Cosa è il blogstorming?

Cosa è il blogstorming?

Può succedere che PiattiniCinesi scriva un post su Cosa ci insegnano gli uomini e Desian gli risponda per le rime. Oppure che La Staccata intervenga su un blog collettivo parlando a modo suo diBlog mammeschi generando un putiferio di commenti e Mamma in Corriera scriva una riflessione sul suo blog Marion Cunnigham forever .
Ogni giorno assisto al meraviglioso dialogo aperto tra i blog che visito più o meno regolarmente.
Una partita di tennis continua in cui la palla rimbalza da uno spazio personale all’altro, portandosi dietro un carico di esperienze, opinioni, idee di cui si arricchisce strada facendo. E di questo possiamo leggere e beneficiare tutti.
Sono dialoghi che nascono spontaneamente, senza forzature. Conversazioni rilassate. Di quelle che fai comodamente seduto sul divano di casa tua, con le pantofole ai piedi, nel linguaggio di “famiglia”, quello che usiamo ogni giorno nella quotidianità del proprio blog. E per questo è più prezioso. Perchè sul proprio blog ci si sente di dire quello che si vuole e come si vuole. Perchè li le regole le facciamo noi. E’ diverso il partecipare ad un blog collettivo, in cui magari, per quanto alcuni riescano a renderlo accogliente, non ci si sente veramente a casa, non si conoscono gli ospiti fissi, si parlano lingue diverse con la paura di essere mal’interpretate.
A casa propria c’è il contesto che aiuta. Quello che diciamo nelle brevi battute di un post è circondando da molto altro. E’ l’insieme che ci caratterizza. L’ambiente che crea la spontaneità e la libertà di parlare liberamente.

Mi chiedo quanti di questi dialoghi spontanei mi perdo.
Mi immagino uno spazio in cui raccogliere tutto ciò senza perdere l’esperienza di entrare nel blog di qualcun’altro e venire accolti calorosamente con la sensazione di trovarsi immediatamente tra amici.

Mi immagino il Blogstorming.

Uno spazio in cui si può dire tutto quello che passa per la testa, proprio come un brainstorming. In cui non c’è nulla di giusto o sbagliato. In cui non ci siano regole da seguire, perchè ognuno quello che pensa lo dice a casa propria, sul proprio blog. Dove la fa da padrone.

Noi di genitoricrescono abbiamo voluto creare proprio questo spazio.
Perchè un blog ha senso se è uno scambio di idee, esperienze, pareri e conoscenze.
Perchè più siamo più cose pensiamo.
Perchè i blog sono amici prima che diventino amiche le persone che li scrivono.
Perchè su ogni argomento un punto di vista è sempre troppo poco.
Perchè più ci si sposta dai propri punti di partenza, più si cresce.
Perchè chi legge un blog vuole conoscere le opinioni degli altri.
Perchè vogliamo permettere ai lettori di viaggiare da un blog all’altro, seguendo un filo conduttore.
 
Il blogstorming è un “ventilatore” che fa circolare idee fresche tra i blog!
Scrivendo sul proprio blog ci si sente liberi di affrontare il tema comune in modo diretto o sfumato, serio o faceto, lungo o sintetico, aneddotico o saggistico… seguendo la “personalità” e lo stile del proprio blog, senza doversi adattare ad un altro contesto.
Liberi anche di partire da un punto ed arrivare ad un altro. Pensiero in movimento.

Noi lo spazio lo abbiamo creato. Abbiamo aperto il coperchio di un contenitore senza pareti.
Un progetto i cui confini sono solo quelli che vorremo dargli noi.
Non resta che riempirlo di idee e opinioni.
E per questo contiamo su di voi

Leggi qui come si partecipa

Qui puoi leggere i contributi all’ultimo blogstorming