genitorisbroccano

genitorisbroccano è lo spazio da usare quando senti di avere solo voglia di urlare.
Quando non ne puoi più.
Quando senti che le tue qualità di mamma o papà paziente stanno venendo meno.
Quando tutti i tuoi buoni propositi sono miseramente crollati davanti all’incomprensibile ostinazione dei tuoi figli.
Quando hai mandato a farsi benedire tutte le tue più radicate convinzioni circa l’allenamento emotivo e l’empatia.
Quando sei riuscito a mettere tuo figlio in punizione già 3 volte da quando si è svegliato, e sono appena le 8.30 del mattino.
Quando hai ormai raggiunto la definitiva convinzione che sei una pessimamma o un papàpessimo.

Questa è una stanza insonorizzata: fuori da qui non sentono nulla. Ti leggeranno solo altri genitori solidali che sanno benissimo come ti senti.
Qui è vietato dare consigli (soprattutto quelli buoni).
Qui è vietato trovare soluzioni.
Qui è vietato citare “metodi”.
Qui è vietato fare i saputelli!
I commenti autorizzati sono solo le pacche sulle spalle: sarà nostra cura rimuovere ogni altro tipo di commento.

Da questo momento potete urlare! Nulla è inconfessabile per genitorisbroccano!

PS: Se invece hai bisogno di consigli, cerca un articolo nel resto del sito che faccia il caso tuo, e posta un commento lì : genitoricrescono.com

4033 COMMENTI

  1. Sparatemi.adesso
    Tra una settimana inizia la scuola elementare e dopo una estate di alti e bassi a dire che non vede l ora e poi che non ci vuole andare e non.imparare nulla stanotte si sveglia quattro volte con dice lui, incubi sulla scuola..io.l incubo delle materne non voglio.riviverlo..rifiuto per tutto e comportamento aggessivo..sono gia stufa adesso..mi.pare tutta una trappola questa vita ..questp figlio

    • Cara Nadia, ti mando tutta la mia solidarietà in questo momento difficile..anche per me non sarà troppo facile perché ai miei bimbi non ho fato fare L asilo quest anno il più grande deve fare L ultimo anno della materna e incrocio le dita che gli piaccia!!non ti do consigli solo ciò che sto facendo io e cioè stargli vicina con fermezza consolarlo se ha paura e premiarlo se va tutto bene!!la forza la prende tutta da te se ti fai vedere positiva lo sarà anche lui!!coraggio brava mamma non farti demoralizzare!!

      • Già ..ce la metto tutta ma sono a un punto di resa talmente stufa che davvero vorrei solo deporre pe armi e non pensare piu.a tutto quello che riguarda figlio.scuola educazione ecc
        Mi.sento.molto.frustrata e stanca. E ormai sono anche arrivata a pensare che se malgrado tutto quello che ho provato a fare sono sempre a dieci passi.indietro allora basta lo accetto ho fallito

        • No Nadia non hai fallito! È solo stanchezza, lo so è dura ( capisco bene ) ma vedrai magari ti stupirai per come cambiano le cose…. lui cresce e passerà anke questo periodaccio … capisco bene cosa intendi anke io ultimamente sono più bassi che alti comportamenti che non capisco da dove derivano ma teniamo duro magari è solo transitorio( anke se il mio dura ormai da mesi) ma non ti sentire fallita il fallimento non c’entra con quello che fai tuo figlio ha la sua testa un suo cervello e malgrado uno c’è la mette tutta sembra che non serve a nulla…. magari invece si…. teniamo duro! un abbraccio.

    • Cara Nadia la consapevolezza di non riuscire a trovare una soluzione al problema fa di te molto più matura delle mamme che fanno finta di essere perfette sai un giorno i loro castelli d aria crolleranno e la consapevolezza le schiaccerà..tu sai qual è il tuo problema ti resta solo che risolverlo!!ti ammiro per aver ammesso il tuo cedere..L unica cosa che mi viene da dirti è di parlare di tutto questo con tuo figlio..magari anche lui si sente come te con un peso sulle spalle da scaricare siete nella stessa soluzione apritevi uno con l’altro è troverete un mare di amore che vi rialzerà!!!scusa il consiglio ma mi vien dal cuore!!anche io quando sono giù ne parlo con i miei bimbi che inaspettatamente sempre mi danno la forza e capiscono che mamma non è un robot ma un essere umano come loro che può sbagliare e ricominciare!non è mai troppo tardi coraggio brava mamma!!

      • Ciao grazie a tutte ..parlare con lui l ho fatto e lo.faccio ancora ma questo non risolve i suoi problemi chiamiamoli.Così…domani anzi stamattina inizia scuola sono le 4 del mattino e ovviamente non dormo..guardo il sito dells scuola e i.progetti che fanno molto belli e penso a lui che neppure con la materna era tranquillo e voleva fare…cosa mi.aspetta ora? Per me è un incubo.gia il pensiero…mi sento cosi in trappola e così sfigata come se le altre famiglie potessero gioire del.primo giorno d scuola io.invece ne.sono solo terrorizzata e sfiduciata . Tante le strade intraprese finora alcune fai da te altre consigliate e piu professionali ecc eppure ieri a momenti.mi.ammazzava alla idea,che oggi inizia e fino a ieri sera a,dirmi che non c vuole andare…sono cosi stanca

        • Scusami cara Nadia ma qual è problema del bimbo per non voler andare a scuola?ci sono delle persone o situazioni che lo fanno star male?se hai bisogno di parlare io sono disponibile per confortarti un po’!un abbraccio

          • lui si oppone categoricamente a prendere “ordini” cosi dice. è molto oppositivo in questo senso..si lamenta di tutto fa tutto schifo ecc ecc
            posto che abbiamo anche cambiato citta e quindi non conosce nessuno non ha manco la spinta del vedere un amichetto. ma questo non cambia, lui non è per nulla facile. alla materna un incubo totale. o faceva quello che voleva lui o era un casino anche a livello aggressivo. poi la sua maestra non aiutava eh..molto rigida e una scuola troppo “pescolastica” infatti era sereno nei momenti liberi.
            tu dirai? quindi questo non impara a leggere e scrivere..e invece da qualche mese sta sempre a leggere lettere e parole ovviamente in stampatello e scrivere libretti fatti da lui è curioso ecc
            ma non vuole la scuola..non vuole al regola a meno che non sia io a insegnargli come mi ha espressamente chiesto
            al parco o altri contesti non fatica a chiedere a chi gli pare affine di giocare non è timido per natura

            abbiamo tentato psicomotricita abbiamo seguito un percorso psicologico noi genitori
            ma non cambia..lui sembra non essere in grado di stare in quel contesto e con le elementari speravo almeno la curiosita dato che adesso leggiucchia ecc invece per lui è tutto schifo e noioso
            un altro incubo che si ripete

            sto persino pensando all’homeschooling anche se per me sarebbe pesante ma non voglio immaginare 5 anni di richiami e note

          • ciao mamma kanguro non so se il mio commento è passato perché non lo vedo
            comunque ti scrivevo che mio figlio rifiuta le regole e si oppone a fare quanto richiesto
            adesso è in una scuola dove non conosce nessuno e certamente questo non aiuta
            pero’ il problema è questo e cioe’ che per lui fa tutto schifo o è noioso ecc
            psicomotrocita’ gia fatta ma non aveva effetti all’esterno

            psicoterapia con noi genitori gia fatta e è servita per certe dinamiche familiari

            questa cosa pero’ permane

            cosa è al di fuori dalla scuola? uno che si scrive da solo i suoi libri inventati che ha imparato a leggere lo stampatello ( più o meno ) da solo a qualche mese e che vuole che gli si leggano mille libri

            ecco la mia sconfitta

            ovviamente siamo al terzo giorno di scuola e gia’ l’ha presa male

    • Cara Nadia..da quello che leggo da mamma mi vien da dire che il tuo bimbo è estremamente intelligente e autonomo e forse la scuola e le regole lo “annoiano” in quanto lui arriva velocemente anche da solo ad imparare…è il primo anno all elementari?sicuramente il passaggio dall elementari all asilo è difficile e ancora sono piccoli anche se ci sembrano grandi..il mio deve fare L ultimo anno di asilo e vedremo come andrà..per ora parte contento perché la sera prima di andare a nanna o quando vuole ne parliamo tanto di cosa farà le attività ecc..visto che il tuo bimbo è così intelligente e sveglio forse dovresti cercare di trovare un attività che lo coinvolga e gli dia stimolo per andare a scuola(non so calcio, musica piscina ecc..) abbi fiducia in lui è davvero un bimbo un passo avanti a tanti..bisogna adattarsi al suo passo della vita!!non se posso lasciarti una mail così se hai bisogno mi scrivi!

      • Ciao mammakanguro è intelligente ma non.è un genio è anche molto insicuro e questa cosa lo rende nervoso e presuntuoso per assurdo che un po di noia rispetto al gioco libero ci sia mi.sta bene ma che.non vuoi nemmeno provare a fare qualsiasi cosa è proprio un blocco odia perdere odia i limiti suoi e altrui si lamenta di tutto
        Lui.vorrebbe.un mondo dove parlare tutto il giorno solo d quello che gli.interessa e pretende che pure gli.altri stiano in quel mondo contrariamente con difficoltà sta in situazioni nuove o.giochi di gruppo ad esempio quindi quando lega con qualcuno.tutto ok ma se quel qualcuno.vuole fare altro dove lui.pensa di non riuscire o perdere allora è un”altra storia
        Starebbe ore a fare i.suoi fumetti alche’ ho pensato potrebbe essere una.molla per imparare s scrivere bene ecc no.la scuola fa schifo e odia anche che lo.su corregga che lo.si aiuti ec
        Emotivamente è un.disastro e io a pezzi perché ho provato molte cose
        Poi.il suo.nervoso diventa aggressività fisica e verbale con chiunque senza vergogna
        Quella che si vergogna sono.io.che a sei anni devo giustificare.un bambino che ancora morde
        L unica cosa che ha è questa fantasia sfrenata e questo linguaggio ( tralasciando parolacce) avanti anni luce come detto da tutti
        Ma a che gli.servono se poi.è socialmente non collaborativo e nevrotico??
        Scusa lo sfogo

    • Cara Nadia non voglio disturbarti troppo ti dico L ultimo mio pensiero anche perché non vorrei essere invadente..io proverei a stilare una lista insieme a lui(magari la fai scrivere a lui visto che gli piace o impostarla come un fumetto) di tutte le cose che gli piacciono e quelle mi così insieme potete iniziare a lavorare su ciò che non sopporta e valorizzare insieme quello che gli riesce meglio!!loro assorbono tutti i nostri sentimenti se hai coraggio anche lui lo avrà!!un abbraccio forte

  2. Mia figlia, 2 anni e mezzo, è così diversa dagli altri bambini della sua età. Non so se sia amplificata. È sempre stata iperattiva, sempre nervosa, sempre lamentosa. Da quando è nata non posso fare nulla di quello che fanno tutte le altre mamme, non posso portarla a fare la spesa seduta nel carrellino (dopo un minuto vuole scendere e si lancia), non ho mai potuto portarla a un ristorante o semplicemente al bar, inizia subito a agitarsi, quando era piccola piangeva disperata.
    Se mi dite qualsiasi aspetto della vita, lei mi fa dannare. Non dorme più nel lettino (ha smesso a 2 anni, ora solo nel lettone) ora ha anche smesso di fare il pisolino dopo pranzo. Non mangia (solo due o tre cose, nonostante io sia buongustaia e le faccia provar di tutto e le cucino tutte cose buone).Non si lava i denti (ho provato di tutto) lavarla è un match.Non si fa tagliare le unghie e i capelli , non si fa vestire ne’ pettinare .Non fa pipì e pupù nel vasino (da tre mesi stiamo cercando di spannolinarla, ma niente) non parla neanche tanto bene (mentre molti suoi coetanei che conosco parlano ormai quasi perfettamente e sono spannolinati da mesi) tutto è un “no” e se le si da un limite impazzisce, si butta a terra, grida e scalcia, si fa del male da sola.
    Insomma non chiedo tanto, solo che ne faccia una giusta. E quando vedo gli altri bambini all’asilo, sembrano una “specie” diversa. Quando vedo le mamme che mi guardano perplesse, con compatimento o saccenza, come se fosse colpa mia, mi sale una rabbia. Loro si credono perfette, con i loro bambini calmi, che siedono educati e in silenzio al ristorante. Loro di bambini ovviamente ne fanno almeno due. Io invece dico sempre che piuttosto che farne un altro e ripassare attraverso tutto questi preferisco che mi taglino un braccio.
    Io, che spesso faccio finta di lavorare fino a tardi per andare a prenderla all’untimo minuto all’asilo, per rimandare il momento in cui devo andare a prenderla. Che quando mio marito me la porta a casa dal giretto spesso penso : “cavolo è già qua?” E quanto mi sento in colpa, dopo averlo pensato, perché nonostante tutto la amo e non potrei vivere senza di lei.
    Ora inizieremo una terapia con la neuropsicomotrice, perché ce l’ha consigliata la pediatra. Spero tanto che crescendo migliorerà, perché al momento mi sembra che sarà sempre così. Me la vedo a 18 anni che non vuole usare il vasino e che non si laverà mai i denti . So che è assurdo, ma mi sembra che il tempo non passa mai, che i miei primi 30 anni di vita siano volati e che questi due anni e mezzo siano stati più lunghi dei 30 anni prima di averla. E mi domando quando potrò riavere una vita normale. Uscire a prendere un gelato la sera. Svegliarmi alle 7.30 invece che alle 6.30…. sono sola con mio marito, niente nonni(che lavorano) e da parte di mio marito una madre disabile sulla carrozzina a nostro carico. È davvero dura, e io avrei voluto solo avere una figlia normale.

    • Sembra la descrizione esatta di mio figlio a quell età ! Però ti dico che su queste cose poi migliorano io ancora fatico ( ha 5 anni e mezzo) ancora lotto per fargli lavare denti ecc…. ma molto meglio dei due anni…mio figlio ha iniziato a parlare a tre anni eppure ora non si azzitta un attimo, fino ad un anno fa non potevano andare al ristorante ( ora si può con un po’ di pazienza però meglio) mi si buttava dal carrello ora invece lo porta lui è rimasto iperattivo ma meglio… all asilo è una continua lamnentela dal nido il pannolino siamo riusciti a 3 anni e mezzo ero disperata puoi vedere i miei post vecchi… esaurita se la faceva sempre sotto e neanche gli dava fastidio….anke io notavo altri bimbi più bravi più calmi seduti io invece non riuscivo neanche a sedermi….poi invece ti rendi conto che siamo in tante così non ti sentire sbagliata o sola in questo….il fatto è che sembrava che io facessi caso solo ad altri bambini meglio ma credimi ogni bimbo ne ha una…..le cose miglioreranno credimi è io ti dico ho un bimbo tosto ai limiti dell iperattività che non vuole rispettare regole….ancora sbrocco e di brutto ma se ripenso ai suoi anni passati sopratutto quella fase dei no e del lancio oggetti ovunque ora è molto meglio….ti comprendo a pieno !
      Ps:anke mio figlio mangia pochissimo ma è molto vivace la pediatra mi dice che tanto non si lasciano morire di fame e che se sono così vivaci è un buon segno di salute quindi gli basta quello eppure cresce ( in altezza poco di peso) ma sano…un abbraccio

    • Ma guarda che non mi sembra un’extraterrestre tua figlia, forse xke anche il mio a quell’età era identico alla descrizione che hai fatto della tua bimba. Ora ha 4 anni e ti assicuro che me lo posso portare al bar in tutta calma, per dirti..nel carrello non ci voleva stare manco se lo ammazzavano, ci vuole stare adesso che è troppo alto e non può più 🙂 .maturano, non ti preoccupare,stai tranquillissima proprio…e non fare paragoni con gli altri bambini, saranno pure buoni e calmi ma credimi che ognuno di loro avrà uno scheletro nell’armadio. Ma poi tutti sti bambini che a due anni e mezzo parlano perfettamente dove li trovi? Io non ne ho mai visto uno.. La tua bambina è perfetta, non farti pare. Capisco sia stancante ma tieni duro e vedrai che cresce e per tanti versi le cose si faranno più facili.
      Cmq per la cronaca a due anni e mezzo e più normale essere scalmanati che calmi in un bar o al ristorante. Le altre mamme possono pure fare a meno di guardarti con compatimento xke quello che non gli tocca oggi gli toccherà in futuro, la ribellione prima o poi deve uscire. E un passaggio necessario di costruzione della propria personalità per non diventare dei babbei succubi dei genitori. Un abbraccio e forza, stai sicura che arriveranno tempi migliori

      • Grazie di cuore a tutte! Mi sento meno sola! Devo davvero imparare a non guardare i figli degli altri e ad apprezzare la mia piccola , che sarà rompiballe ma a parte tutti i suoi difetti le voglio un bene dell’anima ! Speriamo che migliori con la crescita!

    • Cara Mimi, anche io spesso vedo i bimbi degli altri e li paragono ai miei sembrano tutti più bravi più buoni ecc, poi le stesse mamme che ti guardano male appena svoltato L angolo si beccano un bel capriccio dai loro bimbi che si sente in tutto il vicinato!!tutto ciò che descrivi della tua creatura si rispecchia nei “terrible two” ovvero nel momento in cui rifiutano tutto ma proprio tutto ciò che richiediamo..niente consigli solo testimonianza anche io i miei non vogliono dormire da soli io dormo con loro senza stressarmi almeno riposo di più..il piccolo due anni e mezzo non vuol fare pipì nel vasino ok aspetto che sia pronto..mentre per le cose fondamentali come il riposino il pomeriggio o il mangiare sono ferma e calma che si deve fare e lo accettano vista la mia convinzione!ricorda che i bimbi rispecchiano tutto ciò che siamo noi quindi fiducia in te stessa e forza e coraggio a tutte le mamme e papà in gamba come te!

    • Guarda, anche il mio primo figlio era molto simile al tuo… Scalmanato, soprattutto in certe situazioni. Impossibile fare una passeggiata perché correva ovunque, impossibile fare la spesa o bere un caffè. Spannolinarlo è stato un incubo, schizzinoso col cibo, si è svegliava 2/3 volte per notte fino a 4 anni. Al mare un disastro perché si buttava a rubare i giocattoli degli altri bambini, urla continue. I terrible two non li abbiamo mai notati perché è stato così fino dalla nascita. Mi fermo qui che hai capito. Posso dirti che dai 3 anni ha iniziato un lento miglioramento e adesso che ne ha 7 è mooolto più gestibile. Fatica un po’ a concentrarsi a scuola, ma nella quotidianità non dà problemi particolari, si veste, si lava (lamentandosi), mangia (non di tutto ma vabbè), dorme bene. Si può andare al ristorante, al mare o a fare la spesa senza particolari preoccupazioni. Tieni duro, vedrai che migliora! Ci sono bambini così, non sei tu che sei incapace. Anzi, io con la seconda vado alla grande, lei è una bimba normalmente vivace e a me sembra tutto una passeggiata in confronto a quello che ho passato. Un abbraccio.

  3. Ok, è ufficiale, sono esaurita, non ce la faccio più! Ho 3 figlie, di 5 e 3 anni e la più piccola di 3 mesi, sono sempre sola, sono 5 anni che sono sola, il mio compagno lavora, quando è a casa è come non ci fosse, i miei abitano a 40 km di distanza e lavorano entrambi, i suoceri sono anziani, gli zii hanno (giustamente) le loro vite, non ho amiche, non ho nessuno. Non ho tempo per me, neanche 1 ora al mese, le bambine sono con me sempre, non riesco a stare dietro alla casa, nemmeno il minimo indispensabile questo mi stressa e mi frustra, con loro ormai sono nevrotica, urlo, piango, sculaccio, piango, urlo e più spiego le cose e più mi sento ignorata e presa in giro. Non c’è la faccio più.

    • E: prendi una tata e falla pagare a tuo marito visto che lavora tanto potrà pur sostenere questo costo! Non voglio ovviamente farvi i conti in tasca ma solo farti capire che un aiuto da qualche parte, per te, deve saltare fuorj, e se non è gratis si pagherà, è anche responsabilita’ di tuo marito trovare questi aiuti.

    • Concordo.con.primearmi su una tata io.non l ho mai avuta se non quando lavoravo full time ma era praticamente obbligatoria mi pento Invece di.non averne avuta una per godermi del tempo mio o semplicemente per un cinema ogni tanto col mio compagno
      Si spendono magari soldi in cazzate ora sono dell idea che quelli sarebbero stati soldi spesi bene ( dico cazzate per dire eh non essendo ricchi non siamo spendaccioni pero chesso risparmi in altro per questo)

    • Guarda, immagino quanto sia dura, ma con 3 bimbe di quell’età sarebbe dura anche con qualche aiuto… Figurarsi così! Tieni duro, le cose miglioreranno anche se ci vorrà ancora un po’. Un abbraccio.

    • Carissima E ti mando un grandissimo abbraccio virtuale anche se varrà poco lo faccio..penso a te nella faticosissima situazione poi penso a una persona vicinissima a me che ha perso tre bimbi e forse deve abbandonare il sogno di avere il terzo bimbo..ringrazia tutti i giorni per la ricchezza che hai e se hai avuto questo bellissimo dono della vita non rimarrai mai senza forza..lo so che è dura già lo è con due immagino anche con un neonato..ma i bimbi anche nei momenti peggiori sanno darci una forza e un appoggio emotivo che non potevamo credere!non mollare sei una grande mamma

  4. sono stufa delle mamme che dicono “ne ho uno solo ma fa per quattro!”
    PALLE!!!
    Non é vero! A meno di gravi problemi, non è vero!
    Ho quattro bimbi e vi assicuro che non é così. Allora i miei farebbero per 16?!!!
    Presi da soli sono bravi, anche in due o a volte tre sono molto meglio ma quando sono in quattro diventano delle bestie!!!
    Quando avevo solo il primo era un limbo…..ha fatto click con la nascita del fratello..non é più il principino sul pisello, ha sempre qualcuno con cui litigare, con cui inventarsi disastri di cui essere geloso…si scannano, si fanno male, continuano ad urlare (tutti insieme ad incrocio)…
    tra uno e due scatta un click, cambia tutto (poi gli altri peggiorano ma la differenza grossa é tra uno – da solo, circondato da adulti – e due).
    Chi si lamenta della stanchezza di uno (non parlo con problemi)…beh, vorrei fare cambio!!!

    • Laura, io ho un figlio, 4 anni, pochissimo aiuti (solo una nonna, mia mamma, anziana ), e ti assicuro che sono morta. Mio figlio ha sempre perrnnememte bisogno di me e chiama mamma per qualsiasi cosa ogni due secondi. Lavoro il minimo indispensabile (grazie a dio c’e il lavoro), la mattina, e tutti i pomeriggi faccio solo la mamma. Mio marito torna ovviamente alle 19 di sera. Sono distrutta! Invidio voi mamme che ne fate tanti, immagino la stanchezza ma ho una sola domanda: come avete potuto pensare che la stanchezza non sarebbe aumentata esponenzialmente ad ogni figlio in più? Io non ce la farei MAI a farne un altro.

    • Concordo con primearmi, io ne ho uno solo di 7 anni, ma dopo i primi 18 mesi, l’aiuto dei suoceri è finito perché si sono ammalati, abbiamo dovuto aiutare noi loro. I miei genitori sono lontani e dovevano accudire i miei nonni malati. Mio marito va a lavoro alle 6,30 e rientra alle 19/19,30, in più il mio bimbo ha avuto qualche problema di salute, non grave e alla fine risolvibile, ma che ha condizionato inevitabilmente tutta la nostra vita. Io sono diventata molto ansiosa, lavoro con i bambini e anche lì sento il peso di una grandissima responsabilità. Lo sapevo che fare altri figli avrebbe compromesso la mia salute fisica e mentale. Tutta la mia ammirazione a chi fa più di un figlio, ma non potete gridare allo scandalo se noi con un solo figlio, magari amplificato, ci lamentiamo della stanchezza

    • Ciao Laura ….fai bene a sfogarti è chiaro che vivi una situazione estenuante!io ammiro le mamme che fanno più figli proprio perché io avendone solo uno e con un solo aiuto(mia mamma che già sta avanti con l’età)e dovendo lavorare fino alle 18 per forza( poiché a fine mese ci sono spese)sto già alla frutta, per questo ho preso decisione di fermarmi ad uno….. ma certo che con due tre o quattro cambia ancora di più!!!! Io non ce l’avrei fatta…deve essere durissima !quando si dice che uno fa per 4 è una chiara metafora nel dire che si ha un bimbo molto vivace ai limiti del iperattività…. è ovvio che non bisogna prenderla alla lettera , però non per questo bisogna stupirsi od arrabbiarsi se pure chi ha solo un figlio si esaspera , non siamo tutte uguali io per prima mi riconosco che non c’è lavrei fatta neanche con due… ma rimane il fatto che la fatica la sento anke io, lo stress la rabbia o la frustrazione di non riuscire spesso a gestire al meglio tutto , gli strilli che mi danno in testa e tante altre cose comuni a tutte noi, non é una gara a chi può sfogarsi di più o chi meno in base al numero di figli, ma semplicemente uno sbrocco che anke scrivendo qui su questo blog ci fa sentire meno sole meno “incapaci”e ci libera anke un po’ dai sensi di colpa…. ti mando un abbraccio virtuale

    • Laura, nel tuo sfogo non si capisce bene qual sia la tua situazione familiare. Perche’ un conto e’ gestire quattro figli da sola, un conto e’ quattro figli gestiti da entrambi i genitori, un altro conto ancora e’ quattro figli e anche un solo nonno, zio che ti da’ una mano, un altro conto ancora sono quatto figli e due nonni disponibili ecc.. ecc…Le varianti sono innumerevoli, cosi’ come innumerevoli sono le tipologie di persone. Siamo tutte diverse e diverse sono le circostanze che ci troviamo a vivere. Io ho una sola figlia, non ho piu’ genitori, abito lontano dai suoceri e sto pensando di separarmi. La cosa piu’ pesante non e’ la stanchezza fisica, ma il peso psicologico di dover gestire una sola figlia sempre da sola. Anche se non volessi separarmi, mi guardo bene dal mettere al mondo un altro figlio. Non ne ho le risorse psicologiche e fisiche. Laura, se davvero come dici la differenza grossa e’ tra averne uno o due, non si capisce perche’ ne abbia avuto non solo un terzo, ma addirittura un quarto.

      • Questo è uno.dei motivi per cui non.posso sfogarmi con.le mie.cosiddette amiche.oramai direi solo.conoscenti che hanno piu figli se sono in.difficoltà e lo.sono.parecchio loro tanto se ne escono che loro ne.hanno due o tre di figli quindi non mo.devo lamentare..eh vabbe

        • Almeno io ho la fortuna di avere molte amiche e colleghe con un solo figlio…e alcune senza che invece ne vorrebbero due o tre. Forse é proprio insito nel genere umano essere tendenzialmente insoddisfatti…

    • Carissima quando vedo mamme con tre o quattro figli sono contenta per la loro ricchezza d amore ma allo stesso tempo il pensiero di averne “solo” due mi fa tirare un sospiro di sollievo(chissà che casino deve essere averne così tanti penso sempre) di sicuro deve essere così anche per le mamme che ne hanno uno solo, quando vedono mamme con due o più bimbi sono felici per loro ma pensano di essere fortunate del loro equilibrio..ammiro anche chi sceglie di averne uno solo per la propria stabilità mentale..chi ci obbliga a farne tanti?e chi ci obbliga a fermarci ad uno??ognuno nel suo equilibrio sceglie ciò che è meglio per la sua famiglia..perdonate se ho divagato ma questo è il mio pensiero!?

    • Laura immagino la fatica immensa di crescere 4 figli. Ricordati però che ognuno conosce le sue fatiche. I bambini sono tutti diversi e le famiglie sono tutte diverse. Ci sono bambini più impegnativi di altri e ci sono genitori meno “abili” di altri. Ognuno fa ciò che può, nella situazione in cui si trova e con le risorse che ha a disposizione. Non mettiamoci le une contro le altre, siamo mamme, genitori che affrontano a volte una quantità enorme di problemi, restiamo solidali. Un grande abbraccio.

      • Ma infatti non voleva essere una critica personale verso nessuno…mi ricordo anch’io come ero stanca, esausta con il primo figlio, quando tutto sembrava nuovo ed amplificato, ogni cosa sembrava più grande di quella che in effetti era, pianti a lasciarlo per andare al lavoro (ora farei salti di gioia se avessi un lavoro e stare nel mondo degli adulti, staccare la spina e avere uno stipendio, dato che in 6 le spese sono tante).
        Ma mi irritano quando mi vedono arrabbiarmi con qualcuno dei miei figli e mi dicono “oh, io ne ho uno ma ti assicuro che fa per 4!” …non mi consola perchè non può essere uguale perchè i miei figli non sono calmi per nulla (è vero, conosco famiglie con 5 figli che hanno figli tranquilli, che vanno d’accordo – e si aiutano!-)
        …è tutto amplificato e poi ho mille sensi di colpa per non seguirli come vorrei, perchè la mia pazienza è un lumicino e mi arrabbio spesso ….insomma è un gran casino! Mi stancano solo acusticamente, a volte mi verrebbe voglia di uscire e tornare dopo un mese…
        Perchè 4? Perchè il terzo e il quarto sono stati una sorpresa che ha raddoppiato in un sol colpo il numero (..che botta!).
        Comunque è vero, dipende molto dagli aiuti che si hanno..mio marito esce al mattino molto presto e torna la sera per cena… Per fortuna ho una nonna ma cerco di non abusarne (perchè so cosa vuol dire tenerli) …per me non ho mai tempo..cambierá quando almeno andranno all’asilo (ma gli altri saranno adolescenti…). Lo so. Era solo uno sfogo il mio. Ecco tutto. Non mi invidio. E se rinascessi non lo farei più.
        Mi vien da piangere quando vedo le mamme con una figlia, parlare, cercare di spiegarsi in mille modi, fare tante cose insieme..il tempo va diviso, non ho più nemmeno voglia e pazienza di cercare di ragionare, non ho più voglia di giocare con loro, non sopporto più i capricci, i lamenti…
        Ecco. Se esiste la reincarnazione…mai più.

  5. Mi hanno rotto le palle tutti quelli che fanno battutine su quando mi decido a fare il secondo figlio: “e lasci il primogenito solo?eh ma poi soffre la solitudine?eh ma solo i primi anni sono difficili si che passa”
    Avete rotto il cazzo (scusate)!
    Io non lo voglio un secondo figlio. Non mi sento pronta. Ho paura e ansia se penso a ripercorrere i primi ann, tra notti insonni, svezzamento e allattamento.
    Fatevi i fatti vostri. Dove è scritto che debba farne due?

    • Nessuno deve dirlo Francy. Io come te ho chiuso bottega al primo e non ho alcuna intenzione di riaprirla….perché? Perché ci tengo alla mia salute fisica e mentale. Perché ho già abbastanza difficoltà e faccio già abbastanza fatica e sacrifici col primo figlio. Chiamatemi egoista…io penso di avere buonsenso!

    • Come vi capisco…dopo 8 anni dal primo, alla veneranda età di 42 anni, lontana da tutti, ancora mi scartavetrano la salute dicendo che “condanno” mio figlio alla solitudine, al vizio e provoco magari anche il riscaldamento terrestre…ma insomma, una forchettata di fatti vostri???

    • Ciao ti capisco..io poi vivo una sensazione.di spaesamento vero e proprio quando vedo le altre conoscenti.o amiche.o semplice passanti con più figli..alcune le.invidio perché non.faccio che paragonare i.loro.al mio e dico ho sbagliato io.o sono.sfilata.io che.da solo.mi.da da pensare per tre? Altre non m.pare siano messe meglio di me vedendo scene e teatrini vari in quanto a gestione e problemi
      Quello che.mi.spiazza davvero è ma come fanno gli.altri ad averne voglia..non è un giudizio voglio spiegarmi bene..è un discorso tipo.che siano belle ( almeno sll apparenza) o.meno.famiglie..incasinate o meno ecc ma cosa scatta che t fa dire riparto da zero ne voglio.ancora ecc io.mi.sento.solo.cosi stanca d pensare al mio con tutto quello che vivo nel.quotidiano..stanca e sola…la spla idea di.ripartire mi fa solo paura e pure un po.d depressione..quando era piccolo.per assurdo era molto semplice tutte quelle cose tipo dormire ecc a me è andata d lusso ..il delirio c è stato poi e non m.pare finisca mai..desidero cosi tanto la solitudine..come non mai. E invidio chi ha fatto la scelta d non averne spesso m.sogno ancora in.un mondo d possibilità che imvece non ho piu. È come se mi.fossi incastrata da sola. Mi.sento una sfigata e basta

      • Nadia vedrai che crescendo andrà meglio. Mio figlio va di alti e bassi, ma in confronto allo sperpetuo di inserimenti al nido, materna o tutta la trafila di vaccini, svezzamenti et similia, ora mi sembra quasi una passeggiata. Io poi sono stata fortunata che ha sempre dormito e mangiato senza problemi, ma se poi ripenso ai vari piccoli e meno piccoli problemi di salute che abbiamo dovuto affrontare nella prima infanzia, mi vengono i brividi. Non ce la farei ad ripetere di nuovo tutto, le preoccupazioni e le ansie, tutto affrontato solo con mio marito. Ora che va alla primaria, nello stesso posto va a fare sport, teatro ecc, ho avuto il trasferimento definitivo vicino casa, non si ammala più ogni due mesi, tutti a insistere che ora o mai più. Ma io ho già la risposta…come si diceva su, non é egoismo ma spirito di sopravvivenza

        • Ciao persa i.miei ” problemi” esulano da malattie ecc ..è il fattore educativo e emotivo a cui mi.sento prostrata che non mi.fa desiderare di ripetere .con mio.figlio è un”altalena perpetua alla materna un disastro complice anche la maestra direi ma resta.il fatto che ho.un bimbo o.per colpa mia o per sua indole o.per entrambe le cose per me di difficile gestione e sono davvero stremata

          • Hai ragione, anche quello é un pensiero non indifferente, mi immagino un secondo figlio super amplificato come il primo e già tremo…no, grazie. Abbiamo già dato

      • Nadia, molte mie amiche che hanno 2 o 3 figli li mollano ai nonni a turno 7 gg su 7, weekend e vacanze compresi…..facile così! O meglio: bella vita di M sempre a casa dei suoceri o dei propri ge itori…io scelgo la vita e l’indipend za, un solo figlio ma me lo gestisco io, senza dipendere da nessuno…

        • Si ne conosco anche io che fanno i.figli tanto ci sono i.nonni il post orarr nido ecc e infatti mi.chiedo ma allora cosa li.fai a fare? Pero vedo pure che sono piu equilibrate quelle mamme . Io a fare tutto da sola o con pochi e saltuari aiuti ho.perso solo la salute mentale

      • Cara Nadia, mi sento proprio come te… sfogata ed incastrata… con la differenza che a me è arrivato un secondo figlio che non avrei fatto…
        La notte è una sofferenza e il giorno mi vorrei inabissare.
        È impossibile fare qualsiasi cosa. La prima ha 8 anni e per forza di cose non viene più seguita come prima.
        Il secondo un anno… davvero non capisco perché si arrivi a fare 3 O 4 figli addirittura. Non è una critica, ma vorrei una spiegazione, magari per trovare coraggio a gestire i miei 2… che valgono per 20!

    • Assolutamente d’accordo anke io per scelta solo un figlio e sto in difficoltà quindi figuriamoci….la gente parla e basta così è facile dovrebbero prima di parlare attaccare la spina al cervello !!!!

    • Sai cara Francy cosa penso?che le persone che fanno queste venere di domande son le stesse che quando ne hai due (maschi ad es come me) ti chiedono “allora fate la femmina ora?!” Parlano solo per far andare il fiato non sanno magari che una può non riuscire a farne più o può avere altri problemi o semplicemente star bene così!non si può consigliare ma ti dico NON TI CURAR DI LORO MA GUARDA E PASSA!e sii fiera della tua scelta d amore per il tuo bimbo!!un abbraccio forte virtuale

  6. Se scrivo alle 3.40 del mattino significa che la situazione è abbastanza pesante..7 anni, ne dimostra cinque. E vabbe’. Disprattico. E vabbe’. Ma adesso dobbiamo ricominciare con le visite. Neuropsichiatra. Asl…etc. In giro sempre e solo lui agitato. Nervoso. Ultimamente sembra avere una rabbia ingestibile. Insopportabile. Io sono sfinita. Per fortuna non è sempre così. Nei suoi ambienti è più tranquillo e gestibile ma in posti a lui sconosciuti inizia il delirio. Io mi chiuderei in casa a vita. Povero lui. Poveri noi genitori. Perché nessuno pensa a noi. Che soffriamo come cani, che vorremmo un figlio come gli altri, senza problemi. Ammesso che ci sia qualcuno, al giorno d’oggi, che non ha problemi.

    • No.non.esiste nessuno.senza problemi e anche i bambini cosiddetti normali ne danno.non.cerco di.consolarti.non.so cosa sia vivere la tua situazione ma ci sono giorni che mi.chiuderei in.casa pure io

    • Cara Chiara, io ti rispondo alle 3.00 di notte…
      Sto messa malaccio anche io…
      Ti mando un abbraccio virtuale.
      Bisogna “solo” sopportare. Ti auguro un miglioramento della tua vita…

      • Grazie!!! Il miglioramento per ora non c’è stato….ci vuole tempo,forse. Ma le vostre parole mi aiutano.
        Di certo credo alla Asl certe neuropsichiatre farebbero meglio ad andare a zappare!! Vergogna!! Anziché supportare una famiglia dicono delle cose tremende. Sono uscita da quegli uffici devastata.

  7. Completamente perso i diritti civili…
    Dormire, non dico tutte le notti, ma almeno quando si ha bisogno…
    Mangiare, bere… aiuto…

  8. Sono.stanca marcia questa estate m i.pare di tornare all incubo di.due estati fa con la differenza chd era piu.piccolo d due anni urla scatti d rabbia per nulla pretese assurde e maleducato con me e con.estranei parolacce a go go e graffi botte urla in ogni.dove e per ogni.minima frustrazione pure noi abbiamo fatto psicomotricita ma era sereno.e collaborativo nel.contesto della psicomotricita stessa non ha giovato all esterno.il peggio è che con me era moooolto più sereno da molto tempo e irascibile a scuola invece adesso dà il peggio anche con me e a settembre.inizia le elementari che dire sono.sfiduciata e stanca e vorrei non avere.un figlio e rompermi.cosi.vorrei essere da sola

    • Povera casa un grosso pat pat sulla spalla!consolati che il mio fa così anche con il fratello!!!penso sia un modo per farsi vedere ma povere mamme!!!taaanta santa pazienza ci vuole

    • Ciao Nadia ti capisco anke il mio ha avuto una specie di regressione comportamentale e sto in difficolta… urla fa quello che vuole strillo ogni giorno e ultimamente mi sento a pezzi nn riesco più a gestire ,in certi momenti , rabbia e quindi strillo e scatta lo scapaccione… le ho provate tutte ma proprio tutte spero sia una fase anke perché questo inverno non era così …. se continua chiederò aiuto ok un consulto psicologico…ti comprendo moltissimo un abbraccio virtuale

      • Gia chiamiamola regressione e pure carattere difficile ..passa dall essere il.bambino piu cordiale del mondo a dare in escandescenze e colpire senza ritegno a mani e parole anche bambini piu piccoli.se non fanno cosa vuole lui.inutile spiegargli cento volte che non.si.possono.comandare gli altri ecc ecc ormai sono stanca e basta persino d pensare a lui

  9. Che bello spazio per le mamme!!!!lo adoro lo leggo molto spesso per avere conferma che noi mamma siamo anche essere umani con le nostre fragilità non come pensano tutti dei robot con energie infinite e infinita pazienza!!
    Oggi non sbrocco contro i miei bimbi(2e 4anni)ma contro i nonniiiii!!!
    Son sempre a intromettersi elevandosi in cattedra ma non si ricordano di come han cresciuto noi???che pazienza ci vuole anche con loro ma ogni tanto un bel vaffanbrodo gli calza a pennello!!!fortuna che ho scelto di non lavorare per stare con i miei bimbi ma ovviamente con uno stipendio solo ogni tanto ci aiutano!!!ma se devo sentir poi rinfacciamenti chi vi chiede più nienteeee!!!
    Insomma non bastano già i bimbi!!??un abbraccio e pacche sulle spalle a tutti care mamme e papà

  10. Adolescenti o delinquenti mancano ancora 50 euro domani chiamo i suoi dott non è possibile andare avanti così intorno a noi genitori il vuoto è così dura che a volte non so

    • Presente! Due figlie (15 e mezzo, 14). Io mi consolo pensando che il peggio, nell’a dolescenza, è sempre per i ragazzi che l’ attraversano.

    • Macché magari!!!io anke io ho notato questo ma almeno per me ultimamente è un inferno!ho un figlio solo di 5 anni ed è come averne 10! Non faccio altro che strillare anche se cerco di stare calma…. sto in ferie ma ferie di che!!!!!!

    • No, semplicemente con un neonato di 2 mesi e un bambino di 5 anni non ho nemmeno il tempo di scrivere… Ma eccome se sbrocco!! Ma poi perché di fronte ai capricci dobbiamo sempre essere psicologi di sto cavolo? Ok Ti è arrivato un fratello, ma nessuno ti toglie attenzioni anzi, quindi come mai devi renderci le giornate infernali con le tue sceneggiate?? Ma bastaaa

  11. Quando finiranno di farmi male le braccia, le gambe, la testa… ?
    Sono stanca, distrutta…
    Sento il cervello che si spegne sempre più.
    Perché i bambini non devono mai dare qualche minuto di tregua? È tutto difficile con loro.
    Mi sento di stare invecchiando precocemente e male. Mi sento ammalata…

    • Comprendo. Giusto questa mattina, dopo un tallone nell’occhio, ho dato di matto. Il mio secondogenito ha il vizio di pizzicare le ciccie, tanto da ricordarmi ogni volta dei miei chili di troppo! Verrebbe voglia di usare le stesse maniere, ma subito dopo averci pensato mi sento davvero pessima e mi vergogno di averlo solo pensato. Passerà, passerà anche questa…

  12. Hai ragione mammazza e panella. Se posso dirti la mia, anche mio figlio era molto più esagerato nell’ esprimere le proprie frustazioni, noi abbiamo affrontato un percorso di psicomotricita’ da quando aveva tre anni e ci ha aiutato molto. Per il resto tanta pazienza e tanto impegno per cercare di essere coerenti. Prima o poi si raccolgono i frutti dell’educazione

    • Grazie! Infatti era proprio a questo tipo di percorso che pensavamo, ci hanno comunque suggerito di iniziare, eventualmente, dopo l’estate. Io avevo pensato anche all’arte terapia. Vedremo

  13. Ciao, ieri all’asilo Supplì, di 6 anni, ha dato un pugno sulla schiena ad un suo amico, perché questo gli avrebbe tolto dalle mani un gioco. L’amico si è difeso e Supplì x sfogare la rabbia ha dato dei pugni sul muro talmente forte che gli hanno poi dovuto mettere il ghiaccio. L’educatrice è rimasta scioccata e ha detto a mio marito che dovremmo farlo vedere ad uno psicologo. Non è la prima volta che ha questi scatti di rabbia ed è per questo che siamo preoccupati, però è anche vero che nella sua vita stanno cambiando tante cose nelli stesso tempo…è arrivata la sorella, abbiamo appena cambiato casa, è stato l’ultimo giorno di asilo e da settembre iniziano le elementari, mia madre lontana non sta bene e lui lo sa…insomma devo veramente preoccuparmi o si tratta di una fase di crescita? Io credo di capire che quando lui non riesce a confrontarsi con una serie di sentimenti frustranti sfocia tutto nella rabbia che scaturisce da eventi anche di poca importanza, è come se esplodesse…

    • Cara Mammazza e panella, mi dispiace molto leggere le tue preoccupazioni su tuo figlio. Aiutare i figli a gestire gli attacchi di rabbia è importantissimo, e sicuramente un professionista può aiutarvi ad aiutarlo in questo percorso di crescita. E’ una cosa più comune di quel che si pensa. Coraggio, andrà tutto bene!

      PS. ho cancellato la serie di commenti a questo, che non seguivano le linee guida di questa pagina. Purtroppo ero in vacanza e non ho potuto farlo prima di oggi. Un abbraccio a tutti e tutte

Leave a Reply to primearmi Cancella la risposta