Sulle Dolomiti resta sempre un pezzetto di cuore

0
Foto di Tonina©
Foto di Tonina©

L’Italia è tutta bellissima. Non è un luogo comune, è una verità così evidente che la consideriamo quasi scontata. Ognuno di noi vive in un luogo sorprendente.
Poi, però, ci sono parti d’Italia in cui la bellezza di quello che ci sta intorno risalta di più. Spesso questo accade non solo per l’indubbia meraviglia dei luoghi, ma soprattutto perché ci sono persone operose, brillanti, coscienziose, professionali, piene di idee e voglia di fare, che ci rendono l’ospitalità nella loro parte d’Italia più facile da vivere.
Ci sono regioni che hanno saputo puntare tutto sulla loro bellezza, conservandola con cura e competenza e mettendola a disposizione di tutti.

Quanto penso al Trentino, a me viene in mente, prima di tutto, la facilità con cui riesco a fare tutto quello che voglio, basata su un’organizzazione ferrea, che mi permette, da ospite, di godere di ogni istante di permanenza. Per me la vacanza in Trentino è sempre stata sinonimo di sicurezza che tutto andasse nel migliore dei modi: se poi questa certezza la posso vivere immersa in uno dei paesaggi più belli d’Europa, perché non mettere il Trentino al primo posto tra le mie preferenze?

Noi non siamo sciatori e dunque non siamo montanari da neve. Conosco bene l’Altopiano della Paganella in estate, ci sono andata tantissime volte partendo dal Garda trentino, uno dei punti più belli del lago. Le cime del Brenta sono lo sfondo di questa parte di Garda e raggiungere da lì il lago di Molveno è un’esperienza unica: uno dei pochi posti al mondo dove è possibile fare windsurf in un lago alpino, circondati dalle Dolomiti. Per non parlare del regno incontrastato della mountain bike.
Per me sono luoghi dell’anima, che hanno assistito a tanti momenti importanti della mia vita. Ci siamo stati in molte fasi diverse, prima e dopo essere diventati genitori e abbiamo sempre trovato la vacanza ideale.

Già da qualche anno, però, mio figlio preme per provare a sciare. Noi, genitori del tutto inesperti, un po’ abbiamo nicchiato, ma credo che questo sarebbe il posto ideale per fargli sperimentare la montagna con la neve.
Se vuole mettere gli sci ai piedi, non può esserci un posto migliore! Soprattutto perché io avrei tantissime cose da fare anche senza sciare (il padre invece, temo, tenterebbe di iniziare a sciare per non essere da meno del figlio!).

Quello che non finisce mai di stupirmi è il modo di non accontentarsi della gente trentina. Con un paradiso naturale a disposizione, basterebbe non fare nulla: conservarlo e aspettare che i turisti arrivino per goderne. E invece no! I trentini si danno da fare e creano il paradiso del turismo per famiglie. Come in tutta la regione, sull’Altopiano della Paganella e sulle Alpi Cimbre l’offerta di attività è sconfinata e varia.

Foti di A. Cuel©
Foti di A. Cuel©

Ad esempio sulla Paganella si organizza il Family Festival dal 10 al 17 gennaio 2016: una settimana dedicata interamente alle famiglie, con attività sportive e ludiche per bambini e genitori.
Corsi di sci con maestri specializzati, passeggiate alla scoperta della natura e degli animali che vivono nel Parco Naturale Adamello Brenta, escursioni con la slitta trainata dai cavalli in un paesaggio fiabesco, gare di sci e di slittini.
E tutto questo è preceduto da un’altra settimana dedicata alle famiglie proprio a Natale: il Christmas for Family dal 19 al 26 dicembre 2015

Winter Festival sull'Alpe Cimbra
Winter Festival sull’Alpe Cimbra

Anche sull’Alpe Cimbra, tra Folgaria, Lavarone e Lusèrn, l’offerta di attività è sconfinata e varia.? Qui c’è il Festival del Gioco sulla neve, dal 24 dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 e a Carnevale. I personaggi tradizionali della fiaba cimbra – la Streghetta Perti, il Folletto Fliflick e l’Orso Prunnpeer – accompagnano i bambini a sciare, a giocare sulla neve, a scoprire la magia del bosco con le “lanternate”, a visitare il “Museo del Miele” o partecipare a “Semplice… mente Neve”, la passeggiata guidata alla cascata dell’Ofentol e Foresta della Gon.

E tutto questo, immersi nei complessi sciistici più belli d’Europa, per offrire un contatto vivo e reale con la montagna.

Infine due parole sul budget, dato che, per una famiglia, non è mai scontato riuscire a programmare una vacanza. Tutto il Trentino sa accogliere turisti, anzi, mi permetto di dire ospiti, con qualsiasi somma si abbia a disposizione. Come vi dicevo, andiamo in Trentino da quando eravamo studenti squattrinati e abbiamo sempre trovato un’accoglienza perfetta e adeguata alle nostre tasche. Dai meravigliosi alberghi con ogni confort all’accoglienza familiare, ce n’è per tutti. Le offerte tutto compreso sono moltissime così come le facilitazioni per gli skipass per famiglie.
Trovate tutte le informazioni, i programmi e le offerte, sui siti di Dolomiti Paganella e Alpe Cimbra

– POST SPONSORIZZATO –

Prova a leggere anche:

LASCIA UN COMMENTO