Anche i piccoli crescono

7

carodiario
In una fresca serata di tarda estate svedese alla sottoscritta gli girano un po’ i maroni.
– Ma che succede? Ti vedo nervosa oggi. Qualcosa che non va?
– ma, no, niente. Magari sono stanca. Non ti riesce a fare una notte filata da qualche settimana ormai
– si, ma vedrai che ora che iniziamo con le pappe, Pollicino non si sveglierà più la notte per mangiare. E così recuperiamo
– si certo
– hai iniziato?
– no, ancora no
– e perchè?
– ma, non so. Poi sono sicura che il latte io ce l’ho ancora. E pure tanto. Ha solo 5 mesi. Perchè dovrei iniziare?
– Si ma al controllo hanno detto che non è cresciuto secondo la curva, quindi forse ha fame. E’ per questo che si sveglia di notte!
– Si ma è pur sempre cresciuto. Quindi il latte ce l’ho!
– Si si, figurati se dico il contrario. Solo che se ha fame…
– Ma no, non ha fame. E’ una fase di crescita, poi gli passa.
MA NON CAPISCI? OGGI LE PAPPE, POI ARRIVERANNO LE LITI PER IL MOTORINO E DOMANI SE NE ANDRA’ A VIVERE DA SOLO IN CHISSA’ QUALE PARTE DEL MONDO! E INIZIEREMO A PREGARLO PER FARCI UNA TELEFONATA!

Poi, vedendolo spalancare la bocca mentre mangiavo tranquillamente uno yogurt, la sottoscritta si è piegata di fronte all’inconfutabile e inarrestabile voglia di crescere. E una volta preparata con amorevole cura materna la sua prima porzione di pappa lattea, mi sono beata cucchiaino dopo cucchiaino, dell’avidità con la quale l’ha divorata senza sprecarne una goccia.
E per il motorino, si vedrà….

Prova a leggere anche:

7 COMMENTI

  1. Ciao Io il mio primo figlio ho puotto allattarlo al seno, ma solo fino al quinto mese, perche9 non avevo pif9 latte, mentre il secondo per meno tempo ancora. L’ho allattato fino al terzo mese e poi sono passata al latte in polvere. Invidio davvero le mamme che possono allattare per cosec tanti mesi. Vorrei dire a tutte: continuate cosec!

  2. L’ho sempre detto , non mi piace allattare, l’ho sentito sempre come un dovere e non come un piacere ma adesso..adesso il piccolo ha sette mesi ed oggi è ufficialmente l’ultimo giorno che prenderà la tetta.
    questa cosa l’ho decisa con la testa , perchè tra qualche giorno rientrerò al lavoro anche se non a pieno ritmo , rientro e lui ha già cominciato anche la seconda pappa e poi lo YOgurt, i biscotti e via dicendo, insomma siamo in corsa sullo svezzamento.
    però, si, c’è un però, oggi guardandolo attaccato a me mi dispiaceva tanto, lo sento già grande , questi mesi sono volati, sono passati così raidi che non me ne sono accorta.
    ieri per la prima volta ha chiamato MAMMA, forte e chiaro e io mi sono commossa. sta cercando il modo di gattonare per raggiungere sua sorella che gli salta intorno; insomma sta crescendo , è un attimo che mi chiede la macchina per uscire la sera ……

  3. Cara Serena, io il tuo passo l’ho dovuto fare a 3 mesi, passando al latte artificiale. Il latte ne avevo molto, ma forse per la piccola non era idoneo (io penso davvero che fosse poco nutriente, a discapito di quanto ripetono i pediatri). Lasciare l’allattamento è stato come se mi strappassero il cuore, ma poi lei è cresciuta e ora che ha due anni ed è altissima mi sembra passata un’eternità! Tra sei mesi se tuto andrà bene, ricomincerò daccapo e allora spero tanto di trovare in te parole di conforto. Auguri!!!

  4. Socia carissima! Leggo in ritardo questo tuo postuccio! Ma sai oggi ho dovuto accompagnare il Sorcio ad una festa perchè doveva rivedere la sua “fidanzata” di questa estate…
    Ecco insomma cosa c’è subito dopo la pappa lattea! E la strada per implorare una telefonata dalla famosa estate ad Ibiza, Sorcio, Vikingo e Pollicino insieme, è breve! Tranquilla, sai che ci consoleremo andando finalmente a passeggio in pace per le viuzze di Stoccolma.
    (Ah, dimenticavo: tu sei un genio nello scegliere le foto per i post)

  5. eh Piattini, però certe volte mi viene una gran voglia di fermare il tempo…per fortuna non si può, così non posso impedire a loro (e a me stessa) di crescere

  6. Mi sembra una spendida riflessione, Serena. certe richieste , certi capricci dei bimbi piccoli sono il loro modo per farci capire che sono individui, con la loro personalità e la voglia di affermarsi e crescere.
    un bacione

LASCIA UN COMMENTO