genitorisbroccano

genitorisbroccano è lo spazio da usare quando senti di avere solo voglia di urlare.
Quando non ne puoi più.
Quando senti che le tue qualità di mamma o papà paziente stanno venendo meno.
Quando tutti i tuoi buoni propositi sono miseramente crollati davanti all’incomprensibile ostinazione dei tuoi figli.
Quando hai mandato a farsi benedire tutte le tue più radicate convinzioni circa l’allenamento emotivo e l’empatia.
Quando sei riuscito a mettere tuo figlio in punizione già 3 volte da quando si è svegliato, e sono appena le 8.30 del mattino.
Quando hai ormai raggiunto la definitiva convinzione che sei una pessimamma o un papàpessimo.

Questa è una stanza insonorizzata: fuori da qui non sentono nulla. Ti leggeranno solo altri genitori solidali che sanno benissimo come ti senti.
Qui è vietato dare consigli (soprattutto quelli buoni).
Qui è vietato trovare soluzioni.
Qui è vietato citare “metodi”.
Qui è vietato fare i saputelli!
I commenti autorizzati sono solo le pacche sulle spalle: sarà nostra cura rimuovere ogni altro tipo di commento.

Da questo momento potete urlare! Nulla è inconfessabile per genitorisbroccano!

PS: Se invece hai bisogno di consigli, cerca un articolo nel resto del sito che faccia il caso tuo, e posta un commento lì : genitoricrescono.com

3599 COMMENTI

  1. Mi sono rotta le palle di vivere a casa dei miei suoceri, si immischiano di ogni cosa e sono causa di litigi con il mio compagno… Il bello è che gli da ragione pure! Nn sto qui ad elencare tutto quello Che devo e che ho subbito! Sono qui per urlare e scusate il poco bon ton… “Mi sono rotta le palle di vivere qui!!!! Voglio scappare via, ma le possibilità non me lo permettono, mi sento soffocareee!!!!! ?????

  2. Ho trovato questo spazio e ho bisogno di sfogarmi… Buonasera,

    sono una mamma di una ragazzina di 11 anni (a dicembre compie 12). Quando la bambina aveva 18 mesi, io e suo padre ci siamo separati e da allora abbiamo l’affidamento condiviso. Andiamo d’accordo al 90%, lui si è rifatto una famiglia e anch’io. Nostra figlia ha un fratellino dal babbo e una sorellina e un fratellastro da parte mia.

    Da sempre lei è stata una bambina difficile, con un enorme bisogno di attenzioni. A scuola va… non bene, ma neanche malissimo. Dipende se ha voglia o no. Non si è mai comportata bene però a scuola, ha sempre avuto modi sgarbati, maleducati, sa sempre tutto meglio lei, risponde male a maestre e (ora) professori… non ha voglia di seguire regole… ci fa impazzire con questi comportamenti, anche perché abbiamo sempre cercato di darle giusti esempi, di insegnarle rispetto, di educarla al meglio… io, lui, i nonni, tutti la vogliamo bene ma lei sembra se ne strafotte… Adesso è in seconda media e le cose non migliorano… il padre è arrivato ad un punto morto, è stanco dei comportamenti della figlia… io non ce la faccio più… schlero… non riesco più a passare una giornata felice con lei… Stasera lei ha avuto uno schiero prima da parte di mio marito e poi da me. Ed io poi sono sbroccata, l’ho picchiata e le ho tirato anche uno schiaffo in pieno viso, lasciandole un piccolo segno (del mio anello un pò grosso). Mi sento uno schifo, ma mi ci ha propio portata… riesce a tirare fuori il peggio di tutti, non sappiamo più cosa fare…Non voglio giustificare lo schiaffo dato, so che non possiamo andare avanti così, non voglio perdere mia figlia, ho paura per lei… si chiude, non parla con noi, si sente brutta, odiata, odia me e il mondo intero… non si confida con nessuno (o molto raramente)… oioioioi che casino…

  3. Posso dire CHE PALLE????? Mi sono stra rotta i cosiddetti di occuparmi SEMPRE di mia figlia e delle sue esie ze impossibili. Tutto e’ un calvario allucinante. Sono stanca. E il mio compagno non fa che criticarmi, ma basta!!!! Vedo le altre madri che affrontano tutto col sorriso e penso che forse io non fossi portata a fare la madre. Martiri, altro che madri…..

    • Ciao primearmi nn sai come ti capisco….anke a me sembra tutto più difficile tutto ma proprio tutto mentre sono circondata da persone che sembrano sapere e fare tutto con molta serenità….anke io ho pensato tante volte di nn essere portata a fare la madre…. un abbraccio virtuale.

    • Io oggi ero fuori dalla mano di Dio credimi!
      L ultima ha due anni ed è tremenda quando vuole!
      Sta di fatto che stamattina mi sveglio con la mastite ( allatto ancora),sistemo i tre marmocchi ed esco di casa…lei cade appena messa giù e apritapriti o cielo! Pianti e urla per andare all’ asilo , dentro l asilo e mentre torniamo a casa!
      Una volta su io ero distrutta, con febbre e dolori in ogni dove…lei non si calma anzi va avanti a piangere e si porta al vomito!
      Beh non ci ho visto più! Ogni mattina piange e vomita ! Non posso andare a prendere un caffè piuttosto che il pane ecc…mi rende tutto faticoso il triplo
      Oggi esasperata da tutto quel vomito e conciata com’ero le ha prese !Mai successo così! Ho dovuto cacciarla in doccia da come era conciata!
      Come te vedo altre mamme che riescono a farsi dare la mano..che bevono il caffè…che non hanno figli che ogni mattina piangono…ma che ha la mia che non va??

  4. Alcune sere non vorrei nemmeno rientrare a casa. Dopo 9h fuori a lavorare, rientri di corsa, doccia al volo, convinci la gnoma di 3 anni a lavarsi, buttati ai fornelli per fare qualcosa da mangiare ed essere a tavola massimo entro le 20. E c’è ancora da scaricare la lavastoviglie, la lavatrice e forse pure l’asciugatrice. Tempo per stare con lei, fammi pensare…2 ore dalle 18.30 alle 20.30. Ma queste 2 ore si riducono inesorabilmente ogni sera, c’è sempre qualcosa da fare che mi RUBA quei maledetti minuti che vorrei invece passare con lei. E’ una corsa contro l’orologio. E quando arriva il momento per stare insieme, ormai è tardi: è ora di andare a letto. Con lei non gioco, non ho tempo e se riesco a trovarlo, sono talmente stanca che vorrei solo abbracciarla e coccolarla, non riesco a saltare e correre come gli amici del parchetto e lei si arrabbia e la serata finisce con i musi lunghi. Alla fine della giornata mi riduco a metterla a letto e baciarla mentre dorme. Questo è quello che riesco a darle, baci mentre dorme e un piatto di pasta caldo. E mi sento una merda che fa crescere la propria figlia agli altri (Santi Nonni). Tutto per lavorare, perché servono sempre quei maledetti soldi. E perché un part-time non l’avrò mai.

    • Anch’io mi sento una cacca perché fino le 20 lavoro ed ora che li faccio mangiare sono le 9 poi vogliono giocare e guardare un film
      Ti dirò riesco a farlo ma caspita hanno 4/3/2 anni…dovrebbero avere orari più adatti alla loro età
      E anch’io non posso tirarmi su dal letto alle 23 e dover ancora lavare tutto

  5. Sono distrutta anima e corpo e non per le bimbe in se che povere creature son perennemente in mezzo alle nostre litigate praticamente da quando sono nate… Non ne vengo fuori con il mio compagno … Si passa da pochi momenti di felicità pura in cui riconosco l’uomo di cui mi sono innamorata a giorni e giorni di astio critiche e odio che giustamente portano le bimbe ad essere lamentosi e ingestibili ( hanno 4 e 2 anni) io mi arrabbio ormai per ogni cazzata. Urlò urlò e nessuno mi ascolta. Dal mio compagno mi sento solo sminuire e insultare come se tutto sempre fosse colpa mia e del malesempio che do… Solo xké lui è più furbo e riesce a ferire senza alzare eccessivamente la voce mentre io purtroppo son poco furba e reagisco a maleparole . Ieri sera bimbe appena addormentate mi insulta dandomi della stupida senza speranza per un argomento senza importanza …E con l’istinto di tirargli tutta la padella in faccia mi son limitata a tirargli il brodo che c’era dentro . . Altri insulti quando lui se si arrabbia seriamente con me si permette di usare le mani senza troppi scrupoli. Addormentata in lacrime perché a fine serata lui decide di dirmi calcola che ora siamo separati ( quando io per lui ho mandato a puttane tutta la mia famiglia e ora viviamo all’estero e davvero non ho nessuno oltre a lui. ) Mi sveglio stamattina dopo aver dormito di merda nel lettino Delle bimbe e lui che oddio povera vittima sta sempre male non mi ricordo n anche il motivo mi inizia col discorso di non gridare io giustamente o no mi accendo come un cerino e lui cosa fa mi riprende per avere prove che sono fuori di testa X riscattarmi. È arrivato a dirmi che non ha mai detto a nessuno che sono la sua donna che si vergogna di me . ( Dopo 6 anni di relazione e due figlie ) continua a darmi della puttana che sicuramente chissà chi mi trombo solo perché da giovane ho fatto l’errore di lavorare X un periodo in un nightclub X pagarmi gli studi in Giappone . Quello che da lui e tutto perfetto ..Quello che faccio io e sempre una merda . Sono seriamente depressa ormai e non ho neanche la forza di guardare le mie figlie che intanto crescono azzuffandosi come vedono fare a noi sempre. Stiamo aprendo un ristorante in un paradiso e non mi va di essere io che faccio la figura della cattiva perché le prendo e me ne vado con loro trascinandole via dal padre che ormai adorano. Non vorrei neanche più svegliarmi la mattina . Se come ora sgridi le bimbe perché si picchiano X un giocattolo e glielo tolgo loro corrono urlando da papà e lui cosa fa ? Invece che dar ragione a me mi accusa che è colpa mia che ho un modo di merda e tutto questo davanti a loro così ne escono convinte che la madre è una merda . Aiuto non so dove sbattere la testa ho paura di ammalarmi seriamente non posso parlarne con nessuno i miei mi hanno chiuso i contatti proprio perché sto con lui e io cretina ero sicura si potesse far qualcosa di bello insieme. Ora sicuro non torno a piangere dai miei a dirgli avevate ragione piuttosto mi ammazzo. Scusate lo sfogo non ragiono più.

    • Mamma Mia, Mamma Mia.

      Non faccia l’errore di stare con un uomo violento. Lasci perdere il paradiso del ristorante, si crei un futuro senza di lui, le figlie capiranno.
      Poi ci lamentiamo sempre di questi uomini. Signora, lei ha tutta la mia comprensione, per cortesia lo faccia per se stessa.

    • Mi permetto il tu e mi permetto la schiettezza. Qui si è persa lucidità. Cos’è veramente importante?
      Le bambine non devono avere davanti questo spettacolo, è una violenza e un’ingiustizia che debbano subire questa situazione raccapricciante
      E’ millemila volte meglio tornare dai genitori (che se sono genitori decenti non staranno lì a sentenziare) o anche finire sotto un ponte piuttosto che rimanere in quella casa tossica. Altro che paradiso, quello è l’inferno.
      Non ti nascondere dietro le bambine e l’adorazione che hanno del padre, ovvio che se lui è più furbo e usa le tattiche giuste loro gli pendano dalle labbra ma questo è un motivo in più per scappare da un manipolatore.
      Non dare alle bambine il peso di decidere il vostro futuro, loro sono piccole e malleabili, sii tu decidere e decidi per il meglio ché la cosa giusta da fare già la sai. Salvati tu e salva loro, glielo devi.
      Nella vita non bisogna soffrire, è un dovere verso sé stessi cercare di stare al meglio.
      Ripeto la domanda di sopra: cos’è veramente importante? Star zitti e subire per non fare brutta figura? La brutta figura è subire.
      Ora c’è da ritornare lucidi e capire cos’è giusto fare: dare serenità ai propri figli, non rovinargli la vita, insegnargli che la paura si supera, insegnargli che dagli errori si impara non si perpetuano, dagli sbagli ci si rialza e si va avanti non si rimane lì a soffrire, che gli uomini violenti con la bocca e con le mani sono dei mostri da allontanare, che una donna vessata può rinascere appena si allontana da chi le fa del male.
      Stai a lì a fare cosa? Il salvabile da salvare non c’è più, stare lì fa male e basta.
      So che è difficile ma se per te adulta è difficile pensa a loro bambine: per loro sarà impossibile uscirne, cresceranno con valori tutti distorti. Siamo noi adulti che ci dobbiamo fare carico di comportarci bene, se il marito non lo fa, fallo tu. Dà a loro il buon esempio, dallo anche a te stessa. Vattene e inizia a vivere.

    • Io dico che puoi tornare dai genitori!
      Devi volerlo !metti da parte l.orgoglio ecc
      Questa è una brutta situazione ti ci devi togliere!ci sono due bambine! I tuoi devono capire! Sei la loro figlia non possono ignorarti

  6. Ciao a tutti ci sono momenti che stravedo per mia figlia altri invece non riesco vorrei uscire di casa e non tornare. I periodi in cui non vuole mangiare mi distruggono psicologicamente e fisicamente meno mangia lei e più magio io. Non c’è niente che le piace non so che farle mi sembra tutto inutile i suoi lamenti mi fanno innervosire perdo la lucidità sono una pessima madre

  7. Ciao, mio figlio ha 5 anni e mezzo, buono ma testardo, sordo, nel senso che se lo chiami le prime tre volte manco si gira; fa così anche con le maestre e il padre. Oggi lo hanno cacciato dalla lezione di ballo perché disturbava e mi son sentita una merda!!!. Alla sera diventa esasperante, testone e lentissimo quando voglio coricarlo ed ho ancora mille cose da sistemare. Mi irrita in modo assurdo e poi finisce male: urlo, gli dico cose cattive che penso in quel momento e gli do’ scappellotti sul sedere e in testa!poi naturalmente mi sento una nazista crudele e dopo che è a letto piango di rabbia per lui e per me che ho sbroccato…vorrei riuscire a non odiarlo così in quei momenti:-(

  8. Sono Mamma di due maschietti (28 e 9 mesi), nonostante l’immenso amore che provo per loro, sono completamente fuori di testa. Non lavoro da 3 anni, mi occupo di loro costantemente e non ho più un angolo di vita per me. Mi guardo allo specchio, sono un cesso, invecchiato, malcurato, detestabile. Ho un marito del quale non mi lamento sennonché non mi sento compresa, cerco di spiegare la mia stanchezza, l’insoddisfazione, la noia ma, sento solo risposte del tipo: mia madre ha cresciuto 3 figli, nella semi povertà, lavorando come un mulo e non si é mai lamentata…. Sto cercando uno straccio di lavoro per levarmi qualche or da casa ma, non trovo nemmeno le pulizie….. Sto di merda, non so quante parolacce mi escono dalla bocca ogni giorno, tra la rabbia e i sensi di colpa. A volte penso che avrei fatto meglio a restare una donna single, con il mio impiego, la mia libertà e pochi pensieri.

  9. Ciao a tutti, sono una mamma di un bambino di 4 anni single. Mi succede questo. Faccio tutto quello che posso, sono sempre.comprensiva e passo tanto tempo a giocare con lui. Solo che poi per una cazzata capita che mi arrabbio e urlo. Non lo offendo ma poi mi sento molto in colpa come se chissà quali traumi possa subire. Io non alzo le mani, e non lo metto in punizione. Forse sara capitato due volte. Ma sono ferma e do poche e chiare regole. Credo nel messaggio positivo dell educazione, ma quando faccio cosi mi odio da sola perche non riesco a controllarmi. Lui e un bambino sereno e la mia ira mi sembra esagerata. Come posso fare?

  10. Alle volte penso di odiarlo… so che odio è un sentimento molto forte e bruttissimo, ma non so come altro spiegare il mal di pancia che mi sale ogni volta che devo ripetere le stesse regole e gli stessi concetti più e più volte al giorno… lo so che non lo fa apposta… ha delle difficoltà di iperattività e quindi non riesce a regolarsi… lo so che devo amarlo… e lo amo… ma è cmq da sfinimento mentale

    • io non ho mal di pancia, ma mal di testa e sono così tesa che mi si è infiammato il tendine che fa aprire la bocca (di notte sono un fascio di nervi, come di giorno)…
      Non hanno diagnosticato a mio figlio iperattività, ma le maestre (ora è al secondo anno di scuola materna) hanno insinuato il dubbio che lo sia perché ascolta poco (si fa i fatti suoi) e usa gli oggetti con fantasia (pennarelli innestati uno sull’altro per farne spade)… sono sfinita anche io, non tanto di lui, quanto di tutti gli altri che stanno a pontificare, giudicare, citare metodi montessoriani, steineriani e dio-sa-cos’altro…

      Da lunedì a venerdì ogni mattina mezz’ora di pianti e lamenti perchè il padre è già uscito per andare al lavoro… Oggi gli ho detto che mi avrebbe fatto piacere ogni tanto vedere che si alza e mi sorride, mi dà il buongiorno, mi abbraccia… piuttosto che sia assonnato ma non così!
      Non mi sembra mai contento, neppure quando siamo tutti insieme e facciamo cose che gli piacciono…

      • Ciao mammolina ti capisco quando dici che nn ne puoi più dei giudizi degli altri che si sentono psicologi o psichiatri improvvisati!gia si fa fatica a capire da sole i nostri figli e ci si sente a volte impotenti e affranti ci mancano solo i giudizi e diagnosi da pseudi psicologi senza laurea e senza qualifica! Cavolo le maestre devono fare le maestre non esprimere giudizi da saccenti psicologi che rispetto a loro hanno anni di studio e una laurea!!!!capisco bene come ti senti….

      • Ancora ricordo con tristezza il mio periodo delle elementari quando, le maestre non facevano che ripetere le solite cose che hanno detto a te, a mia madre. Dalla descrizione ero come il tuo bimbo, armata di tanta fantasia e non compresa da chi mi stava intorno. Cmq io non avevo una famiglia presente anzi, molto egoista e disgregata, venivo sballottata qua e là. Non ero iperattiva, solo molto sensibile, cercavo di comunicare il mio mondo interiore ma nessuno lo capiva.

  11. Nn ne posso più ! Ora come lo lascio da mia madre si rifà tutto addosso….premetto che é abituato a stare con la nonna ma di punto in bianco sta regredendo… ora mi chiedo come faccio che fra pochi giorni inizia la materna??? Ancora stiamo così a tre anni e mezzo suonati ed é da tre mesi che nn ha più il pannolino.. ne ho parlato con la pediatra che esclude problemi fisici anke perché aveva imparato,allora ho chiesto se era il caso di parlare con uno psicologo ma lei dice che è presto ….allora come caaaavolo devo fare? Tra il lavoro è tutto quello che ho da fare mi sento veramente affranta nn riesco più a gestire nulla mi sento sola…. se vado avanti così vado in depressione ho già mille casini ora mi ci mancava pure questa specie di regressione proprio a ridosso dell inizio della scuola… qualcuno mi può dare un consiglio? Le ho provate tutte ma proprio tutte…. ormai sono arrivata al punto di aver paura di affrontare la giornata….

    • Ciao, non posso darti un consiglio, ma ti mando u n abbraccio dato che mi trovo proprio nella tua situazione… E mio figlio ha 5 anni! Le ho provate tutte: premi, punizioni, indifferenza, più attenzioni, predicozzi, dialogo, letto libri, tutto. E non è servito praticamente a niente. Magari le cose si sistemano per un paio di mesi e poi ci ricasca. Mi sono sentita una madre incapace tantissime volte, ho passato un sacco di tempo a tormentarmi chiedendomi dove avevo sbagliato, naturalmente circondata da mamme efficienti che in 15 giorni al massimo hanno risolto il problema e dispensano consigli… Con mia madre che mi diceva che “basta impegnarsi un po'”, come se fossi io che non mi davo abbastanza da fare… Certo perché a me piace pulire merda almeno una volta al giorno. Il pediatra assicura che non ci sono problemi, anche perché di notte la tiene benissimo. Vabbè comunque io alla fine mi sono più o meno rassegnata, non ho neanche più la forza per incazzarmi o tentare altri approcci. Gli dico che non si fa, gli levo la tv tutto il giorno giusto per principio, sospiro, lo lavo, lo cambio e morta lì. Mi dico che prima o poi passerà, non può andare avanti per sempre, no? Passerà, ne sono convinta! Ogni bambino ha il suo punto debole e il suo è quello… Ti sono vicina.

      • Mamma mia mi avete riportato alla mente tanti ricordi. Io vi dico solo una cosa perché ci sono passata e ho pensato spesso che fosse un’impresa al di sopra delle mie capacità: conoscete adulti che se la fanno sotto? No, eh 😉
        Davvero, non lo fanno con cattiveria, o per farvi un dispetto, semplicemente non sono pronti, fisicamente o psicologicamente, ed è per questo che le punizioni non funzionano, anzi non fanno che peggiorare la situazione aumentando lo stress. Su questo sito trovate moltissimi post con consigli pratici su questo argomento, provate a cercare “vasino” o “cacca” o “pannolino” nella funzione di ricerca (la lente) in alto a destra e ne troverete tantissimi. Coraggio!

        • Grazie tantissimo fra e serena della risposta… nn sapete quanto mi fate sentire meno sola… anke io sono circondata da mamme che sono riuscite in poche settimane se nn pochi giorni… e siccome sto anke passando un periodo dove sono anke un po’ depressa (anke per altri motivi)la sto prendendo veramente male… pensando che sono io incapace di insegnare tutto ciò … quindi grazie di cuore….amo questo sito…

          • Eccomi qua anche io, circondata da “ci ho messo un paio di giorni” e io che sto impazzendo da mesi …appena vedo un piccolo progresso poi si torna indietro. Anche io spesso penso di aver sbagliato tutto…sono con voi! Maledetto spannolinamento e terribile twos!!!!

  12. Dio non sono l’unica allora… Il mio bimbo ha 7mesi lo amo infinitamente , è tutto per me e stargli lontano anche qualche ora,mi fa star male. La notte non si dorme mai, prima le coliche,poi i dentini ora la febbre e tutto il resto… Dorme pochissimo anche il giorno e io sono stremata…poi sbrocco urlo e bestemmio come uno scaricatore di porto!Sono 7mesi che ho sensi di colpa nei suoi confronti . questo anche grazie al mio compagno che mi dice che sono matta, lamentosa, etc… Mi dice, perché non ricominci a lavorare? Almeno ti svaghi? Gli svaghi sono altri, che cazzo mi svago che torno più stanca??? Mi sento sempre una mamma di merda per quanto mi sforzi di stare tranquilla al suoi pianto continuo sudo freddo e mi bolle il cervello…mi sento una pentola a pressione Che scoppierà da un momento all altro. 🙁 …poi lo guardo cn quel suo faccino e occhietti blu e vai …faccio schifo

    • Sto piangendo mentre leggo….vorrei scriverti tante cose cara, ma non ho l’energia. ..so che mi capisci..il mio amore ha ormai 2 anni ma è durissima…24h su 24 e marito praticamente assente nella vita domestica. .e oltre ad essere una pessima mamma andrò pure all’inferno se esiste..a 40 anni ho iniziati a bestemmie pure io?a volte vorrei essere morta. Auguri tesoro, di cuore!

  13. Sono una mamma di una bambino di 6 anni.
    Tra pochi giorni inizia la prima elementare. E purtroppo ci sono giorni che non lo sopporto.
    Gli abbiamo dato regole da rispettare.. fino a poco tempo fa le rispettava, poi ha inziatoma fregarsene. È un anno all in circa che in salita più. Se usciamo e incontriamo qualcuno Non saluta fa L antipatico le brutte faccio e io mi vergogno. E dico cavolo io L educazione io rispetto gliel ho insegnato. Ma da un po’ di mesi a questa parte a iniziato a comportarsi male. Mi fa sempre arrabbiare. Si comporta sempre male. Non ubbidisce, fa capricci piange e sono stufa che le persone del palazzo sentano sempre me gridare con lui. Sono esasperata davvero. Ho tanta paura che ora inizia le elementari e continui a comportarsi così, Zero educazione e gentilezza neanche un semplice ciao.. sono abbattuta, triste e mi chiedo cosa ho sbagliato, perché mi merito questi comportamenti. E penso che Lui e L unico bambino a comportarsi così. E mi vergogno mi sento tanto male. Che mi verrebbe da prendermene e andarmene alla
    Volte. E mi dico sono io forse a sbagliare tutto… poi magari con i nonni si comporta benissimo ma non saluta se escono… sono esasperata non so più dove sbattere la testa ora ha iniziato a fare i capricci per la scuola e per i compiti ancora prima della inizio… non so più che fare.

    • Io sono un papà di due maschi 3 e 6 anni fra poco inizieranno le scuole per quanto loro temono le mie sculacciate niente non mi ascoltano stiamo acquistando una casa e tra banche vaccini inizio delle scuole non ne posso più sto diventando matto è mi sento solo… quindi ti capisco e speriamo che sia solo un momento

      • Eh Marco, diciamo che è ben noto che le sculacciate non portano mai a nulla di buono. Semplicemente non funzionano. Spero tu riesca a trovare un po’ di equilibrio al più presto, per quanto capisco quanto può essere dura in un momento difficile, tra acquisto casa e tutto il resto.

    • Ti mando un abbraccio fortissimo… Non 6 sola… io ne ho uno di 9 anni con cui combatto x le stesse cose tutti i giorni! Non stai sbagliando, insisti!

  14. Non è giusto…mio marito è un cretino! Io sto con mia figlia 24h, risvegli notturni inclusi, e smanie e nervosismi vari diurni. Dalle nove di sera è una lottaperche è incazzosa, se nn dorme il pome soprattutto, e sta sempre attaccata a me e alla tetta.
    Stasera ho gente a cena, vorrei passare una serata serena ma mia figlia non ha dormito per nulla. So gia che stasera, alle 9, sarà nervosissima.
    Quindi io sbaglio lo so, ma ho sbroccato gridando che sono stanca e vorrei passare una serata normale. Apriti cielo. Mio marito “sempre la solita pazza esagerata sei. Che ti ha fatto la bimba ora? Pazienza, se stasera vuole dormire la metti a dormire” e io”guarda che quando è così diventa ingestibile, anche se la metto a letto si sveglierà spesso perché è nervosa” lui “eh vabbe pazienza”…pazienza? Ma Dio santo avrò diritto a passarmi una serata da adulti per una volta? A desiderare una sera da passare con amici in cui non devo stare sempre dietro a lei? Ma soprattutto potrò avere un cazzo di momento di sconforto senza essere giudicata da quel cretino di mio marito che con la figlia ci sta scarsa un’ora al giorno?non è giusto fammi sentire una merda, io cerco di fare del mio meglio ma ci sta che ogni tanto sono stanca e vorrei fare una cena tranquilla. Anche perché quando ceniamo con amici lui non se ne occupa mai di lei sono sempre io a starle dietro. Non posso mai avere un momento di sbattimento, di sconforto, di stanchezza, devo sempre mantenere un alto profilo di mamma dell’anno secondo lui

    • Carissima, non.potendo abbracciarti realmente ti mando un abbraccio virtuale..che dire?gli uomini sanno essere delle vere piaghe purtroppo..sarebbe interessante fare uno scambio di ruoli per una settimana,secondo me ne escono morti

    • Parliamo di quando la gente che dovrebbe capirci /aiutarci invece che farlo, ci vede stanche e strassate e co dice “devi fare sport!!!!”. Parliamone….sport QUANDO e con che energie?????

    • Idem. Con me vive un compagno modello x 3 anni che dopo due settimane dal matrimonio è magicamente diventato un troglodita del cazzo. Credo che la pagheranno sai. Non x vendetta, ma se la saranno cercAta. E ancora daranno la colpa a noi. Ma i figli crescono grazie a dio. E il tempo passa.
      Aspetto solo quel giorno.

  15. Menomale che esiste questo spazio…dire la verità su quello che si prova… ci sono giorni che nn sopporto mio figlio e pare che nn riesca mai ad essere fiera di lui ma quando riuscirò ad avere un po’ di soddisfazione nei suoi confronti?….sono più i giorni che ho il pensiero di passare la giornata con lui che quelli di essere felice di passarceli!!mi sta venendo il panico…..

LASCIA UN COMMENTO