di….e si capisce ke lo fa apposta. siccome spero tanto in un tuo consiglio miracoloso (dal momento ke verso i 6 mesi grazie a te non ho ceduto ad interrompere i pisolini pomeridiani con enorme beneficio per tutti) cerco di darti più indicazioni possibile:
    – non e’ cambiato nulla nella sua routine n’è nella nostra vita a parte qualche giorno trascorso a saltelli dai miei al mare ma con tutti i suoi ritmi ( tanto ke per farti ridere mio padre mi chiamava la sera per dire ke aveva messo la bimba sul pulsante OFF…proprio perché grazie alle sue abitudini quando arrivavano i suoi orari loro la mettevano giù e lei si addormentava
    – ha fatto terribilmente caldo ed ho pensato fosse quello ma nn e’ cambiato nulla nemmeno con l’aria condizionata
    ora veniamo a come mi sono adattata a questo cambiamento senza avere ottenuto grossi risultati:
    all’inizio mi sono messa a darle piccole pacche sulla schiena ke a lei ancora piacciono ma la furbetta andava per le lunghe così rimanevo li’ con lei, allora son passata a stare seduta sul letto accanto cantando la sua canzoncina della nanna…ma anke li’ appena smettevo ricominciava a piangere. ho provato a canticchiare da fuori alla camera e stesso discorso. Siccome ho iniziato a capire ke voleva la nostra presenza perché a volte t dice proprio’siediti qua’ ho iniziato con metodi più duri xche’ mi sembra allucinante ke abbia sempre dormito sola ed ora devo crearle delle dipendenze. Allora ho iniziato a farla piangere (parlo sempre al singolare perché mio marito spesso torna tardi la sera ma mi appoggia appieno nelle scelta) e la mia Picara furbetta alterna urla e pianto a silenzio per sentire se qualcuno va da lei…a giorni va avanti solo per un quarto d’ora e poi dorme ma a giorni piange e strilla anke per un’ora alternando canti chiacchiere con gli amichetti del nido e chi più ne ha più ne metta, vado ad Intervalli regolari a calmarla ma poi ricomincia…mi fa stare troppo male, infatti sto per cedere e non voglio mollare proprio ora…che ne pensi? situazione tragica? help me please! sto persino evitando di andare a stare un po’ dai miei come siamo abituati a fare(quindi lei li ha il suo lettino, le sue abitudini e sta con loro anke se manco giorni per lavoro) proprio perché voglio prima ripristinare la situazione
    ti ringrazio tanto per la pazienza nel leggere il mio monologo e ringrazio tutte perché solo condividendo ne traiamo beneficio

  10. Ciao a tutti… Io non ho mai avuto problemi per il sonno dei miei bimbi…hanno sempre dormito….il piu grande compie 3 anni ad aprile ed é da quando aveva 2 mesi che dorme tutta la notte e nel suo letto ( un sogno per me).
    L ho sempre abituato cosí…fin da piccolo, si addormentava cullandolo un po’ nella sdraietta o nella carrozzina, poi piano piano ho iniziato a metterlo nel suo letto anche di giorno con i suoi 2000 pupazzi, uno in particolare che é il suo preferito ancora oggi, lo metto a letto verso le 21:00-21:30 e, quando deve andare all asilo lo sveglio verso le 8 (anche se ci vorrebbero le bombe x svegliarlo) e quando non va all asilo si sveglia verso le 10:00-10:30 la mattina, poi il pomeriggio, di qualsiasi giorno ( asilo o non asilo) dorme dalle 14:00 alle 17:00-18:00!! É un dormiglione….lo metto nel suo letto sveglio con i pupazzi e il bibe Dell acqua e lui si addormenta contento e tranquillo nel suo lettino e nella sua camera! Il piccolo invece ha 14 mesi…ha iniziato a dormire tutta la notte verso i 6 mesi, sempre nel suo lettino….fin dalla nascita quando voleva il latte di notte mi mettevo seduta sul letto per dargli il latte, proprio per non abituarlo nel letto ( xké poi mi ci addormentavo pure io), anche lui ha il suo pupazzo ( uno solo!!!!) e il suo lettino é nella mia camera ancora xké alle volte la notte si sveglia ke perde il ciuccio o ha sete, e se lo metto in camera con il bimbo grande lo sveglia e poi la mattina fa fatica ad andare all asilo! E anche lui si addormenta da solo…non ho mai avuto problemi! Certo all inizio piangevano un po’ per abituarsi al nuovo stile nanna, ma io non li facevo piangere tanto….andavo in camera, gli davo l acqua, gli diceo due paroline carine a bassa voce e appena erano tranquilli uscivo dalla stanza!! Ho fatto cosí diverse volte, finche capivano che non c era trippa per gatti e si addormentavano da soli! E dopo una settimana ( anche meno) non ho piu avuto nessun tipo di problemi! L unica cosa ke non bisogna mai fare é prenderli in braccio per calmarli xké se no appena li rimetti giù urlano il doppio di prima!ora hanno gli stessi orari tutti e due uguali! Dormono il pomeriggio alla stessa ora e vanno a letto la sera alla stessa ora! Spero che la mia esperienza possa essere stata utile a qualcuna di voi! Non mollate mai! Non fatevi prendere dallo sconforto! I bimbi x come non sanno camminare o parlare, non sanno nemmeno addormentarsi da soli, e allora serve la mamma e il papà che con tanta pazienza e tanto AMORE gli insegni le regole della vita!
    Ciao a tutte!!

  11. Ciao ragazze!
    Mio figlio e’ impazzito. Di nuovo. Quindi rieccoci qua! Allora, seguendo consigli che mi avete dato (santa quella mamma che mi aveva detto di metterlo a letto con tanti ciucci, io gliene metto uno in bocca e due nel lettino cosi quando si sveglia senza rusca con la manina e ne trova subito un altro) e leggendo varie esperienze ci siamo sempre riusciti a regolare con il sonno. Diciamo che il top l’abbiamo ottenuto quando dai 12 ai 15 mesi fionnzilla andava a letto alle 20.00-20.30, svegliava alle 7.00-7.30, faceva un paio d’ore di pizolo al mattino 9.30-11.30 e poi un’oretta e mezza al pome 14.30-16.00. Non ha mai fatto storie per dormire, non l’abbiamo mai cullato anche perche’ nn vuole assolutamente. Piano piano ha iniziato a svegliarsi sempre prima, per carita’ anche svegliarsi alle 6.30 va bene eh ma qua si inizia a parlare di risvegli tra le 5.30-6.00, con conseguente addormentamento al mattino alle 7.30-8.00 fin verso le 10.00, poi 13.30-14.00 fin verso le 15.00-15.30. Il fatto e’ che fa mooolta fatica ora ad addromentarsi sebbene ne abbia un bisogno esagerato. ed e’ anche molto stanco poi quando si sveglia alla mattina presto ma non c’e’ verso che iesca a farlo riaddormentare. Ho provato a semisvegliarlo prima per fargli cambiare orario di risveglio come suggerisce la Hogg ma lui si e’ svegliato del tutto molto incavolato, nervoso e apriti o cielo. Non penso dorma abbastanza di notte, e’ sempre gnolino durante il giorno e erratico negli orari di addormentamento. Prima in 5 min andava ora facciamo ogni volta delle lotte assurde. Ha 17 mesi, mi rendo conto che il problema sta probabilmente nel fatto che deve perdere uno dei due pisoli. era gia’ nel mio programma ma come faccio a fargliene saltare uno adesso che si sveglia cosi presto?? se tiro fino alle 8.30 dopo che si e’ svegliato alle 5.30 e’ gia’ tanto… please help, qualcuna di voi si e’ trovata nella stessa situazione??? Grazie!

LASCIA UN COMMENTO