Ma sono gemelli?

Ma sono gemelli?

rubrica a cura di Valewanda - i gemelli non sono "solo" fratelli, ma vivono di equilibri particolari tra loro e con gli altri

I compiti delle vacanze (x 2)

Ah amici, che mesi pesanti che sto vivendo! Come chi legge il mio blog saprà, ho appena cambiato lavoro ed è cosa nota che...

La prima estate con i gemelli

Erano diversi già allora, a tre mesi di vita, questi due esseri nati nello stesso giorno dagli occhi scuri e le guance tonde. Uno aveva il naso un po' schiacciato, i capelli neri come la pece, la carnagione scura e le gambe lunghe. L'altro aveva il naso più tondo, i capelli più chiari, le gambe più corte e le cosce più tornite.

Lettera di un fratello maggiore

Zaino in spalla, pantaloni corti, maglietta azzurra, la sua preferita. Lo sguardo è severo ma si apre in un sorriso quando vede da lontano il suo amico biondo, quello conosciuto all'asilo, quello che ama più di tutti.

Due gemelle nei miei ricordi

Ero una bambina mora dai capelli a caschetto, avevo gli occhi scuri e lo sguardo volitivo, avevo sei anni.

Sarebbe un post sull’identità dei gemelli e sulla competizione, ma parla...

Ci avevate fatto caso che su questo sito mancano post sui gemelli? Ecco, noi sì, ci avevamo fatto caso e per questo cercavamo da tempo un modo per rimediare.

Gemelli: evitare il confronto

"Nessun confronto signora, mi raccomando, eviti qualsiasi confronto". Questa, una delle prime cose che mi sono state dette parlando dei gemelli. Un dictat imperioso: ogni...

Cosa mangiano stasera i gemelli?

"Cosa mangiano stasera i gemelli?", mi domanda una alle cinque del pomeriggio. "Non ne ho idea", rispondo io guardando uno dei due che si...

L’autostima misurata sul fratello gemello

Un bimbo vestito di rosso gioca con un leone, sorride, mi chiede di prendergli quel puzzle in alto, quello con gli elefanti colorati. Un altro bimbo vestito di blu gioca con una rana, non si è accorto che suo fratello ha iniziato il puzzle.

Crisi d’identità per un gemello

Una casa rosa con le persiane verdi, un prato immenso davanti, un grande tavolo apparecchiato all'ora di pranzo. Bambini allegri e chiassosi tirano calci ad un pallone sgonfio, lo inseguono nei campi scoscesi, corrono nell'orto vicino e affondano le scarpe nella terra morbida e bagnata

Guardarsi attraverso il proprio gemello

Una distesa di neve infinita, alberi fitti e pennellate di bianco come in un quadro, immobile e immenso