genitorisbroccano

genitorisbroccano è lo spazio da usare quando senti di avere solo voglia di urlare.
Quando non ne puoi più.
Quando senti che le tue qualità di mamma o papà paziente stanno venendo meno.
Quando tutti i tuoi buoni propositi sono miseramente crollati davanti all’incomprensibile ostinazione dei tuoi figli.
Quando hai mandato a farsi benedire tutte le tue più radicate convinzioni circa l’allenamento emotivo e l’empatia.
Quando sei riuscito a mettere tuo figlio in punizione già 3 volte da quando si è svegliato, e sono appena le 8.30 del mattino.
Quando hai ormai raggiunto la definitiva convinzione che sei una pessimamma o un papàpessimo.

Questa è una stanza insonorizzata: fuori da qui non sentono nulla. Ti leggeranno solo altri genitori solidali che sanno benissimo come ti senti.
Qui è vietato dare consigli (soprattutto quelli buoni).
Qui è vietato trovare soluzioni.
Qui è vietato citare “metodi”.
Qui è vietato fare i saputelli!
I commenti autorizzati sono solo le pacche sulle spalle: sarà nostra cura rimuovere ogni altro tipo di commento.

Da questo momento potete urlare! Nulla è inconfessabile per genitorisbroccano!

PS: Se invece hai bisogno di consigli, cerca un articolo nel resto del sito che faccia il caso tuo, e posta un commento lì : genitoricrescono.com

3399 COMMENTI

  1. Mio figlio è un bravo bambino di 4 anni. Ma è testardo e a volte non ascolta. Questa sera dovevamo passare una bella serata in pizzeria solo noi 3, ma non ci siamo nemmeno arrivati alla pizza. Ha iniziato a dire che gli faceva male la pancia, che doveva fare la cacca (di nuovo!) e per sedersi in bagno e fare come diceva lui si è bagnato tutto. Senza nemmeno farla la cacca, alla fine. Morale: abbiamo pagato e siamo andati via. Nel locale ha iniziato più che a piangere a sgridare noi perché non voleva andarsene e noi genitori brutti e cattivi non lo stavamo ascoltando e lì ho perso la pazienza. Ma la cosa peggiore è che mi sono vista da fuori e ho visto non solo gli sguardi di disapprovazione di tutti, ma soprattutto la madre che mai vorrei essere. In macchina gli ho detto che era un bambino cattivo ed è finito a letto senza cena. Apoteosi della cattiva madre. La verità è che mi sono sentita umiliata e di fatto mi sono solo vendicata con tutta la cattiveria possibile. Perché non ho potuto dimostrare quanto fosse educato il mio bambino che invece se l’era fatta addosso, perché volevo una serata perfetta a tre ed è stato un disastro (per una cazzata), perché odio il fatto che non ascolta, dimenticando che è solo un bambino e che sta imparando a vivere. Mi dico che non devo renderlo un tiranno e che la severità è più che giusta. Ma la verità è che sono stata solo una stronza e mi odio per questo. Fanculo, quanto è difficile essere madri.

    • Cara ele hai detto una cosa giustissima…a quell’ età stanno imparando a stare al mondo..a vivere..
      Io ti capisco sai..prima uscivamo anche noi con tutti…ora no…è dura…i pianti …le liti…gli occhi puntati.. .tutto scoraggia e crea frustrazione
      Anche il mio secondo di solito è bravo e mangia sempre tutto ma ultimamente si comporta malissimo…in più da piangere gli altri due…

  2. Per DDD
    Non mi ci sono messa in una situazione così incasinata. Si crea e basta. I bambini crescono e cambiano ma in meglio o in peggio non lo possiamo sapere.
    Ovvio è che ( come in tutti i campi e in tutte le cose ) si fanno dei paragoni…questo per spiegare che penso a chi a figli disabili non per tirarmi su il morale ma perché a volte mi ritrovo a lamentarmi per stupidate e poi mi fermo a pensare ” che vergogna! Di cosa mi lamento ?”Èsolo una questione di “vergogna” che provo in quei momenti di lamento continuo , quando le fatiche vere sono altre!
    Parlo per me…della società non mi interessa nulla! Anzi , se me lo avesse permesso ne avrei fatti altri! Se stiamo a guardare il mondo che ci circonda e di come funziona nessuno più avrebbe dovuto procreare a quest o punto.
    Non ho fatto figli per dovere ma perché sentivo di non poterne fare a meno
    Oggi li guardo e mi ci perdo….

  3. Ciao mamme
    Credo di avere un grosso problema di gestione dei miei figli…
    Hanno 4/3/ a fine anno 2 anni
    In ordine sono due maschi e l.ultima femmina
    Ecco in breve…il primo non mi da grandi problemi di gestione ..basta dirgli le cose e seppur con capricci piccoli ..obbedisce
    Ma gli ultimi dueeeeeee…mannaggia a quando li ho fatti!! Stesso carattere e tu guarda sono proprio loro che ho per tutta mattina prima di lasciarli al nido per poter lavorare
    L ultima è ancora tetta/dipendente..sempre in cerca della mamma..non mi molla mai…
    Il.secondo è la disobbedienza fatta a persona! Scenate da vergognarmi…urla…sputa ( o per lo meno ci prova …da quando lo ha visto fare al nido)… picchia e picchia forte!grida …risponde a me e suo padre…non ha pazienza..se ti chiede o ti chiama guai a non rispondere subito! Nei negozi mi scappa via…si nasconde . .stuzzica tutti e ultimamente vuole solo suo papà! Se lui la notte si alza anche il bambino lo.sente e piange qualsiasi ora sia! Se lo sgrido lui non sta in castigo mai! Mi sfida! Mi risponde! Non so più come fare!
    Oggi ne ha prese tante sul culetto ( ero al limite! Pianti da ieri in pratica) Che ho rotto dei capillari sul.palmo della mia mano! È blu talmente la ha prese!
    Ma io non voglio ridurmi così! Ci sarà un modo per prenderlo i insegnargli bene!?

    • Lara io sto nella tua stessa condizione! Nn so come fare … Parto con le buone… Niente .. Allora alzo la voce….niente… Parte la sculacciata e mi ride in faccia… Ci sono giorni come quello di ieri…che veramente penso che nn lo sopporto e chi me lo ha fatto fare!brutto dirlo ma è vero nn lo sopporto … Confido nella crescita… Nn so dove sbaglio ma penso che lui sia proprio così nn c’è nulla da fare anke all asilo le maestre a volte si sono lamentate chiamandomi ai colloqui almeno due volte nel giro di poche settimane…. Ora ha tre anni e per certi aspetti è peggio di prima… Sono stufa stanca e devo fare tutto da sola a parte la santa di mia madre che quando può mi aiuta… L unico momento che mi godo è la mattina presto…

      • Cara vanca mi consolo!
        Io davvero sento come se mi stessero sfuggendo dalle mani…come se stessi sbagliando tutto…
        Chiederò sicuramente un colloquio con la psicologa del nido anche Se, le maestre raramente si lamentano e non per cose gravi! Al nido fortunatamente sono “bravi” forse perché fanno attività che li stimolano o li impegnano mentalmente…qui a casa il tuo è mio e il mio è sempre mio!
        Paradossalmente ora è il maggiore che mi dà problemi alla materna! A casa subisce e a scuola sfoga (a detta della maestra forse perché scarica quello che riceve dal fratello a casa ) lo fa anche coi più grandi ora!
        Mi veniva da piangere due settimane fa! Poi parli…e dietro hai genitori e nonni che sentono.. .sicuramente inquadrano il bambino e poi chissà quante se ne diranno tra loro se succede qualcosa!
        Siccome il nostro è un paesino sicuramente sarò vista come la mamma disperata che fatti 3troppo vicini e non riesce a gestirli…e non come la mamma che si fa il ” culo” tutti i santi giorni uscendo con tutti e tre tutte le mattine per portare il primo all’ asilo e fare con gli altri due tutte le commissioni senza poter bere un caffè in santa pace!! Vedono solo quello che fa comodo !
        È vero…sono tre…sono vicini…ma coi figli va anche a fortuna! Il mio secondo già prima dell’ anno di età al nido andava a tirare il ceffone a chi faceva piangere il fratello! Le maestre mi hanno sempre detto che è un lato positivo ma che con la crescita può essere anche negativo…difatti crescendo diventa non più uno schiaffetto ma un vero ceffone ( già successo che ha mandato in ps il fratello con un ceffone preso male e nell’ occhio!)…è verissimo che va rimproverato e castigato…ma è anche vero che nonostante punizioni, sculacciate e quant’altro spesso nulla funziona proprio perché è un carattere molto forte e impositivo! In castigo non ci rimane! Lo sgrifo mi dice monella!Lo sculacci e va avanti cmq…Quindi ripeto…ci saranno genitori con lo.stesso problema sicuramente ma che se puniscono i figli fortunatamente ascoltano e capiscono perché hanno appunto un carattere più sottomissivo ..
        Io purtroppo non so cosa fare più di quello che già faccio .. .e ultimamente come te ripeto a mio marito che se avevamo solo il primo ad oggi era una pacchia! Saremmo stati più tranquilli tutti e avremmo fatto molte più cose assieme …come dici tu ..e’ brutto da dire ma arrivi a pensarlo solo quando si è esasperati! Poi è ovvio che mi pento nel momento in cui lo dico e penso di essere un ingrata visto tutte le famiglie che esistono con bambini sfortunati e che chissà quanto invece questi genitori darebbero per poter rimproverare i loro figli anziché doverli assistere
        Sta di fatto che ognuno lotta con i propri problemi e ognuno non è meno importante dell’ altro..meritiamo tutti aiuto.
        Sui colloqui…bah…anche qui.. ok .. ti chiamano e richiamano…ma caspita che ti aiutino a trovare una soluzione!
        Il mio maggiore picchia e lo fa di solito fuori in cortile dove pensa di farla franca ..pizzica…probabilmente mette le mani al collo…fa tutte cose da stizzito…in realtà a volte credo che non faccia così male..ma giustamente gli altri bambini piangono e corrono dalla maestra …magari lui reagisce a qualcosa e anziché andare dalla maestra a piangere si difende da solo.. .sotto consiglio della maestra adesso fanno tutti Psicomotricita’ il sabato mattina ma secondo me serve poco…sfianca più noi…
        sto togliendo film violenti coi loro super eroi preferiti( tipo ironman ecc)sempre sotto consiglio dell’ insegnante ..cerco di correggerlo…vedremo…
        La strada è lunga caspita
        …e quando faranno l adolescenza tutti assieme?? Ommioddio!

        • Con tutto il dovuto rispetto, leggere queste dichiarazioni fa perdere totalmente la voglia di avere figli.
          Ovviamente ci sono famiglie piu’ o meno serene, ogni situazione e’ diversa. Questo e’ un luogo di sfogo, ugualmente serve a riflettere a chi come non ha figli e cosa potrebbe andare in contro (anche peggio di storie come questa, alla fine i bambini della signora sono sani)
          parlo solo per me, che nessuno si senta offeso. Vi ammiro per la tenacia e dedizione, ma continuo ad adorare la mia vita tranquilla cosi come e’.
          buona pasqua
          grazie

          • Ciao Teresa
            E’ proprio per questo che è stato creato un luogo solo per chi è già genitore… per non condizionare la vita di chi ancora non ha ancora figli.
            Qui ci si sfoga ma penso che tutti, tornando indietro, vorremmo comunque tenere la nostra vita di ora..senza figli non si è completo fino in fondo dopotutto.
            Sappiamo tutti che la famiglia” mulino bianco”Non esiste ma è ovvio anche che nessun genitore , per quanto bravissimo possa essere, è mai pienamente preparato ad affrontare tutti i repentini cambiamenti dei propri figli
            Siamo tutti consapevoli di essere strafortunati ad avere figli sani e preghiamo che rimangano tali…ma come gia dicevo sopra anche noi genitori fortunati abbiamo bisogno di sfogo, aiuto, conforto e confronto proprio per ricordarci che niente è perduto…che tutto passa …
            Il nostro problema è che non ricordiamo come eravamo noi da piccolo e che viviamo in una società molto diversa dai tempi dei nostri nonni ad esempio…ora si va in panico subito per tutto, si ha sempre fretta, si è obbligati a lavorare e tutto ciò si ripercuote sui nostri figli.
            Nonostante questo, viva la vita e viva i figli perché, Anche se a piccole dosi danno gioie o soddisfazioni…questi servono a scaldarci il cuore e a farci sorridere sempre ogni giorno da che vengono al mondo.

          • Cara Teresa,
            Anche io adoravo la mia vita pre-R.
            Nonostante ciò, non tornerei mai indietro.
            Forse questo è il grande mistero legato all’essere genitore: la tua vita diventa improvvisamente più faticosa e incasinata, ma lo rifaresti mille volte…anche se in certi momenti vorresti un telecomando per spegnere il pargolo urlante, anche solo per un po’:))
            Goditi la tua vita e in bocca al lupo per tutto, sia che tu decida di buttarti in quest’avventura sia che tu preferisca restare dove sei adesso.
            Giulia

          • Per Lara. Mi dispiace che pensi che senza figli non si sia completi. Mi dispiace che per sentirti completa ti sia messa in questa situazione alquanto tremenda sentendoti meglio solo se pensi a chi ha figli malati, giustificando queste difficoltà giornaliere col fatto che sporadicamente ti diano soddisfazioni. Sembra tutto un dovere: si Devono fare figli, i figli Devono dare soddisfazioni, ci si Deve comportare bene se no il paese chissà che pensa, la vita Deve essere faticosa se no non ha senso, ecc. ecc.

        • Buongiorno,

          Grazie delle risposte. Nel mio caso specifico, sono ancora abbastanza giovane tanto da avere svariati anni in “attesa” per intenderci, ed eventualmente cambiare idea. Mi da’ anche fastidio menzionare l’eta’ come variabile, in quanto con le tecniche scientifiche a nostra disposizione, si puo’ anche pensare di congelare l’ovulo per tempi futuri.
          Rispondo a Lara che (sempre nel mio caso specifico) avrei tutte le condizioni necessarie per accogliere l’arrivo di una vita, non siamo costretti a lavorare (no, non siamo mantenuti) e possiamo vivere tranquillamente (almeno fino ad ora)
          Credo che i figli siano un completamento della vita, non una variabile necessaria. So (ma parlo sempre di me) che vivro’ bene senza e con.
          Certo che quando leggo questa pagina (lo faccio perche’ ho il tempo a disposizione e per curiosita’ anche non perche’ cerchi figli, anzi) mi chiedo cosa farei io in determinate situazioni, e penso che tutto sia superabile onestamente.
          Sono d’accordo con DDD in parte, sembra che avere figli sia quasi super imposto dall’alto. Ma e’ la nostra societa’ purtroppo.

    • Cara Lara (e Vanca), lasciando perdere le voci sull’eterna diatriba figli si o figli no che mi paiono sterili in questa occasione, ti dirò che non c’è nulla di anormale o sbagliato nella tua situazione, e che magari puoi provare a leggere qualcosa sul bambino “oppositivo”, mi pare che l’aspetto di completa strafottenza lo caratterizzi in pieno. Ti posso anche assicurare che le sculacciate nel tuo caso non fanno altro che peggiorare la situazione, ma te ne sarai accorta anche tu. Quindi, dai, coraggio, se po ffa, basta non prenderla sul personale, e cercare strategie di sopravvivenza ai (propri) nervi. Un abbraccio.

      • Grazie mille supermamma! Andrò senz’altro a leggere!
        Si mi sono accorta che non servono proprio a nulla le sculacciate!anzi peggiorano!
        La mia sola paura è che non riesca a gestirli al meglio e che vengano su tipo “delinquenti” tutto.qua…
        Per rispondere ai commenti sopra dico ..dato che esiste questa pagina di sfogo io…mi SFOGO!
        D’altronde sono genitore 3 figli li ho e necessito ( come noi tutte) di poter “sbroccare” perché esausta
        Nonostante ciò tornando indietro avrei rifatto tutto
        Senza figli ( io personalmente ) avrei vissuto male…ma questo non lo so si può capire finché non si accende quella campanella che ti ci fa pensare ogni momento…quante amiche conosciamo che si torturato l anima pur di averne uno e non perché imposto dalla società ma perché (ripeto) ti scatta quella cosa dentro che ti tormenta finché non arriva anche a te.ma finché non scatta non pretendo che si possa capire quello che si prova.

        • Ciao Teresa,
          Ultimamente sto leggendo un libro che mi ha fatto capire tante cose e più che altro mi ha fatto sentire meglio per tutte quelle volte che mi sono trovata in situazioni da “sclero” con i miei figli.
          “La rabbia delle mamme” di Alba Marcoli.

          Da più di venticinque anni Alba Marcoli conduce gruppi di lavoro con genitori ed educatori. Dall’esperienza di uno dei gruppi più longevi, attivo per oltre un decennio, nasce La rabbia delle mamme , un libro che affronta finalmente il grande tabù della maternità: non sempre tutto è rose e fiori.
          Secondo me dovrebbe leggerlo anche chi non ha figli.

  4. Oggi è una di quelle giornate in cui non va bene NIENTE.
    i chili in più che non se ne vogliono andare, la pancia sporgente, i vestiti che non mi entrano, il ciclo che sta arrivando e mi fa vedere tutto nero, i gatti che litigano e fanno casino e disturbano il pupo che si è finalmente addormentato, il voler fare un milione di cose e non riuscire a fare niente, il dover sempre dipendere da qualcun altro per fare qualcosa di diverso dall’allatta-ruttino-cambia-ninna-porta a spasso con conseguente sensazione di essere agli arresti domiciliari, mia madre che ‘hai fatto X e perché non hai fatto Y, lo hai vestito di rosso anziché di blu, è scoperto, è sudato, ha mangiato troppo’..insomma per ogni cosa che faccio avrei dovuto fare il contrario, il weekend fuori porta saltato perché la zia rompicoglioni ha pensato bene di venirci a trovare senza preavviso, il marito che appena piange lo ingozza con il biberon perché per lui ogni pianto è per fame e a volte pure lui sembra che aspetti che io gli dica cosa fare per poter fare l’esatto contrario ‘ma ti vedo angosciata, non potresti essere più spensierata?’ (Si certo, perché non ci ho pensato prima, adesso mi metto a spazzare casa canticchiando così passa tutto, Cenerentola e topini scansateve), il fatto che ho timidamente accennato a prendere una baby sitter per qualche ora ‘ma a cosa ti serve? Ci siamo noi se vuoi prenderti qualche ora libera ‘ (però poi i turni del marito cambiano, mia mamma decide che vuole uscire con le amiche e quella che deve continuamente cambiare programma per adeguarsi agli altri sono io), il pensiero che questa situazione durerà ANNI e che comunque quello che farò io sara sempre sbagliato, per tutti.
    Oh, lo posso dire?
    MA ANNATEVELA A PIJÀ NDER SECCHIO!!!

    • Cara Giulia da come scrivi penso che il tuo piccolo abbia pochi mesi e che sia il primogenito..da ciò posso dedurre che sei solo molto affaticata perché mamme si diventa pian piano…ti è tutto nuovo e non parlo solo di dinamiche quotidiane ma soprattutto entrano in gioco molto sentimenti nuovi e contrastanti…aggravati da stanchezza e da un fisico che si deve ancora riprendere
      Come ho già scritto io ne ho tre fatti in tre anni ..col primo ero ingrassata di 24 kg…credimi …ero sicca sicca prima! Ora…ho gambe rovinate a causa di un varicocele pelvico che oltre a causarmi dolori mi ha procurato ingrossamento delle vene .. . Rottura dei capillari e smagliature pure sugli stinchi e polpacci da quanto le vene si sono ingrossate e per tre anni consecutivi! Ora ho gambe a macchie in pratica e mi mettono a disagio se le mostro .. .
      Parliamo della panza? Ebbene…smagliature…ma ce’ di peggio quindi sono ancora accettabili…ma ho una pelle non elastica quindi pur avendo qualche kg in più mi rendo conto che anche se fossi secca come una volta farei schifo perché li sicuramente rimarrà cascante ..molliccia è smagliata .. .
      Il seno…rimarrà a orecchie di kocker…
      E ancora non entro nemmeno io nei vecchi vestiti.. .sono una taglia 44 ok…ma con rotondità che non mi si addicono.
      Per quanto riguarda la gestione dei tuoi spazi fai bene a sentire una sitter! Se stai bene con te stessa stai bene anche con gli altri quindi …decidi senza chiamare in causa nessuno!

      • Cara Lara, grazie per avermi risposto.
        Sono sicura che non sei affatto un mostro come ti descrivi.
        Come ben sappiamo, questo non è posto per dare consigli, per chi ti faccio solo un enorme in bocca al lupo. Sono sicura che troverai il modo di gestire le tue tre pesti e di migliorare il rapporto con il tuo compagno, che a quanto sembra è in questo momento molto conflittuale. Se posso permettermi, ti dico solo che secondo me, come tu mi hai consigliato, trovare qualche piccolo spazio solo per te anche se è difficile potrebbe aiutarti a respirare e a essere meno esasperata dai tuoi figli.
        Coraggio, non arrenderti!
        Giulia

        • Grazie Giulia
          In effetti ci sto provando a prendere degli spazi ma caspita se è dura!
          Per ora mi accontento di poter leggervi e rispondere qui mentre tutti dormono
          Un in bocca al.lupo anche a te cara
          Sicuramente avremo modo di vedere come e dove andremo a finire e speriamo sia solo in meglio, che ce lo meritiamo !

    • Cara Giulia quanto è vero quello che dici! Mi sembra di rivivere quello che ho passato io i primi mesi….stesso identica prassi… Ma poi ti dico che passa… Certo io ora che ha tre anni sto passando altre fasi faticose ma è perché mio figlio é faticoso può darsi che invece per te sarà meglio… Comunque nn sentirti sola siamo tantissime ad aver lo stesso stato d’animo come il tuo nn sentirti sbagliata… Un bacio e facciamoci forza

  5. Non ce la faccio più….ho tre figli l grande cinque anni il secondo tre il terzo uno, voluti desiderati tutti, eppure credetemi sono, stremata… dopo notti insonni dove si dorme massimo tre ore di fila perche i due ultimi non lasciano tregua tra poppate continue, incubi e dammi la mano mamma e girati dal mio lato mamma, e ho sete e devo fare pipi, alle sette quando va benebene sono gia attivi….io ormai pur avendo 34 anni mi sento una 70 enne la schiena che mi abbandona un giorno si l altro pure , occhiaie torcicollo. Poi scendi na colazione in allegria?! Macche grida pianti e il latte no e la merendina no e poi il latte e poi lo yogurt….i primi due allgiorni asilo e l ultimo a casa sempre appresso a sta mennasera…e poi tornano e hanno fame tu manco in tempo a pranzare e giu capricci chi ha sonno chi ha sete chi ha fame…e arriva la sera non si va a letto prima dell una e la favola e l acqua e la pipì e facciamo le tarantelle acqua e dormite e dormitenon e, dormite!!!!!!! Ma che hanno sti figli, miei che non dormono che ogni cosa diventa una lamentazione che non gli sta mai bene nulla….e io mi sento allo stremo con un biglietto per Panama nel cassetto…solo andata!!!!!!

    • Gi…eccomi! Anch’io tre tutti vicini e anch’io coi tuoi stessi problemi!
      Notti insonni ormai da che è nata l ultima ..quindi da 19 mesi…mai dormito più di tre ore continuative!l ultima è sempre attaccata a me o alla tetta!il secondo la notte o di giorno vuole la mano da accarezzare.. .oppure l acqua…o guai se papà si alza la notte o porta giù il cane di giorno o se esce senza salutare…! Diventa una iena! Il primo è nella sua beatitudine ..capriccia solo coi nonni perché sa che le ha vinte
      Le mie orecchie sono davvero stufe ultimamente e sono stanca di ripetermi urlando!
      Riposo solo al lavoro!

  6. Ciao a tutti. Questo blog fa per me: negli ultimi giorni ho completamente SBROCCATO.
    Ho due figlio, il grande di 8 anni che apparentemente è un buon bimbo (in realtà lo è, nel senso che non è manesco con i compagni, è un amico leale ed è dolce con la sorella), ultimamente mi fa diventare matta, non ha voglia di fare i compiti, a scuola si distrae perché gioca, mi raggira per spuntare regali e soprattutto fa finta di ascoltare quello che gli dico, ma poi come niente…va avanti facendo le stesse marachelle tutti i giorni, nonostante prometta di migliorare….allora da qualche giorno ho davvero perso le staffe gli ho urlato in faccia più volte la mia arrabbiatura , gli ho buttato nel cassonetto i giochi preferiti. Il risultato è stata una chiusura ermetica e tristezza. E che io mi sento un sacco in colpa perchè non so se ho intrapreso un percorso completamente errato di urli e punizioni. Ovviamente dato che mio marito lavora all’estero e torna un week end a mese non posso che addebitare a me stessa la mia incapacità di educazione. Vorrei tornare ai periodi del nido quando era un bimbo docile e simpatico….che stanchezza.

    • Anch’io!!! Anche il mio 8 anni, cerca sembra un’occasione per scatenare una battaglia, ogni scusa è buona essere essere insopportabile, quando non ha nessun motivo per lagnarsi, parte con la tiritera “tu non mi vuoi bene, anzi sono io che non ti voglio bene”, apposta per farmi innervosire.
      Fare i compiti è causa di esaurimento nervoso: litigi, minacce, sembra quasi sia colpa mia che a scuola gli danno da fare i compiti!
      Anch’io sbrocco, urlo che sembro una pazza e a volte sbatto i libri sul tavolo solo per non darglieli in testa. Ammetto ogni tanto mi scappa anche una parolaccia. Poi vado a fumare una sigaretta sul balcone e mi assalgono i sensi di colpa.
      Ma perchè? Lavoro tutto il giorno e mi capicollo sul motorino per arrivare a casa anche 3 minuti prima per stare con lui, e ogni sera diventa un incubo. Ma come posso fare?

    • Mammamiriam…ti dai tutta la colpa perché sei presente solo tu…ma mi chiedo.. Non è che l.assenza del papà sia la vera causa?
      Non dico che ne ha colpa tuo marito! Il Lavoro è lavoro e ci mancherebbe…ma probabilmente a tuo figlio manca o.pesa l assenza del papà…sai…andando a scuola sentirà i compagni parlare dei genitori o altro…
      Non dico che ho ragione ma potrebbe essere un fattore scatenante di cui lui nemmeno si rende conto

  7. Qualcuno mi deve spiegare se e’ normale o se siamo sul patologico! Mia figlia di 23 mesi appena mi avvicino ai fornelli inizia a piangere con i lacrimoni urlando…..vuole essere presa in braccio a tutti i costi e non c’è verso di spiegarle che la mamma sta solo cucinando la pappa per lei e per tutti. Io non so piu’ che pensare…eppure sto tutti i pomeriggi con lei a giocare…solo 2gg a settimana torno piu’ tardi da lavoro cioe’ alle 18.30.Purtroppo per lavoro ci siamo trasferiti con la nonna da settembre e il papa’ e’ rimasto giu’ ..viene una volta al mese. A me sembra che da quando e’ ripartito il papa’ 10gg fa si sia attaccata di piu’ a me e a ripreso ad attacarsi alle mie gambe mentre cucino. Lo faceva mesi fa ma poi aveva smesso…ora siamo regrediti. Io mi sento frustrata credetemi…non posso fare nulla …e se mi vede la mattina andare a lavoro ..urla altrettanto pure se la nonna cerca di consolarla. Vi risparmio i regressi in fase notturna…con pianto mentre dorme…

    • Roxy
      Il mio secondo è così col suo papà
      Lo vede un oretta al mattino e una la sera perché dopo cena lui scende col cane per il caffè e noi siamo su …li preparo…andiamo a letto ma lui piange perché vuole il papà…vorrebbe fare tutto con lui o tutto quello che fa lui! La mia ultima invece ha 19 mesi e non mi molla! È una tortura!

  8. Siamo arrivati a tre anni e 1 mese…. pensavo fosse la soglia dove poi si calmava ma… siamo tornati indietro… nn si regge nn vuole quello nn vuole quell altro ,ogni cosa un problema,sul mangiare sul vestire nn vuole togliere pannolino nn vuole più stare con la nonna nn vuole stare a casa lancia tutto …. ora siamo nella fase di un anno fa… ma come é possibile? Si fa un passo avanti e tanti indietro e io nn ci capisco più niente… eppure sono già due anni che va al asilo cerchiamo di dargli delle regole per quanto é possibile nn lo viziamo ci gioco cerco sempre di dedicargli il tempo che posso(perché lavoro tutto il giorno)e anke quando sono stanchissima cerco di fare del mio meglio ma niente…. a volte strillo talmente arrabbiata che mi metto paura da sola…. forse mia incapacità….allora mi domando perché? Tanti perché mi vengono in mente e mi viene l angoscia nn riesco più a farmi una risata e a prendere le cose un po’ più con leggerezza tutto é così pesante…. anke la domenica mi sveglio presto per stare un po’ da sola in silenzio senza sentire i suoi capricci!

    • VANCA ti capisco alla perfezione, vivo lo stasso con la mia. E’ così: fasi alterne, sembra passare il momento cirtico ma poi ricomincia, o in maniera “diversa” o tornando proprio nelle dinamiche di prima (“regressioni”). Io credo che siano le dinamiche di crescita, purtroppo faticosissime. Però tieni duro perchè so per certo che intorno ai tre anni fanno parcchi miglioramenti: dai che si siete!

    • Anch’io cerco di svegliarmi prima ma caspita…come mi alzo aprono gli occhi! Chiedo solo di bermi un caffe’ Santo cielo!Non capisco come facciamo a capire che mi alzo se Faccio tutto in super silenzio!

  9. salve a tutti sono una mamma di 27 anni con una bimba di 2 anni mi sta facendo impazzire è stata sempre un peperino anche in pancia ora sempre piu capricciosa un po perche e cresciuta fino ad un anno a casa dei miei genitori x problemi economici ho dovuto viverci,sono parecchil stressata non posso andare neanche a fare una passeggiata piange vuole tutto corre non ascolta è incontrollabile credetemi non passo da circa due anni una giornata spensietata ma sempre con l ‘ansia che piange dato che è piagnucolona dalla nascita non mi sento capita mio marito ha poca pasienza e amicizie non ne ho mi ritrovo io e questi capricci odiosi!!

    • Io ciao guarda mia figlia ha 23 mesi ed é come la tua se vuoi ci facciamo compagnia. Piange e si lamenta da quando é nata io le ho provate tutte e sinceramente mi sono arresa e mi affido solo alla crescita. L’unica che potrà salvarmi.???

    • Ciao capricciosa
      Ti dirò…un Po sarà carattere e sicuramente molto è dovuto al fatto che è l unica in mezzo a tanti adulti che se non la coccola uno lo fa un altro ..magati non avete regole ferree e idee uguali tutti voi nella sua gestione…ti scrivo per esperienza personale…io ho visto che i miei suoceri sono molto permissivi col mio primo
      Tant’è che a noi ci ascolta…ma con loro fa capricci anche se in nostra presenza

    • Nadia magari parlane con gli psicologi che danno consulenze a scuola
      Oppure filmalo o.annota su un libretto cosa accade quando si scatena e parlane appunto con loro
      Ti sapranno aiutare!

  10. Ciao a tutti…Io ho 33 anni e 2 pargoli uno di quasi 6 anni e uno di 20 mesi…Il piccolo è un diavoletto ma non mi preoccupa… il grande si…?negli ultimi 2 anni sono successe Delle cose in famiglia che in alcune situazioni m ha no fatta diventare aggressiva con urla e scatti d ira..ora mi ritrovo con mio figlio che piange al minimo suo errore non accetta di sbagliare vuole fare Sempre bene…Io vorrei iscriverlo a qlc sport ma non vuole…Sa scrivere e leggere è intelligente e questo suo modo di gestire le sue emozioni mi spaventa….Lo vedo un futuro ragazzo vittima di bullismo ?e me ne faccio una colpa

    • Ciao nana ‘
      Il mio secondo è così! Scatta subito anche solo per un cassetto che non si chiude o se non riesce a fare qualcosa…ha tre anni…ed è diventato così di punto i bianco
      Potrebbe essere un lato del suo carattere e non colpa tua…a scuola le maestre sono brave? O rimproverano ? Ha solo 6 anni…magari il passaggio asilo scuola lo ha cambiato un Po.. .dal.gioco allo studio…magari va solo reindirizzato per trovare la calma

  11. Sento.d non riuscire piu ad amarlo.come s deve.è una fonte f preoccupazione.vergogna stress senso d fallimento provo e faccio d tutto con lui.il tempo.che.o passiamo cerco un po.d assecondare quello.che vuol fare un po.cerco.d stimolarlo.io ma poi.m.trovo.com.queste occhiate della maestra queste delusioni.per i.suoi assurdi capricci ecc ecc mi.sento.inerme.d fronte a tanta forza psicologica.a cui.m.sottopone ogni.giorno vorrei sparire non.m.piace come sta e sto.diventando

  12. Ho un.bimbo.d quasi 4 anni che ormai.da un anno.è diventato aggressivo.con me e con.i.compagni un po.meglio.negli.ultimi tempi ma oppositivo allo stremo con noi.a casa con le maestre pure sfacciato spesso.allontanato dalle attivita perché rifiuta regole e disturba a casa è un terno all otto ogni.giorno non sai come s sveglia come reagirà a una qualsiasi cosa.pure banale irascibile a mille passa da.un.estremo.all.altro.d umore io.non lo.supporto più gli.dedico tutto.il mio.tempo.la materna.gliela faccio frequentare per ora solo.la mattina fa un.passo avanti e poi.due indietro.non capisco mai.perché faccia.cosi a me vien da piangere

    • Nadia,scusa dici che da un anno è diventato aggressivo,ti posso chiedere com’era prima?è successo qualcosa nell’ultimo anno che lo ha fatto diventare cosi?
      Prendersi cura di un bambino così, nn è facile e leggo che tu fai tutto il possibile, ma forse potresti aver bisogno di una mano professionale.

      • Non.sono accadute cose speciali aveva iniziato il nido da ormai otto mesi quando ha iniziato molti.m.han detto.sia una fase ecc ecc ne.ho.parlato già con.chi.di.dovere a tratti va meglio ma poi.c sono periodi.che riprende non è sempre aggressivo fisicamente a volte lo.e psicologica mente molto capriccioso ecc ormai.m.sono convinta sia un bambino difficile e la mia pazienzs viene meno

          • Scusa se mi permetto,ma il tuo bambino è in grado di esprimersi bene a parole? A volte l’aggressività nasconde la necessità di farsi capire e i bambini che nn parlano ancora molto bene,usano il corpo per esprimere le emozioni e i pensieri.
            Oppure,come dici tu ,bisogna proprio portare tanta pazienza…ti auguro che possa migliorare,un abbraccio:)

  13. Ma quanto mi sto vergognando a scrivere quel che sto per scrivere?
    Mia figlia è tutto quello che non ero io da bambina: è sicura di se, bravissima a scuola, straordinaria nello sport – coppe e medaglie in quantità- popolare tra i suoi amici, tutto quello che fa, lo fa bene, è alta e magra, aggraziata ha un’eleganza naturale e porta benissimo i vestiti.
    Sempre molto concreta e concentrata.
    E io mi rivedo bambina e penso che la avrei detestata.
    Pasticciona, non brutta ma sempre un po’ pagnottella, con la grazia di un rinoceronte, sempre con la testa persa nella fantasia, piena di sogni più che di iniziative, sempre alla cerca di amici decenti, stagnavo al confine tra lo sfigato e l’anonimo. Una vera pippa nello sport et simili.
    Inizio a sentirmi un po’ a disagio con lei. Ho complessi di inferiorità e mi ferisce da morire quando è più sveglia ed azzeccata di me. Cioè ormai quasi sempre.
    Potrebbe essere un monumento “figlia fenomena di mamma fenomena” e invece non riesco a gloriarmene, sono silenziosamente innervosita la sento sempre più un’aliena man mano che cresce.
    Ha quasi 9 anni.

    • Clorinda carissima, io penso che la cosa che definisce il genitore 2.0 è questo “ma sarò normale?” – i genitori dei nostri genitori, e anche i nostri genitori se sufficientemente anziani, hanno vissuto quotidianamente con l’idea che i figli fossero “meglio” di loro, i miei nonni erano analfabeti, e mio padre e i suoi fratelli e sorelle erano andati a scuola, noi siamo laureati e i nostri genitori no. E così via. Forse provavano invidia, forse no, non sappiamo, ma era una cosa comune questo sentimento di “inferiorità”. La cosa nuova è questo sentirsi in colpa PURE per quello forse, ma magari potremmo rilassarci un pochetto? Io ad esempio sono a volte invidiosa per le opportunità che hanno i miei figli qui all’estero, e un po’ li guardo che fanno cose mirabolanti e mi dico cavolo sarebbe stato bello per la me bambina. Magari potresti cercare di approfondire questa sensazione, senza vergognartene? Esplora fino in fondo i tuoi pensieri, non c’è nulla di male, e non sentirti in colpa nei confronti di tua figlia, anzi cerca di liberarla da questa responsabilità di cui lei è ignara, magari se vai in fondo alla faccenda troverai non tanto sentimenti negativi verso di lei, ma rimpianti per te stessa, e puoi provare a fare pace con la te bambina prima. Va tutto bene, e se ti stai chiedendo queste cose è perché sei una madre splendida, tienilo sempre a mente <3

    • Iocredo che se tua figlia sia cosi sicura di se,brava in ogni cosa che fa etc è perché TU le hai trasmesso e insegnato tutto ciò… Il passato è passato,nn sei una bambina,quella bambina ora è una madre che ha fatto un ottimo lavoro con sua figlia,che ha permesso che sua figlia nn di sentisse mai come si era sentita lei da bambina… Ripeto,hai fatto un ottimo lavoro

    • Concordo con sotto
      Probabilmente va tutto talmente bene che non ti sembra vero e cerchi un problema che non ce’!
      Tutte noi mamme rimpiangiamo i primi innamoramenti…i primi appuntamenti o quant’altro della gioventù..ma siccome i nostri figli non sono così ( in senso buono)all’ avanguardia come lo è la tua ..noi ci soffermiamo su altri tipi di problemi magati piu stressanti e non proviamo invidia per quello che non siamo potute essere e per quello che invece sono i nostri figli
      Ricorda che poi sono cambiate le generazioni e le mentalità! Tua figlia se è così in gamba e intraprendente è anche per merito tuo! Avrà pur preso qualcosa da questa mamma ai tempi in po impacciata , no?!
      Io ne sarei orgogliosa perché hai fatto un bel lavoro di autostima con tua figlia! E quel lavoro perfetto lo hai fatto proprio TU ! Sei una grande!

  14. Salve a tutti. Ho 26 anni e due gemelli di 19 mesi,un maschio e una femmina. Premetto che sono la cosa più importante della mia vita ma sono così stanca e distrutta psicologicamente che quasi a volte me ne dimentico. Il mio problema è che la notte si svegliano di continuo ogni 5 minuti piangono e si disperano perché pretendono di dormire nel lettone. Stanotte ero così stanca che la calma e la pazienza sono andati via a quel paese e allora ho cominciato ad urlare a spaventarli e ad essere aggressiva nei loro confronti. Mi faccio schifo ma non ho forze e per ricaricarmi e affrontare la giornata la notte necessito di dormireeeee. Ho provato con tutti i sistemi ma niente si sveglianooooo! La stanchezza è una malattia e con essa non si scherza. Ho bisogno di un aiuto!? mio marito poi pazienza zero!

LASCIA UN COMMENTO