La giornata delle Bandiere Arancioni del Touring Club

0

panorama valmetauro1In famiglia amiamo spassionatamente goderci il periodo autunnale e anche qualche bella giornata d’inverno a spasso per i borghi.
Ci alziamo la domenica mattina con la voglia di uscire e fare una bella gita nei paesini meravigliosi che ci offre il nostro entroterra: le mie Marche hanno degli angoli stupendi, ognuno con le sue caratteristiche e peculiarità, niente da invidiare a luoghi più blasonati e pubblicizzati del resto d’Italia.
La macchina ci porta a zonzo per i colli e fermarsi a godere le bellezze di una piccola cittadina a caso è ogni volta scoperta e divertimento. Giulia è curiosa di vedere, noi abbiniamo anche l’occasione per gustare la buona tavola tradizionale.

E’ arrivato il comunicato stampa del Touring Club Italiano per la giornata delle Bandiere Arancioni e io ho strabuzzato gli occhi: ottima occasione per un bel giro a Mondavio!
Ieri in più di 100 borghi italiani si è festeggiata la qualità, la cultura, la bellezza e l’accoglienza del territorio italiano. Quest’anno al centro dell’evento sono state elevate le persone, che con la loro passione e il loro lavoro, rendono unici ed eccellenti i comuni Bandiera Arancione.

Rocca Roverasca1Siamo arrivati in mattinata con molta calma, per fare il giro del centro di Mondavio, cittadina della provincia di PesaroUrbino ad un passo dal mare. La conosco bene, più di una volta abbiamo visto la rievocazione storica della caccia al Cinghiale che si tiene ad agosto, un evento che ripercorre la storia del ‘400 con banchetti e sfilate in costume, culminando con l’incendio della Rocca Roverasca.
Ci siamo fatti fotografare nei paraggi del corner dedicato ai selfie (di cui sono appassionata), una meravigliosa collezione di #FACCEdaBA.

Teatro Apollo1La calorosa accoglienza delle ragazze dell’Ufficio di Promozione Turistica ci ha permesso di visitare due piccole perle del nostro territorio: il Teatro Apollo, gioiello del 1600 ristrutturato e ridecorato attorno al 1800, con il suo meraviglioso soffitto e gli esempi di Stile Liberty e Art Nuouveau. Ma la parte più interessante è stata la visita alla Rocca Roverasca, progettata dal famoso architetto Di Giorgio Martini e utilizzata inizialmente dai Della Rovere come fortezza fino a che lo Stato Pontificio non ne fece un carcere. All’interno le riproduzioni dei personaggi dell’epoca raccontano di un periodo ricco e pieno di fermenti culturali e innovazioni.
Sylvie ed Erica ci hanno spiegato e raccontato in modo meraviglioso tutte le caratteristiche architettoniche e culturali di questo piccolo paese e dei suoi monumenti principali, orgogliose di farci sapere che nel 2014 a Mondavio si è registrato un aumento del 40% degli ingressi ai monumenti; grande attenzione è rivolta anche ai più piccoli, con laboratori didattici e visite focalizzate proprio a far conoscere la storia ai bambini. Rocca Roverasca2

Tutto ciò è un modo delizioso per coccolare il turista facendolo sentire importante e invogliandolo a tornare: è questo il vero valore aggiunto dei paesi che sono Bandiera Arancione, sono le #FACCEdaBA ovvero le persone che si impegnano appassionatamente e con competenza.
Niente male, proprio niente male. Io Mondavio già la amavo, ora tocca a voi: un comune Bandiera Arancione è sempre una garanzia.

Tutte le informazioni sui Comuni italiani che detengono la Bandiera Arancione le trovate sul sito Bandiere Arancioni o sulla app facebook Bandiere Arancioni Touring

– POST SPONSORIZZATO –

Prova a leggere anche:

LASCIA UN COMMENTO